Jimmy Clausen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jimmy Clausen
Jimmy Clausen All-American (cropped).jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 98 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Free agent
Carriera
Giovanili
2007 - 2009 Stemma Notre Dame Fighting Irish Notre Dame Fighting Irish
Squadre di club
2010 - 2012 Stemma Carolina Panthers Carolina Panthers
Statistiche aggiornate al 31 agosto 2013

James Richard "Jimmy" Clausen (Thousand Oaks, 21 settembre 1987) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback nella National Football League (NFL) e attualmente è free agent. Fu scelto nel corso del secondo giro (48°assoluto) del Draft NFL 2010 dai Panthers. Al college ha giocato a football all'Università di Notre Dame.

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Carolina Panthers[modifica | modifica sorgente]

Clausen fu scelto nel corso del secondo giro del Draft 2010 dai Carolina Panthers[1]. Fece il suo debutto nella sconfitta contro i New York Giants nella settimana 1 dopo che il quarterback titolare Matt Moore dovette uscire dal campo a causa di una commozione cerebrale. Dopo una cattiva prestazione di Moore nella settimana 2 contro i Tampa Bay Buccaneers, Clausen prese il suo posto nel finale di partita. Completò 7 passaggi su 13 tentativi per 59 yard, un intercetto subito e un fumble nella sua ultima giocata. La settimana successiva, Clausen disputò la sua prima gara da titolare contro i Cincinnati Bengals, completando 16 passaggi su 33 per 188 yard, un intercetto e tre fumble, di cui due persi. Durante la partita le telecamere della tv inquadrarono il wide receiver Steve Smith avvicinarsi a Clausen, che stava parlando con un assistente allenatore, e urlare verso il rookie. Smith prima se ne andò ma poi fece ritorno aggiungendo qualcos'altro, prima di essere trascinato via dal tight end Jeff King. A quel punto, Smith lanciò a terra un bicchiere di Gatorade. L'incidente fu in seguito minimizzato da Smith. Nella seconda gara di Clausen come titolare, la settimana seguente contro i New Orleans Saints), questi completò 11 passaggi su 21 per 146 yard e il primo passaggio da touchdown in carriera per Jonathan Stewart.

Dopo sole tre gare come titolare, Clausen fu messo in panchina dopo aver completato solo il 47% dei suoi passaggi. Tornò titolare nella settimana 9 contro i Baltimore Ravens lanciando due intercetti. Dopo non essere sceso in campo nel turno successivo contro i Cleveland Browns, Clausen, complice l'infortunio di Moore, partì come titolare in tutte le ultime 6 gare della stagione, vincendone una sola, contro gli Arizona Cardinals[2], una delle due uniche vittorie della stagione dei Panthers, che terminarono col peggior record della lega. Jimmy concluse la sua annata con 3 touchdown e 9 intercetti, per un passer rating di 58,4.

Nel Draft NFL 2011, i Panthers scelsero come primo assoluto il quarterback Cam Newton e Clausen nelle successive due stagioni non scese più in campo, tranne che in pre-stagione.

Il 31 agosto 2013 fu svincolato[3].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Partite totali 13
Partite da titolare 10
Yard passate 1.558
Touchdown 3
Intercetti 9
Passer rating 58,4

Vittorie e premi[modifica | modifica sorgente]

Nessuno

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) 2010 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 23 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Game Center: Arizona 12 Carolina 19, NFL.com, 19 dicembre 2010. URL consultato il 19 agosto 2013.
  3. ^ (EN) Down to 53: Tracking the NFL's notable roster cuts, NFL.com, 31 agosto 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]