Jimmy Clausen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jimmy Clausen
Jimmy Clausen All-American (cropped).jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 98 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Stemma Chicago Bears Chicago Bears
Carriera
Giovanili
2007-2009 Stemma Notre Dame Fighting Irish Notre Dame Fighting Irish
Squadre di club
2010-2013 Stemma Carolina Panthers Carolina Panthers
2014- Stemma Chicago Bears Chicago Bears
Statistiche aggiornate al 25 agosto 2014

James Richard "Jimmy" Clausen (Thousand Oaks, 21 settembre 1987) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback per i Chicago Bears della National Football League (NFL). Fu scelto nel corso del secondo giro (48°assoluto) del Draft NFL 2010 dai Panthers. Al college ha giocato a football all'Università di Notre Dame.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Carolina Panthers[modifica | modifica wikitesto]

Clausen fu scelto nel corso del secondo giro del Draft 2010 dai Carolina Panthers[1]. Fece il suo debutto nella sconfitta contro i New York Giants nella settimana 1 dopo che il quarterback titolare Matt Moore dovette uscire dal campo a causa di una commozione cerebrale. Dopo una cattiva prestazione di Moore nella settimana 2 contro i Tampa Bay Buccaneers, Clausen prese il suo posto nel finale di partita. Completò 7 passaggi su 13 tentativi per 59 yard, un intercetto subito e un fumble nella sua ultima giocata. La settimana successiva, Clausen disputò la sua prima gara da titolare contro i Cincinnati Bengals, completando 16 passaggi su 33 per 188 yard, un intercetto e tre fumble, di cui due persi. Durante la partita le telecamere della tv inquadrarono il wide receiver Steve Smith avvicinarsi a Clausen, che stava parlando con un assistente allenatore, e urlare verso il rookie. Smith prima se ne andò ma poi fece ritorno aggiungendo qualcos'altro, prima di essere trascinato via dal tight end Jeff King. A quel punto, Smith lanciò a terra un bicchiere di Gatorade. L'incidente fu in seguito minimizzato da Smith. Nella seconda gara di Clausen come titolare, la settimana seguente contro i New Orleans Saints), questi completò 11 passaggi su 21 per 146 yard e il primo passaggio da touchdown in carriera per Jonathan Stewart.

Dopo sole tre gare come titolare, Clausen fu messo in panchina dopo aver completato solo il 47% dei suoi passaggi. Tornò titolare nella settimana 9 contro i Baltimore Ravens lanciando due intercetti. Dopo non essere sceso in campo nel turno successivo contro i Cleveland Browns, Clausen, complice l'infortunio di Moore, partì come titolare in tutte le ultime 6 gare della stagione, vincendone una sola, contro gli Arizona Cardinals[2], una delle due uniche vittorie della stagione dei Panthers, che terminarono col peggior record della lega. Jimmy concluse la sua annata con 3 touchdown e 9 intercetti, per un passer rating di 58,4.

Nel Draft NFL 2011, i Panthers scelsero come primo assoluto il quarterback Cam Newton e Clausen nelle successive due stagioni non scese più in campo, tranne che in pre-stagione.

Il 31 agosto 2013 fu svincolato[3].

Chicago Bears[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 giugno 2014, Clausen firmò coi Chicago Bears, superando Jordan Palmer nel ruolo di prima riserva di Jay Cutler[4].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite totali 13
Partite da titolare 10
Yard passate 1.558
Touchdown 3
Intercetti 9
Passer rating 58,4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2010 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 23 settembre 2012.
  2. ^ (EN) Game Center: Arizona 12 Carolina 19, NFL.com, 19 dicembre 2010. URL consultato il 19 agosto 2013.
  3. ^ (EN) Down to 53: Tracking the NFL's notable roster cuts, NFL.com, 31 agosto 2013. URL consultato il 31 agosto 2013.
  4. ^ (EN) Bears cut Jordan Palmer; Jimmy Clausen wins No. 2 job, NFL.com, 24 agosto 2014. URL consultato il 25 agosto 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]