Richard Sherman (giocatore di football americano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Richard Sherman
Richard Sherman (American football).JPG
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 88 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Cornerback
Squadra Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks
Carriera
Giovanili
2005-2010 Stemma Stanford Cardinal Stanford Cardinal
Squadre di club
2011- Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks
Palmarès
Super Bowl 1
Selezioni al Pro Bowl 1
All-Pro 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 7 maggio 2014

Richard Sherman (Compton, 30 marzo 1988) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di cornerback per i Seattle Seahawks della National Football League. Fu scelto dai Seahawks nel corso del quinto giro del Draft NFL 2011. Sherman al college ha giocato sia come wide receiver che come cornerback a Stanford.

Malgrado l'essere stato una scelta degli ultimi giri del draft, Sherman divenne immediatamente un cornerback titolare per Seattle. Dal suo ingresso nella lega, ha fatto registrare più intercetti (23) e passaggi deviati (64) di qualsiasi altro giocatore, venendo considerato da diversi analisti il miglior cornerback della lega[1]. Sherman fa parte della linea secondaria dei Seahawks divenuta nota come "Legion of Boom", un reparto che ha contribuito ai successi dei Seahawks con la migliore difesa sui passaggi della stagione 2013 e alla vittoria del primo Super Bowl della storia della franchigia nel febbraio 2014; il 43-8 sui Denver Broncos è stato il terzo più largo divario di punti della storia del Super Bowl[2]. Nel maggio 2014, Sherman è diventato uno dei difensori più pagati della lega con un contratto da 57,5 milioni di dollari con i Seahawks, di cui 30 milioni garantiti.

La personalità estroversa di Sherman, la sua tendenza a compiere grandi giocate in momenti decisivi e i frequenti scontri verbali con gli avversari lo hanno reso una delle personalità più note e polarizzanti della NFL[3]. Si è imposto all'attenzione nazionale in seguito all'intervista nell'immediato post-partita della drammatica vittoria dei Seahawks sui San Francisco 49ers nella finale della NFC 2013, in cui si autoproclamò "il miglior cornerback della lega", insultando il ricevitore di San Francisco Michael Crabtree, a cui aveva deviato il passaggio decisivo. Nel giugno 2014 è stato annunciato che Sherman sarebbe apparso nella copertina del videogioco Madden NFL 15[4].

Carriera universitaria[modifica | modifica wikitesto]

Sherman iniziò la sua carriera a Stanford come wide receiver e guidò i Cardinal in ricezioni nella sua prima stagione nel 2005, venendo nominato come Freshman All-American. Ricevette 47 passaggi nelle due stagioni successive prima di subire un infortunio al ginocchio nella quarta gara del 2008. Dopo questo infortunio passò nel ruolo di cornerback e fece registrare 112 tackle nelle ultime annate, oltre a sei intercetti. Nel 2010 fece parte della squadra degli Stanford Cardinal che terminò con un record di 12-1, un primato scolastico[5].

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Seattle Seahawks[modifica | modifica wikitesto]

2011[modifica | modifica wikitesto]

Sherman fu scelto come 154° assoluto dai Seattle Seahawks nel corso del quinto giro del Draft NFL 2011. Malgrado l'essere stato scelto così in basso nel draft, Sherman si impose come uno dei migliori cornerback della squadra nella sua stagione da rookie[6]. Nella sua annata di debutto giocò tutte le 16 gare stagionali, dieci delle quali da titolare, mettendo a segno 55 tackle e 4 intercetti.

2012[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 settembre, nella gara di debutto della stagione 2012, Sherman mise a segno quattro tackle e un intercetto ai danni di John Skelton nella sconfitta contro gli Arizona Cardinals per 20-16[7]. I Seahawks rimontarono 13 punti ai New England Patriots nella settimana 6 portandosi su un record di 4-2 con Sherman che mise a referto un fondamentale intercetto su Tom Brady[8].

Nella settimana 10 i Seahawks vinsero la quinta partita su cinque in casa superando facilmente i New York Jets: Sherman fu dominante con 3 tackle, un intercetto fondamentale su Mark Sanchez mentre i Jets si trovavano a un passo dalla end zone di Seattle e mettendo a segno il suo primo sack sempre su Sanchez che forzò un fumble poi recuperato dai Seahawks[9]. Per questa prestazione, Richard fu premiato come miglior difensore della settimana della NFC[10].

Nella settimana 14 Seattle ottenne una vittoria di proporzioni storiche battendo i Cardinals per 58-0 stabilendo il nuovo primato di franchigia di punti segnati. Sherman giocò una partita strepitosa mettendo a referto 2 intercetti, uno dei quali ritornato nel primo touchdown difensivo della stagione dei Seahawks, e recuperò un fumble[11]. Due settimane dopo i Seahawks batterono i San Francisco 49ers ottenendo la qualificazione ai playoff. Sherman contribuì con 5 tackle, un intercetto e il secondo touchdown stagionale dopo il ritorno di un field goal di David Akers bloccato da Red Bryant[12]. Dopo una stagione da protagonista assoluto, la mancata convocazione di Sherman per il Pro Bowl in favore di Patrick Peterson dei Cardinals fu la più grande sorpresa tra le selezioni per l'evento[13]. Il giocatore fu probabilmente penalizzato per la sentenza pendente nei suoi confronti per l'abuso della sostanza vietata "Adderal", accusa da cui venne scagionato proprio il giorno successivo alle selezioni[14].

Sherman nel training camp 2013.

Nell'ultimo turno di campionato, i Seahawks batterono i Rams, concludendo l'annata come l'unica squadra della lega imbattuta in casa. Sherman mise a referto un altro intercetto su Sam Bradford[15]. La sua stagione regolare si concluse guidando la NFL in passaggi deviati (32), al secondo posto negli intercetti con 8, oltre a 64 tackle, 1 sack, 3 fumble forzati e un touchdown. Il 12 gennaio 2013 fu inserito nel First-team All-Pro[16]. A fine anno fu posizionato al numero 50 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[17].

2013[modifica | modifica wikitesto]

Il primo intercetto stagionale, Sherman lo mise a segno nella netta vittoria della settimana 2 contro i 49ers in una gara in cui limitò Anquan Boldin a una sola ricezione, pressandolo per tutta la partita[18]. Per questa prestazione fu premiato per la seconda volta in carriera come miglior difensore della NFC della settimana[19]. Nell'ultimo quarto della settimana 4 contro gli Houston Texans, con i Seahawks in svantaggio di 7 punti, Sherman intercettò il quarterback Matt Schaub, ritornando il pallone per 58 yard in touchdown, pareggiando la gara che poi Seattle vinse ai supplementari[20]. Per queste prestazioni, Sherman fu premiato come miglior difensore della NFC del mese di settembre, il primo cornerback della storia dei Seahawks ad aggiudicarsi tale riconoscimento[21].

Richard Sherman il 29 dicembre 2013.

Il terzo intercetto del 2013, Sherman lo mise a referto nella vittoria della settimana 6 sui Tennessee Titans[22]. La settimana successiva i Seahawks partirono per la prima volta nella loro storia con un record di 6-1: Sherman trascinò la difesa con 7 tackle e 2 passaggi deviati, tenendo Larry Fitzgerald a due sole ricezioni per 17 yard[23][24]. Nel Monday Night Football successivo fece registrare il quarto intercetto del 2013 su Kellen Clemens dei Rams[25][26].

Nella settimana 15, i Seahawks batterono 23-0 i New York Giants al MetLife Stadium, la prima volta che la franchigia avversaria non riuscì a segnare alcun punto in casa dal settembre 1995. Sherman concluse la gara con 2 intercetti su Eli Manning e contribuì a un terzo quando deviò un passaggio nella propria end zone che fu agguantato da Earl Thomas[27]. Per questa prova fu premiato per la seconda volta in stagione come miglior difensore della NFC della settimana[28]. La domenica successiva mise a segno altri due intercetti contro i Cardinals ma ciò non fu sufficiente a Seattle per evitare la prima sconfitta interna dopo due anni di imbattibilità[29]. Nell'ultima gara della stagione i Seahawks batterono i Rams in casa terminando con un record di 13 vittorie e 3 sconfitte, il migliore della storia della franchigia a pari merito con quello del 2005, assicurandosi il primo posto nel tabellone della NFC e la possibilità di qualificarsi direttamente al secondo turno dei playoff[30]. Sherman concluse la stagione regolare guidando la NFL con 8 intercetti, venendo premiato con la prima convocazione al Pro Bowl in carriera[31] e inserito nuovamente nel First-team All-Pro[32].

Il 19 gennaio 2014, nella finale della NFC, i Seahawks in casa batterono gli odiati rivali di division dei 49ers qualificandosi per il secondo Super Bowl della loro storia[33][34]. Sherman fu decisivo nel finale di gara quando, a 30 secondi dal termine con la sua squadra in vantaggio di sei punti, all'interno della end zone deviò il passaggio del possibile touchdown della vittoria di San Francisco, con il pallone che venne poi intercettato dal collega Malcolm Smith che sigillò la vittoria della sua squadra. A fine gara generò delle controversie quando, a pochi secondi dalla termine del match, intervistato dalla giornalista Erin Andrews, si lanciò in un'infuocata dichiarazione proclamandosi il miglior cornerback della lega e scagliandosi verbalmente contro Michael Crabtree[35][36].

Un abbraccio tra Sherman e Pete Carroll nel Super Bowl XLVIII.

Il 2 febbraio 2014, nel Super Bowl XLVIII contro i Denver Broncos, Seattle dominò dall'inizio alla fine della partita, vincendo per 43-8. Sherman si laureò campione NFL mettendo a segno 3 tackle in una gara in cui la difesa di Seattle annullò l'attacco dei Broncos che nella stagione regolare aveva stabilito il record NFL per il maggior numero di punti segnati[37][38].

A fine anno, Sherman fu votato al 7º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi, il primo difensore in classifica[39].

Stagione 2014[modifica | modifica wikitesto]

Il 7 maggio 2014, Sherman firmò coi Seahawks un prolungamento contrattuale di quattro anni per un valore di 57,4 milioni di dollari, inclusi 40 milioni garantiti, che lo rese il cornerback più pagato della lega[40] fino a che non fu superato tre mesi dopo da Patrick Peterson dei Cardinals. Il primo intercetto stagionale lo fece registrare nella settimana 9, oltre a forzare un fumble, ai danni del rookie Derek Carr dei Raiders nella vittoria casalinga[41]. Il 27 novembre, nella gara del Giorno del Ringraziamento, i Seahawks interruppero una striscia di cinque sconfitte consecutive in casa dei 49ers, ottenendo la prima vittoria esterna sui rivali di division dal 2010[42]. Sherman disputò la miglior prova stagionale mettendo a segno 2 intercetti e 2 passaggi deviati su Kaepernick.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Seattle Seahawks: Super Bowl XLVIII
Seattle Seahawks: 2013

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2013
2012, 2013
  • Leader della NFL in intercetti: 1
2013
  • Difensore del mese della NFC: 1
settembre 2013
  • Difensore della settimana della NFC: 3
4ª del 2012, 2ª e 15ª del 2013
settimana 4 della stagione 2013

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra P PT Tackle Intercetti Fumble
Tot Sol Ast Sack Saf PDev Int Yard Media Max TD FF
2011 Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks 16 10 55 47 8 0,0 0 17 4 45 11,2 33 0 1
2012 Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks 16 16 64 53 11 1,0 0 24 8 57 7,1 29 1 3
2013 Stemma Seattle Seahawks Seattle Seahawks 16 16 49 38 11 0,0 0 16 8 125 15,6 58 1 0
Totale 48 42 168 138 30 1,0 0 57 20 227 11,3 58 2 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Does Game Tape Back Up Richard Sherman's Claim to NFL's Best CB?, Bleacher Report, 27 gennaio 2014. URL consultato il 30 luglio 2014.
  2. ^ (EN) Seahawks Win First Super Bowl Title With 43-8 Rout of Broncos, Bloomberg, 3 febbraio 2014. URL consultato il 30 luglio 2014.
  3. ^ (EN) Seahawks CB Richard Sherman is on the cover of Sports Illustrated, Seattle Post-Intelligencer, 24 luglio 2014. URL consultato il 30 luglio 2014.
  4. ^ (EN) Richard Sherman on 'Madden 15' cover: 'I don't believe in curses', CBS Sports, 8 giugno 2014. URL consultato il 30 luglio 2014.
  5. ^ (EN) An insider’s view with Stanford cornerback Richard Sherman, Yahoo Sports, 27 gennaio 2011. URL consultato il 18 dicembre 2013.
  6. ^ (EN) Julio Jones stays in top 10, changes teams in 2011 draft re-do.
  7. ^ (EN) Gamecenter: Seahawks 16 Cardinals 20, NFL.com, 9 settembre 2012. URL consultato il 10 settembre 2012.
  8. ^ (EN) Game Center: New England 23 Seattle 24, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  9. ^ (EN) Game Center: New York 7 Seattle 28, NFL.com, 11 novembre 2012. URL consultato il 12 novembre 2012.
  10. ^ (EN) Sherman comes up big, seahawks.com, 15 novembre 2012. URL consultato il 15 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Game Center: Arizona 0 Seattle 58, NFL.com, 9 dicembre 2012. URL consultato il 10 dicembre 2012.
  12. ^ (EN) Game Center: San Francisco 49ers 13 Seattle 42, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 24 dicembre 2012.
  13. ^ (EN) 2013 Pro Bowl's big snubs: Richard Sherman robbed, NFL.com, 26 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  14. ^ (EN) Richard Sherman of Seattle Seahawks wins PED appeal, NFL.com, 27 dicembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2012.
  15. ^ (EN) Game Center: St. Louis 13 Seattle 20, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  16. ^ (EN) All-Pro Team headlined by Adrian Peterson, J.J. Watt, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 12 gennaio 2013.
  17. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 31 maggio 2013. URL consultato il 31 maggio 2013.
  18. ^ (EN) Game Center: San Francisco 3 Seattle 29, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 16 settembre 2013.
  19. ^ (EN) Sherman named NFC Defensive Player of the Week, Seattle Times, 18 settembre 2013. URL consultato il 18 settembre 2013.
  20. ^ (EN) Game Center: Seattle 23 Houston 20, NFL.com, 29 settembre 2013. URL consultato il 30 settembre 2013.
  21. ^ (EN) Richard Sherman is the NFC defensive player of the month, Pro Football Talk, 3 ottobre 2013. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  22. ^ (EN) Game Center: Tennessee 13 Seattle 20, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  23. ^ Nfl, Seattle continua la marcia: successo netto in Arizona, La Gazzetta dello Sport, 18 ottobre 2013. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  24. ^ (EN) Game Center: Seattle 34 Arizona 22, NFL.com, 17 ottobre 2013. URL consultato il 18 ottobre 2013.
  25. ^ (EN) Game Center: Seattle 14 St. Louis 9, NFL.com, 28 ottobre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  26. ^ Nfl. Seattle passa 14-9 a St. Louis, terza vittoria di fila, Rams a secco senza Bradford, La Gazzetta dello Sport, 29 ottobre 2013. URL consultato il 29 ottobre 2013.
  27. ^ (EN) Game Center: Seattle 23 New York 0, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 15 dicembre 2013.
  28. ^ (EN) Michael Thomas, Sherman lead NFL players of the week, NFL.com, 18 dicembre 2013. URL consultato il 18 dicembre 2013.
  29. ^ (EN) Arizona 17 Seattle 10, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  30. ^ (EN) Game Center: St. Louis 9 Seattle 27, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  31. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  32. ^ (EN) 2013 All-Pro teams, NFL.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2014.
  33. ^ (EN) Seahawks squeak by 49ers to reach Super Bowl, NFL.com, 19 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  34. ^ Nfl, Denver e Seattle al Super Bowl di New York, La Gazzetta dello Sport, 20 gennaio 2014. URL consultato il 20 gennaio 2014.
  35. ^  (EN) Richard Sherman to Erin Andrews: Michael Crabtree is a sorry receiver. NFL.com, 19 gennaio 2014. URL consultato in data 22 gennaio 2014.
  36. ^ (EN) Richard Sherman apologizes for postgame rant, NFL.com, 20 gennaio 2014. URL consultato il 22 gennaio 2014.
  37. ^ (EN) Seahawks crush Broncos for first Super Bowl win, NFL.com, 2 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  38. ^ (EN) Super Bowl, la difesa annienta Manning, Seattle stravince: campione per la prima volta, La Repubblica, 3 febbraio 2014. URL consultato il 3 febbraio 2014.
  39. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 9 luglio 2014. URL consultato il 10 luglio 2014.
  40. ^ (EN) Richard Sherman, Seahawks strike $57.4M extension, NFL.com, 7 maggio 2014. URL consultato il 7 maggio 2014.
  41. ^ (EN) Game Center: Oakland 24 Seattle 30, NFL.com, 2 novembre 2014. URL consultato il 3 novembre 2014.
  42. ^ (EN) Game Center: Seattle 19 San Francisco 3, NFL.com, 27 novembre 2014. URL consultato il 28 novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]