Dez Bryant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dez Bryant
Dez Bryant at training camp.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 100 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Wide receiver
Squadra Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys
Carriera
Giovanili
Stemma Oklahoma State Cowboys Oklahoma State Cowboys
Squadre di club
2010 - Stemma Dallas Cowboys Dallas Cowboys
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 4 settembre 2013

Desmond Demond "Dez" Bryant (Contea di Galveston, 4 novembre 1988) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di wide receiver per i Dallas Cowboys della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del primo giro (24° assoluto) del Draft NFL 2010 dai Cowboys. Al college ha giocato a football con gli Oklahoma State Cowboys.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Dallas Cowboys[modifica | modifica wikitesto]

Al draft NFL 2010, Bryant fu selezionato come 24a scelta assoluta dai Dallas Cowboys[1]. Il 22 luglio 2010 firmò un contratto di 5 anni per un totale di 12,05 milioni di dollari, di cui 8,4 milioni garantiti. Il suo debutto nella NFL avvenne il 12 settembre 2010 contro i Washington Redskins indossando la maglia numero 88. Dopo un avvio scoppiettante durante la partita contro gli Indianapolis Colts si infortunò alla caviglia mentre stava ritornando un kick off, costringendolo a saltare le ultime 4 partite della stagione regolare.

Dez Bryant nel 2010 contro gli Houston Texans.

Nella stagione successiva, Dez disputò 15 partite, 13 delle quali come titolare, ricevendo 928 yard e segnando 9 touchdown.

Il 5 settembre 2012, nella prima gara della nuova stagione, i Cowboys si vendicarono dei New York Giants campioni in carica che li avevano esclusi dalla corsa ai playoff l'annata precedente, vincendo 24-17 in trasferta[2]. Bryant disputò una buona partita ricevendo 4 passaggi per 85 yard. Nella settimana 16, Dez disputò la miglior partita dell'anno, ricevendo 224 yard e segnando due touchdown contro i New Orleans Saints che però superarono Dallas ai supplementari[3]. La sua stagione si concluse al terzo posto nella lega con 12 touchdown su ricezione e superando per la prima volta quota mille yard stagionali in carriera (1.382). A fine anno fu posizionato al numero 35 nella classifica dei migliori cento giocatori della stagione[4].

Dopo una prima gara della stagione 2013 in sordina, Bryant giocò un grande match nella settimana 2 contro i Kansas City Chiefs, ricevendo 9 passaggi per 141 yard e segnando un touchdown, con diverse giocate spettacolari[5]. Il secondo TD lo segnò nella vittoria della settimana successiva contro i St. Louis Rams[6]. Nella settimana 5, nel giorno in cui Tony Romo stabilì il record di franchigia per yard passate in una gara, Bryant ricevette 141 yard e segnò due TD ma Dallas fu sconfitta sul filo di lana dai Denver Broncos[7]. Nella settimana 7 contro gli Eagles ricevette 8 passaggi per 110 yard contribuendo a far conquistare ai Cowboys la vetta solitaria della NFC East[8]. La domenica seguente, nella reclamizzata sfida con Calvin Johnson tra due dei migliori ricevitori della lega, Bryant ricevette 73 yard e 2 touchdown ma i Cowboys sprecarono un largo vantaggio perdendo coi Detroit Lions nei secondi finali[9]. Tornò a segnare nella gara del Giorno del Ringraziamento contribuendo alla vittoria sugli Oakland Raiders[10]. Due settimane dopo i Cowboys si trovarono in vantaggio per 26-3 alla fine del primo tempo contro i Packers, un risultato che poteva stare persino loro stretto. La squadra però collasso nel secondo tempo e alla fine Green Bay la spuntò per 37-36 malgrado una grande prova di Bryant che ricevette 11 passaggi per 153 yard e un touchdown[11]. Andò a segno anche la settimana successiva contro i Redskins in cui per poco Dallas evitò una disfatta simile a quella del turno precedente[12]. Il 27 dicembre fu premiato con la prima convocazione al Pro Bowl in carriera[13] e fu inoltre votato al 25º posto nella NFL Top 100 dai suoi colleghi[14]. Nell'ultima gara della stagione, i Cowboys affrontarono gli Eagles all'AT&T Stadium in una sfida che avrebbe visto la vincente aggiudicarsi la NFC East division e la perdente venire eliminata dalla corsa ai playoff. Bryan ricevette 99 yard e un touchdown dal quarterback di riserva Kyle Orton ma i Cowboys furono sconfitti e per il quarto anno consecutivo rimasero fuori dalla post-season[15][16].

Il primo touchdown del 2014, Bryant lo segnò nella settimana 2, ricevendo 103 yard nella vittoria in casa dei Tennessee Titans[17]. La domenica successiva contribuì a rimontare uno svantaggio di 21 punti contro i Rams (massimo della storia della franchigia pareggiato) con un touchdown da 68 yard ricevuto da Romo[18]. Anche nel turno successivo andò a segno, coi Cowboys che partirono per la prima volta con un record di 3-1 nella gestione di Jason Garrett[19]. Nella settimana 7 ricevette 9 passaggi per 153 yard nella sesta vittoria consecutiva dei Cowboys.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2013
7a settimana della stagione 2010

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 43
Partite totali da titolare 29
Yard su ricezione 2.871
Touchdown su ricezione 27

Statistiche aggiornate alla stagione 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2010 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 23 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Gamecenter: Cowboys 24 Giants 17, NFL.com, 5 settembre 2012. URL consultato il 6 settembre 2012.
  3. ^ (EN) Game Center: New Orleans 34 Dallas 31, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  4. ^ (EN) Top 100 Players of 2013, NFL.com, 6 giugno 2013. URL consultato il 7 giugno 2013.
  5. ^ (EN) Game Center: Dallas 16 Kansas City 17, NFL.com, 15 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  6. ^ (EN) Game Center: St. Louis 7 Dallas 31, NFL.com, 22 settembre 2013. URL consultato il 24 settembre 2013.
  7. ^ (EN) Game Center: Denver 51 Dallas 48, NFL.com, 7 ottobre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2013.
  8. ^ (EN) Game Center: Dallas 17 Philadelphia 3, NFL.com, 20 ottobre 2013. URL consultato il 20 ottobre 2013.
  9. ^ (EN) Game Center: Dallas 30 Detroit 31, NFL.com, 27 ottobre 2013. URL consultato il 27 ottobre 2013.
  10. ^ (EN) Game Center: Oakland 24 Dallas 31, NFL.com, 28 novembre 2013. URL consultato il 29 novembre 2013.
  11. ^ (EN) Game Center: Green Bay 37 Dallas 36, NFL.com, 15 dicembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2013.
  12. ^ (EN) Game Center: Dallas 24 Washngton 23, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  13. ^ (EN) 2014 Pro Bowl: Complete rosters, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 28 dicembre 2013.
  14. ^ (EN) The Top 100 Players of 2014, NFL.com, 25 giugno 2014. URL consultato il 26 giugno 2014.
  15. ^ (EN) Game Center: Philadelphia 24 Dallas 22, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  16. ^ Nfl, magia di Rodgers: Packers ai playoff; ok pure Eagles e Chargers, La Gazzetta dello Sport, 30 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  17. ^ (EN) Game Center: Dallas 26 Tennessee 10, NFL.com, 14 settembre 2014. URL consultato il 14 settembre 2014.
  18. ^ (EN) Game Center: Dallas 34 St. Louis 31, NFL.com, 22 settembre 2014. URL consultato il 22 settembre 2014.
  19. ^ (EN) Game Center: New Orleans 17 Dallas 38, NFL.com, 28 settembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]