Luke Kuechly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luke Kuechly
Luke Kuechly at training camp.jpg
Kuechly al training camp 2012.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 110 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Linebacker
Squadra Stemma Carolina Panthers Carolina Panthers
Carriera
Giovanili
2009-2011 Stemma Boston College Eagles Boston College Eagles
Squadre di club
2012- Stemma Carolina Panthers Carolina Panthers
Palmarès
Difensore dell'anno 1
Selezioni al Pro Bowl 1
All-Pro 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 10 febbraio 2014

Luke August Kuechly (Cincinnati, 20 aprile 1991) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di linebacker per i Carolina Panthers della National Football League (NFL). Fu scelto dai Panthers come nono assoluto del Draft NFL 2012. Al college ha giocato a football per il Boston College venendo nominato tre volte All-American.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Carolina Panthers[modifica | modifica sorgente]

Stagione 2012[modifica | modifica sorgente]

Il 6 gennaio 2012, Kuechly annunciò l'intenzione di saltare l'ultimo anno di college per rendersi eleggibile nel draft 2012. Egli venne valutato come il miglior linebacker disponibile nel draft, venendo pronosticato come quinta scelta assoluta dall'analista Mel Kiper mentre Todd McShay lo indicò come possibile tredicesima chiamata[1]. Alla fine, Kuechly fu scelto come nono assoluto dai Panthers[2]. Il 10 maggio successivo, il giocatore firmò un contratto da 12,8 milioni di dollari per quattro stagioni, con una possibile opzione per un quinto anno con i Panthers, decidendo di indossare il numero 59. Al primo minicamp dei rookie, il capo-allenatore Ron Rivera comunicò che Kuechly avrebbe giocato nel ruolo di linebacker sul lato debole per sfruttare al meglio le sue qualità in fase di copertura.

Il 9 settembre, nella partita di debutto da professionista, persa 16-10 contro i Tampa Bay Buccaneers, Luke mise a segno quattro tackle[3]. Nel turno successivo, Carolina vinse la prima gara stagione per 35 sui New Orleans Saints: Kuechly totalizzò 5 tackle[4]. Nel Thursday Night Football della settimana 3 perso contro i New York Giants, Luke fu una delle poche note positive della partita dei Panthers, mettendo a segno 12 tackle e un passaggio deviato[5].

Nella settimana 5 i Panthers precipitarono a un record di 1-4 perdendo in casa contro i Seattle Seahawks ma Kuechly continuò a giocare su grandi livelli mettendo a referto 11 tackle e il suo primo intercetto ai danni di Russell Wilson[6]. Dopo il turno di pausa i Panthers persero la quinta gara stagionale malgrado un'altra ottima prova del rookie che mise a referto ben 15 tackle[7]. Nella settimana 8 i Panthers sprofondarono a un record di 1-6 perdendo all'ultimo secondo contro i Chicago Bears con il giocatore che guidò ancora i difensori di Carolina con 10 tackle[8].

I Panthers conclusero una striscia negativa di 5 sconfitte consecutive battendo nella settimana 9 i Washington Redskins di Robert Griffin III: Kuechly mise a referto altri 15 tackle[9].

Nella settimana 13, il rookie mise a segno il suo primo sack in carriera su Brady Quinn dei Kansas City Chiefs[10]. Nella settimana successiva Luke contribuì a battere gli Atlanta Falcons, la squadra col miglior record della NFL, con il primato in carriera di 16 tackle[11]. Per questa prestazione fu premiato come miglior difensore della NFC della settimana[12].

Luke Kuechly nel Pro Bowl 2014.

Carolina vinse la quarta gara nelle ultime 5 contro gli Oakland Raiders nella settimana 16. Kuechly fu ancora decisivo con 13 tackle e il secondo intercetto in carriera[13]. Dopo questa gara, Luke fu premiato come miglior rookie difensivo del mese di dicembre, unendosi a Julius Peppers come unico altro vincitore del premio nella storia della franchigia[14]. La sua stagione da rookie si concluse guidando la NFL con ben 164 tackle totali, oltre a 1 sack, 10 passaggi deviati, 2 intercetti e 3 fumble recuperati. Fu il primo debuttante a guidare la lega in tackle da Patrick Willis nel 2007.

Il 3 febbraio 2013, la notte prima del Super Bowl XLVII, Luke Kuechly fu premiato come rookie difensivo dell'anno[15]. Nel maggio 2013 fu classificato al numero 79 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[16].

Stagione 2013: difensore dell'anno[modifica | modifica sorgente]

Nella settimana 5, Kuechly mise a segno il primo intercetto stagionale su Carson Palmer degli Arizona Cardinals[17]. Un altro lo fece registrare nella settimana 7 contro i St. Louis Rams e il terzo nella vittoria della settimana 9 contro gli Atlanta Falcons[18]. La domenica successiva guidò i Panthers con 11 tackle e il primo sack stagionale alla vittoria in casa dei quotati San Francisco 49ers[19], venendo premiato per la seconda volta in carriera come difensore della NFC della settimana[20]. Nella settimana 15 i Panthers salirono a un record di 10-4 battendo i New York Jets col giocatore che mise a segno 9 tackle e il secondo sack stagionale[21].

Nella settimana 16 contro i Saints, Kuechly giocò una grandissima partita pareggiando il record NFL con 24 tackle in una sola gara[22] (appartenente a David Harris dei Jets nel 2007), oltre a mettere a segno un intercetto su Drew Brees. Grazie agli sforzi della difesa i Panthers rimasero sempre in partita, andando a vincere con un passaggio da touchdown di Cam Newton a 23 secondi dal termine. Grazie a questa vittoria, Carolina ottenne la prima qualificazione ai playoff dal 2008[23]. Luke dopo questa gara fu premiato per la terza volta come difensore della NFC della settimana, pareggiando il record di franchigia di Julius Peppers[24]. La sua grande annata si concluse con 156 tackle (quarto nella lega), 2 sack e 4 intercetti, venendo convocato per il primo Pro Bowl in carriera[25] e inserito nel First-team All-Pro[26].

Nella prima gara di playoff in carriera, nel divisional round in casa contro i San Francisco 49ers, Kuechly guidò ancora i suoi con 10 tackle e un sack ma la stagione dei Panthers terminò con una sconfitta per 23-10[27]. Il 1º febbraio 2014, Luke fu premiato come miglior difensore dell'anno della NFL[28]. A fine anno fu inoltre votato al 15º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi, il giocatore ad avere guadagnato più posizioni rispetto all'anno precedente, sessantaquattro[29]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

  • Difensore della NFC della settimana: 3
14ª del 2012, 10ª e 16ª del 2013
  • Rookie difensivo del mese: 1
dicembre 2012
10a del 2013

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Anno Squadra P PT Tackle Intercetti Fumble
Tot Sol Ast Sack Saf PDev Int Yard Media Max TD FF
2012 Stemma Carolina Panthers Carolina Panthers 16 16 164 103 61 1,0 -- 8 2 22 11,0 25 -- --
2013 Stemma Carolina Panthers Carolina Panthers 16 16 156 93 63 2,0 -- 7 4 33 8,0 30 -- --
Totale 32 32 320 196 124 3,0 0 15 6 55 9,1 30 0 0

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) "Luke Kuechly will enter NFL draft".
  2. ^ Riflessioni post-Draft.
  3. ^ (EN) Game center: Carolina 10 Tampa Bay 16, NFL.com, 9 settembre 2012. URL consultato il 10 settembre 2012.
  4. ^ (EN) Gamecenter: New Orleans 27 Carolina 35, NFL.com, 16 settembre. URL consultato il 17 settembre 2012.
  5. ^ (EN) Game center: New York 36 Carolina 7, NFL.com, 20 settembre 2012. URL consultato il 21 settembre 2012.
  6. ^ (EN) Game Center: Seattle 16 Carolina 12, NFL.com, 7 ottobre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Game Center: Dallas 19 Carolina 14, NFL.com, 21 ottobre 2012. URL consultato il 22 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Game Center: Carolina 23 Chicago 23, NFL.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  9. ^ (EN) Game Center: Carolina 21 Washington 13, NFL.com, 4 novembre 2012. URL consultato il 6 novembre 2012.
  10. ^ (EN) Game Center: Carolina 21 Kansas City 27, NFL.com, 2 dicembre 2012. URL consultato il 4 dicembre 2012.
  11. ^ (EN) Game Center: Atlanta 20 Carolina 30, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato l'11 dicembre 2012.
  12. ^ (EN) Rookie LB Luke Kuechly named NFC Defensive Player of the Week, Charlotte Observer, 12 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  13. ^ (EN) Game Center: Oakland 6 Carolina 17, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  14. ^ (EN) Kuechly is Defensive Rookie of Month, ESPN, 3 gennaio 2013. URL consultato il 3 gennaio 2013.
  15. ^ (EN) Luke Kuechly wins Defensive Rookie of the Year honors, NFL.com, 3 febbraio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2013.
  16. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 25 aprile 2013. URL consultato il 28 aprile 2013.
  17. ^ (EN) Game Center: Carolina 6 Arizona 22, NFL.com, 6 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  18. ^ (EN) Game Center: Atlanta 10 Carolina 34, NFL.com, 3 novembre 2013. URL consultato il 5 novembre 2013.
  19. ^ (EN) Game Center: Carolina 10 San Francisco 9, NFL.com, 10 novembre 2013. URL consultato l'11 novembre 2013.
  20. ^ (EN) Tavon Austin, Drew Brees among Week 10 winners, NFL.com, 13 novembre 2013. URL consultato il 13 novembre 2013.
  21. ^ (EN) Game Center: New York 20 Carolina 30, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  22. ^ (EN) Panthers LB Kuechly ties NFL mark with 24 tackles, Boston.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  23. ^ (EN) Game Center: New Orleans 13 Carolina 17, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  24. ^ (EN) AFC & NFC Players of the Week, iHigh.com, 24 dicembre 2013. URL consultato il 26 dicembre 2013.
  25. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  26. ^ (EN) 2013 All-Pro teams, NFL.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2014.
  27. ^ (EN) Niners beat up Panthers, advance to NFC title game, NFL.com, 12 gennaio 2014. URL consultato il 13 gennaio 2014.
  28. ^ (EN) Panthers' Luke Kuechly is Defensive Player of the Year, NFL.com, 1º febbraio 2014. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  29. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 2 luglio 2014. URL consultato il 3 luglio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]