Karlos Dansby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Karlos Dansby
Karlos Dansby 2014 Browns Training Camp.jpg
Dansby nel training camp 2014.
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 113 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Linebacker
Squadra Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns
Carriera
Giovanili
Stemma Auburn Tigers Auburn Tigers
Squadre di club
2004-2009 Stemma Arizona Cardinals Arizona Cardinals
2010-2012 Stemma Miami Dolphins Miami Dolphins
2013 Stemma Arizona Cardinals Arizona Cardinals
2014- Stemma Cleveland Browns Cleveland Browns
Palmarès
All-Pro 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 5 gennaio 2014

Karlos Montez Dansby (Birmingham, 3 novembre 1981) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di linebacker per i Cleveland Browns della National Football League (NFL). Fu scelto dagli Arizona Cardinals nel corso del secondo giro (33º assoluto) del Draft NFL 2004. Al college ha giocato a football all’Università di Auburn venendo premiato come All-American.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Arizona Cardinals[modifica | modifica sorgente]

Dansby fu scelto nel corso del secondo giro del Draft 2004 dagli Arizona Cardinals[1]. Dopo la sua prima stagione fu inserito nella formazione ideale dei rookie da Pro Football Weekly dopo avere disputato come titolare 12 partite, mettendo a segno 68 tackle e recuperato tre fumble. L'anno successivo divenne il primo linebacker dei Cardinals a ritornare due intercetti in touchdown nella stessa stagione. In quell'annata superò per la prima volta i cento tackle stagionali, con 103. Nel 2006 fu al secondo posto nella squadra per tackle (94) e sack (8), malgrado l'aver perso due gare per infortunio. Nel 2007 disputò 14 gare, tutte come titolare, guidando Arizona con 117 tackle. Nel 2008 Dansby raggiunse assieme ai Cardinals il Super Bowl, terminando l'annata con oltre 100 tackle, 4 sack e 2 intercetti.

Il 10 gennaio 2010, nel primo turno di playoff contro i Green Bay Packers, Dansby recuperò un fumble nei tempi supplementari del quarterback di Green Bay Aaron Rodgers ritornandolo per 17 yard fino al touchdown della vittoria.

Miami Dolphins[modifica | modifica sorgente]

Il 5 marzo 2010, Dansby firmò coi Miami Dolphins un contratto quinquennale del valore di 43 milioni di dollari, 22 milioni dei quali garantiti, il più ricco contratto della storia per un inside linebacker finché non fu superato da Patrick Willis. Fu svincolato dopo tre stagioni, il 12 marzo 2013.

Ritorno ai Cardinals[modifica | modifica sorgente]

Il 10 maggio 2013, Dansby firmò un contratto annuale per fare ritorno agli Arizona Cardinals. Quella stagione fu una delle migliori della carriera per il giocatore che mise a segno 122 tackle, 6,5 sack, 19 passaggi deviati e 4 intercetti, due dei quali ritornati in touchdown. Per queste prestazioni l'Associated Press lo inserì per la prima volta nel Second-team All-Pro[2].

Cleveland Browns[modifica | modifica sorgente]

L'11 marzo 2014, Dansby firmò con i Cleveland Browns un contratto quadriennale del valore di 24 milioni di dollari, 14 milioni dei quali garantiti[3]. Nella prima partita con la nuova maglia mise subito a segno un intercetto su Ben Roethlisberger[4]. Nella seconda trascinò i suoi con 12 tackle e un sack alla prima vittoria stagionale sui Saints[5].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Franchigia[modifica | modifica sorgente]

Arizona Cardinals: 2008

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2013
  • All-Rookie Team - 2004

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Tackle 1.007
Sack 38,0
Intercetti 15
Fumble forzati 16

Statistiche aggiornate alla stagione 2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) 2004 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 29 settembre 2012.
  2. ^ (EN) 2013 All-Pro teams, NFL.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) Dansby, Browns said to agree on four-year deal, NBCsports.com, 11 marzo 2014. URL consultato l'11 marzo 2014.
  4. ^ (EN) Game Center: Cleveland 27 Pittsburgh 30, NFL.com, 7 settembre 2014. URL consultato l'8 settembre 2014.
  5. ^ (EN) Game Center: New Orleans 24 Cleveland 26, NFL.com, 14 settembre 2014. URL consultato il 14 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]