Earl Thomas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Earl Thomas
Earl Thomas (defensive back).JPG
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 178 cm
Peso 92 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Safety
Squadra Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks
Carriera
Giovanili
2007-2009 Stemma Texas Longhorns Texas Longhorns
Squadre di club
2010 - Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks
Palmarès
Super Bowl 1
Selezioni al Pro Bowl 4
All-Pro 4
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 4 gennaio 2015

Earl Thomas III (Orange, 7 maggio 1989) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di free safety per i Seattle Seahawks della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del primo giro (14° assoluto) del Draft NFL 2010 dai Seahawks. Al college ha giocato a football coi Texas Longhorns. Fa parte della celebre linea secondaria dei Seahawks denominata Legion of Boom.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Seattle Seahawks[modifica | modifica wikitesto]

Nel Draft 2010, Thomas fu selezionato come 14ª scelta assoluta dai Seattle Seahawks[1]. Il 31 luglio 2010 firmò un contratto di 5 anni per un valore complessivo di 21,1 milioni di dollari, di cui 12,31 milioni garantiti[2].

Stagione 2010[modifica | modifica wikitesto]

Thomas debuttò nella NFL il 12 settembre 2010 contro i San Francisco 49ers indossando la maglia numero 29. Il 26 settembre 2010 nella gara della settimana 3 contro i San Diego Chargers intercettò due passaggi del quarterback Philip Rivers, uno dei quali sigillò la vittoria 27-20 per i Seattle Seahawks. La sua annata di debutto terminò con 76 tackle, un fumble forzato e 5 intercetti, contribuendo a far raggiungere ai Seahawks i playoff, dove nel primo turno eliminarono i New Orleans Saints.

Stagione 2011[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione regolare 2011, Thomas fu uno dei migliori, se non il migliore, giocatore della difesa dei Seahawks. Seattle finì al secondo posto tra le squadre della lega nelle giocate da 20 yard concesse, soprattutto grazie al lavoro di Thomas come high safety, in cui difese una grossa porzione di campo. La sua grande stagione gli fece guadagnare la prima convocazione in carriera per il Pro Bowl[3], venne inserito nella seconda formazione ideale della stagione e votato al 66º posto nella NFL Top 100, l'annuale classifica dei migliori cento giocatori della stagione[4].

Stagione 2012[modifica | modifica wikitesto]

Nella settimana 6, i Seahawks rimontarono 13 punti ai New England Patriots portandosi su un record di 4-2 con Thomas che mise a segno il primo intercetto stagionale su Tom Brady[5]. Nella settimana 8, i Seahawks scesero a un record di 4-4 perdendo all'ultimo minuto contro i Detroit Lions con Thomas che mise a referto un intercetto su Matthew Stafford [6].

Nella settimana 15 la squadra inflisse 50 punti ai Buffalo Bills assicurandosi, con la nona vittoria stagionale, il primo record positivo dalla stagione 2007[7]. Thomas nell'incontro intercettò Ryan Fitzpatrick e ritornò il pallone per 35 yard in touchdown. Il 26 dicembre fu convocato per il secondo Pro Bowl in carriera[8]. Il 12 gennaio 2013 fu inserito per la prima volta nel First-team All-Pro[9].

Il 6 gennaio 2013, nel primo turno di playoff, Thomas mise a segno un intercetto su Robert Griffin III nella vittoria sui Washington Redskins[10]. Un altro intercetto lo fece registrare la settimana successiva su Matt Ryan ma i Seahawks furono eliminati dalla squadra col miglior record della NFC, gli Atlanta Falcons[11]. A fine stagione fu classificato ancora al numero 66 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[12].

Stagione 2013[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima gara della stagione, vinta contro i Carolina Panthers, Thomas guidò i Seahawks con 10 tackle e forzò un fondamentale fumble su DeAngelo Williams nei pressi della propria end zone[13]. La settimana successiva, i Seahawks ottennero una netta vittoria contro i 49ers con Thomas che fece registrare il primo intercetto stagionale su Colin Kaepernick[14]. Nella settimana 4, Earl forzò un fumble e mise a segno un intercetto nella vittoria ai supplementari sugli Houston Texans, coi Seahawks che partirono per la prima volta nella loro storia con un record di 4-0[15]. Il terzo intercetto del 2013 lo mise a referto nella vittoria della settimana 6 sui Tennessee Titans[16]. La settimana successiva, con la vittoria sui Cardinals, i Seahawks partirono per la prima volta nella loro storia con un record di 6-1: Thomas concluse la gara con 6 tackle e il quarto intercetto stagionale[17].

Nella settimana 15, i Seahawks si aggiudicarono matematicamente la NFC West division battendo 23-0 i New York Giants al MetLife Stadium, la prima volta che la franchigia avversaria non riuscì a segnare alcun punto in casa dal settembre 1995. Thomas concluse la gara con 4 tackle e il suo quinto intercetto del 2013[18]. Nell'ultima gara della stagione i Seahawks batterono i Rams in casa terminando con un record di 13 vittorie e 3 sconfitte, il migliore della storia della franchigia a pari merito con quello del 2005, assicurandosi il primo posto nel tabellone della NFC e la possibilità di qualificarsi direttamente al secondo turno dei playoff[19]. Thomas concluse la stagione regolare con i nuovi primati in carriera per tackle (105) e intercetti (5), venendo premiato con la terza convocazione al Pro Bowl in carriera[20] e inserito nuovamente nel First-team All-Pro[21]. Si classificò inoltre al terzo posto nel premio di difensore dell'anno.

Thomas nella pre-stagione 2014.

Nel divisional round dei playoff vinto in casa contro i Saints, Thomas trascinò i Seahawks con 11 tackle e limitò il tight end avversario Jimmy Graham (che quell'anno aveva guidato la NFL con 16 touchdown su ricezione) a una sola ricezione in tutta la gara[22]. La settimana successiva, nella finale della NFC, i Seahawks in casa batterono gli odiati rivali di division dei 49ers qualificandosi per il secondo Super Bowl della loro storia, in una gara in cui Earl fece registrare sei tackle[23][24].

Il 2 febbraio 2014, nel Super Bowl XLVIII contro i Denver Broncos, Seattle dominò dall'inizio alla fine della partita, vincendo per 43-8. Thomas si laureò campione NFL mettendo a segno 7 tackle in una gara in cui la difesa di Seattle annullò l'attacco dei Broncos che nella stagione regolare aveva stabilito il record NFL per il maggior numero di punti segnati[25][26].

A fine anno, Earl fu votato al 17º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi, quarantanove posizioni in più rispetto all'annata precedente[27]

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 aprile 2014, Thomas firmó con Seattle un rinnovo contrattuale quadriennale del valore di 40 milioni di dollari, inclusi 27 milioni garantiti, che lo rese la safety più pagata della NFL[28]. Con la partenza di Golden Tate ai Lions, fu scelto come nuovo punt returner della squadra[29]. L'esperimento durò però il tempo di una sola partita poiché nella prima gara dell'anno contro i Packers, in due ritorni, Thomas perse un fumble nel primo e si prese un rischio non necessario nell'altro[30]. Il primo intercetto stagionale lo mise a segno nella settimana 10 su Eli Manning nella end zone, ritornandolo fino a metà a campo, in quella che fu la terza vittoria consecutiva di Seattle[31]. Nell'ultima partita della stagione, Seattle batté in casa i Rams assicurandosi per il secondo anno consecutivo la vittoria del titolo di division e il vantaggio del fattore campo per tutti i playoff della NFC, in una gara conclusa da Thomas con un primato stagionale di 12 tackle oltre a un fumble forzato che salvò la squadra da un sicuro touchdown[32]. A fine stagione fu convocato per il quarto Pro Bowl in carriera[33] e inserito nel First-team All-Pro[34].

Il 10 gennaio 2015. nel secondo turno di playoff, Seattle ospitò i Panthers battendoli per 31-17 e qualificandosi per la finale della NFC [35]. Thomas concluse la gara guidando la sua squadra con 11 tackle e forzando un fumble. Otto giorni dopo si slogò una spalla ma, dopo avere perso alcuni minuti di gioco, riuscì a tornare in campo nella vittoria ai supplementari sui Packers che qualificò i Seahawks per il secondo Super Bowl consecutivo[36].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Seattle Seahawks: Super Bowl XLVIII
Seattle Seahawks: 2013, 2014

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011, 2012, 2013, 2014
2012, 2013, 2014
2011
2013

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 80
Partite da titolare 80
Tackle totali 442
Sack 0,0
Intercetti 16
Fumble forzati 8

Statistiche aggiornate alla stagione 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2010 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 23 settembre 2012.
  2. ^ (EN) One down, one to go: Seahawks give Thomas deal; Okung next.
  3. ^ (EN) Chancellor, Browner, Lynch Added to Pro-Bowl Roster, nwsportbeat.com, 25 gennaio 2012. URL consultato il 15 settembre 2012.
  4. ^ (EN) NFL.com - Top 100 Players of 2012.
  5. ^ (EN) Game Center: New England 23 Seattle 24, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  6. ^ (EN) Game Center: Seattle 24 Detroit 28, NFL.com, 28 ottobre 2012. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Game Center: Buffalo 17 Seattle 50, NFL.com, 16 dicembre 2012. URL consultato il 17 dicembre 2012.
  8. ^ (EN) 2013 Pro Bowl rosters, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  9. ^ (EN) All-Pro Team headlined by Adrian Peterson, J.J. Watt, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  10. ^ (EN) Game Center: Seattle 24 Washington 14, NFL.com, 6 gennaio 2013. URL consultato il 7 gennaio 2013.
  11. ^ (EN) Falcons avert collapse, edge Seahawks with late FG, NFL.com, 13 gennaio 2013. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  12. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 16 maggio 2013. URL consultato il 17 maggio 2013.
  13. ^ (EN) Game Center: Seattle 12 Carolina 7, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato l'8 settembre 2013.
  14. ^ (EN) Game Center: San Francisco 3 Seattle 29, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 16 settembre 2013.
  15. ^ (EN) Game Center: Seattle 23 Houston 20, NFL.com, 29 settembre 2013. URL consultato il 30 settembre 2013.
  16. ^ (EN) Game Center: Tennessee 13 Seattle 20, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  17. ^ (EN) Game Center: Seattle 34 Arizona 22, NFL.com, 17 ottobre 2013. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  18. ^ (EN) Game Center: Seattle 23 New York 0, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  19. ^ (EN) Game Center: St. Louis 9 Seattle 27, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  20. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  21. ^ (EN) 2013 All-Pro teams, NFL.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2014.
  22. ^ (EN) Seahawks top Saints, will host NFC title game, NFL.com, 11 gennaio 2014. URL consultato il 12 gennaio 2014.
  23. ^ (EN) Seahawks squeak by 49ers to reach Super Bowl, NFL.com, 19 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  24. ^ Nfl, Denver e Seattle al Super Bowl di New York, La Gazzetta dello Sport, 20 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  25. ^ (EN) Seahawks crush Broncos for first Super Bowl win, NFL.com, 2 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  26. ^ (EN) Super Bowl, la difesa annienta Manning, Seattle stravince: campione per la prima volta, La Repubblica, 3 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  27. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 2 luglio 2014. URL consultato il 3 luglio 2014.
  28. ^ (EN) Seahawks make Earl Thomas NFL's highest-paid safety, NFL.com, 28 aprile 2014. URL consultato il 29 aprile 2014.
  29. ^ (EN) Earl Thomas wins Seahawks' punt returner job, NFL.com, 1º settembre 2014. URL consultato il 1º settembre 2014.
  30. ^ (EN) Pete Carroll takes Earl Thomas off punt returns, NFL.com, 10 settembre 2014. URL consultato l'11 settembre 2014.
  31. ^ (EN) Game Center: New York 17 Seattle 38, NFL.com, 9 novembre 2014. URL consultato il 10 novembre 2014.
  32. ^ (EN) Game Center: St. Louis 6 Seattle 20, NFL.com, 28 dicembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  33. ^ (EN) Complete Pro Bowl Roster, NFL.com, 23 dicembre 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  34. ^ (EN) 2014 All-Pro Teams, NFL.com, 2 gennaio 2015. URL consultato il 2 gennaio 2015.
  35. ^ (EN) Russell Wilson, Kam Chancellor power Seattle past Carolina, NFL.com, 10 gennaio 2015. URL consultato l'11 gennaio 2015.
  36. ^ (EN) Russell Wilson leads Seahawks to Super Bowl, NFL.com, 18 gennaio 2015. URL consultato il 19 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]