Servizio ferroviario suburbano di Milano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Voce principale: Trasporti a Milano.
Servizio ferroviario suburbano di Milano
Servizio di trasporto pubblico
Treno della linea S6 in sosta a Milano Porta Venezia
TipoServizio ferroviario suburbano
StatiBandiera dell'Italia Italia
Apertura2004
Ultima estensione2024
Linee impiegate12
 
GestoreTrenord
Vecchi gestoriTrenitalia, LeNord, TiLo
Mezzi utilizzatiTSR
TAF
E.464+carrozze PR
E.464+carrozze 2P
E.464+Carrozza Vivalto
ATR 115-125
Caravaggio[1]
 
N. stazioni e fermate124
Lunghezza403 km
Passeggeri
al giorno
all'anno
Fonte:[2]
230 000
83 950 000
Trasporto pubblico

Il servizio ferroviario suburbano di Milano è un sistema di trasporto pubblico locale dell'area metropolitana milanese.

È costituito da dodici linee, undici gestite da Trenord e una da un'Associazione temporanea di imprese (ATI) composta dalla stessa società assieme ad ATM.

La rete offre collegamenti tra i centri dell'area metropolitana e la città di Milano, permettendo maggiori coincidenze fra i treni, la metropolitana e le linee urbane di ATM.

Fulcro del servizio è il passante ferroviario, una linea ferroviaria sotterranea che attraversa la città da nord-ovest a est, dove confluiscono cinque linee S raggiungendo una frequenza media di un treno ogni sei minuti, che ha la funzione di distribuire il traffico dei passeggeri sulle altre linee suburbane, sulla rete ferroviaria regionale e nazionale, sulla rete di metropolitane e sulle linee di superficie urbane milanesi.

La stazione in cui è possibile l'interscambio tra il maggior numero di linee è Milano Porta Garibaldi, dove si incontrano nove linee su dodici.

Gli orari dei treni delle linee sono cadenzati e simmetrici.

Il 21 dicembre 1997, dopo 13 anni di lavori di costruzione, venne inaugurata la prima tratta, sotterranea, del passante ferroviario di Milano, da Bovisa a Porta Venezia; in concomitanza a ciò, le Ferrovie Nord Milano istituirono un servizio metropolitano, cadenzato con frequenza di quindici minuti,[3] aumentata a dieci minuti dal successivo 22 marzo.[4]

Il 30 maggio 1999 venne attivata la diramazione Lancetti-Certosa, che consentiva il collegamento con la rete FS; contemporaneamente i treni metropolitani vennero prolungati a Varese (via Certosa), a Saronno e a Seveso (via Bovisa).[5]

Il 30 giugno 2002 il passante venne prolungato da Porta Venezia a Dateo e venne anche attivata la stazione di Villapizzone, posta sulla diramazione per Milano Certosa.[5][6]

Le prime linee S

[modifica | modifica wikitesto]
Mappa della rete in origine

La denominazione di servizio ferroviario suburbano venne formalmente introdotta il 12 dicembre 2004, in concomitanza con l'apertura dell'ultima stazione sotterranea del passante ferroviario, Porta Vittoria.

Vennero create le prime sette linee S, numerando i collegamenti esistenti, distinguendoli dai collegamenti di categoria regionale, più rapidi, e regolarizzandone la frequenza a cadenza semioraria. In dettaglio le linee erano:[7]

Il 24 dicembre dello stesso anno venne introdotta anche la linea S9 (Seregno-Milano Lambrate-Milano S. Cristoforo), gestita da TiLo a frequenza oraria, su un percorso completamente nuovo, non interessante il passante ferroviario, che prevedeva l'utilizzo della cintura sud, ai tempi priva di servizi passeggeri[7].

La distinzione del servizio suburbano da quello regionale si ispira alla RER parigina, alle S-Bahn delle città tedesche, austriache e svizzere e al S-tog di Copenaghen.

I primi progetti degli anni ottanta prevedevano la configurazione passante di entrambi i sistemi, regionale e suburbano (allora detto "comprensoriale"). Successivamente si è deciso di mantenere i servizi regionali nella tradizionale configurazione attestata, per non concentrare un traffico troppo intenso sul passante ferroviario, servito solo dalle linee suburbane.

Sviluppo della rete

[modifica | modifica wikitesto]
Mappa geografica del servizio ferroviario suburbano
2005
TSR della linea S1 a Melegnano

Il 5 settembre 2005 furono riorganizzati i servizi serali dopo le 21 e venne creata la cosiddetta "X di Bovisa", permettendo di dimezzare i treni lasciando invariati i collegamenti possibili. In particolare, nelle ore notturne furono soppresse la S4 Milano Cadorna-Seveso e la S1 Milano Porta Vittoria-Saronno. Per sopperire a tali mancanze, ogni mezz'ora, a Bovisa, una corsa della S3 e una corsa della S2 si incontravano allo stesso minuto su due binari serviti dalla stessa banchina attendendosi a vicenda, permettendo di cambiare agevolmente treno sia ai viaggiatori provenienti dal Passante con la S2 e diretti verso Saronno sia a quelli provenienti da Cadorna con la S3 e diretti verso Seveso. Questo avveniva anche in direzione contraria. Con il completamento del passante ferroviario e il prolungamento della S1 su Lodi, per sopperire alla sospensione della S1 dopo le 21, alcune S2 notturne furono classificate semplicemente S, effettuando servizio da Seveso a Lodi[8]. Dal 2012, con una riorganizzazione degli orari serali, sono cambiate le linee che costituiscono questa coincidenza[9].

2006

Dal 19 febbraio 2006 alcune corse della linea S4 furono prolungate da Seveso a Camnago-Lentate, consentendo così di creare un interscambio con i treni regionali Milano-Chiasso[10].

Il 19 giugno 2006 venne attivata la nuova fermata di Milano Romolo, servita dalla linea S9; la fermata consente l'interscambio con la linea M2 della metropolitana[11].

2007

Nel 2007 la linea S2 venne limitata a Milano Bovisa per la costruzione della nuova stazione di Affori.

2008

Con il cambio d'orario del 15 giugno 2008 le linee S1, S2, S5, S6 ed S10 furono prolungate da Milano Porta Vittoria a Milano Rogoredo, dove vennero realizzati cinque binari tronchi per attestarle, ottenendo una importante possibilità di interscambio con i treni regionali e a lunga percorrenza verso Pavia, Genova e la Liguria (RV - IC), verso Bologna, l'Emilia-Romagna, la Toscana, il Lazio e la Campania (RV - IC - AV) e verso Mantova (RE)[12].

A partire dal 1º luglio 2008 la linea S5 venne gestita dalla ATI Trenitalia-LeNord-ATM[13][14]. Nella stessa data hanno cominciato a entrare in servizio quindici nuovi treni TSR, il cui finanziamento era stato offerto dal vincitore dell'appalto all'amministrazione regionale[15].

A dicembre 2008 venne potenziato il servizio lungo la linea Milano-Chiasso: i treni della linea S9 e quelli regionali Milano-Chiasso vennero intercalati, in modo da realizzare tra Milano e Seregno un collegamento lungo tutto l'arco della giornata a intervalli costanti (con 4 corse ogni ora nelle ore di punta dei giorni feriali, 2 ogni ora nelle ore di morbida e nei festivi)[16].

2009

Il 22 aprile venne attivata la stazione di Rho Fiera Milano, servita dalle linee S5 ed S6.[17]

Con il cambio d'orario del 14 giugno venne attivata la fermata di Pregnana Milanese[18], servita dalla linea S6, inizialmente con fermata per 30 treni al giorno (circa uno all'ora)[19]; dal successivo cambio d'orario invernale tale fermata viene progressivamente assegnata a tutti i treni della linea S6[20]. Sempre il 14 giugno, la stazione di Serenella della linea Milano-Saronno assunse la nuova denominazione di Garbagnate Parco delle Groane[21].

Con il cambio orario del 13 dicembre vennero integrate nella rete suburbana due storiche relazioni ferroviarie regionali: la linea Lecco-Milano via Carnate, che diventò la linea S8[22], e la linea Milano-Chiasso, diventata la linea S11[23]. Nel mentre tre linee S modificarono il percorso potenziando il servizio: la linea S1 venne prolungata, nelle sole ore di morbida, a Lodi, la linea S5 venne prolungata a Treviglio su tutte le corse, mentre la linea S6 venne portata a Pioltello-Limito nelle ore di morbida e a Treviglio nelle ore di punta. Le linee S5 ed S6 abbandonarono così la tratta da Milano Porta Vittoria a Milano Rogoredo.[24]

2010

Il 1º febbraio due coppie della linea S10 furono prolungate da Milano Bovisa Politecnico a Malpensa Aeroporto.[25] Nei mesi successivi questo tipo di servizio venne lievemente potenziato e infine soppresso il 12 dicembre in seguito al potenziamento del Malpensa Express[26][27].

Con il cambio d'orario del dicembre 2010, alcune corse della stessa linea hanno come origine la stazione di Garbagnate Milanese, servendo gli impianti di Bollate Centro e di Novate Milanese allo scopo di sopperire alla soppressione delle fermate di alcuni treni regionali provenienti da Como Nord Lago, Novara Nord, Varese Nord e Laveno-Mombello Nord in direzione di Milano Cadorna[28][29]. Il 13 giugno la linea S1 fu prolungata da Milano Rogoredo a Lodi per tutto il giorno dalle 6 alle 21, sostituendo completamente il servizio ferroviario regionale in questa tratta.[30]

2011

Il 26 marzo fu chiusa la vecchia stazione di Affori, sostituita poi da un nuovo impianto sito nei pressi della fermata di Affori FN della linea M3 della metropolitana milanese, anch'essa di nuova apertura. È stato reso così possibile l'interscambio tra quest'ultima linea metropolitana e le linee suburbane S2 e S4.[31]

Il 1º maggio si concluse il procedimento di conferimento delle attività di LeNord e della Divisione Regionale Passeggeri di Trenitalia in Trenitalia LeNord, che ha contestualmente modificato il nome in Trenord e che ha preso in carico la gestione esclusiva di tutte le linee suburbane tranne la S5, di cui è continuata la gestione in associazione con ATM.[32]

Il 12 giugno la linea S9 è stata prolungata da Milano San Cristoforo ad Albairate-Vermezzo[33] e vi è stata aperta la nuova fermata di Cesano Maderno (località già servita dalle linee S2 ed S4) in sostituzione della precedente.[34] Tale fermata, trovandosi in corrispondenza del ponte della ferrovia Novara-Seregno, risultava così predisposta per l'interscambio con il servizio S9 da Seregno a Saronno.

Il 5 settembre furono introdotte 7 nuove corse sulla linea S2; altre 4 corse della linea S4 furono attestate alla stazione di Camnago-Lentate[35].

L'11 dicembre la linea S10 venne prolungata fino a Pavia e ridenominata S13[36]. Contestualmente vennero soppresse, per i treni regionali, le fermate tra Milano Rogoredo e Pavia, da allora effettuate solo dai treni S13.

2012

Il 9 dicembre la linea S9 viene prolungata dalla stazione di Seregno a quella di Saronno, con l'apertura delle nuove stazioni e fermate di Saronno Sud, Seveso-Baruccana, Ceriano Laghetto-Solaro e Ceriano Laghetto Groane e della nuova parte di quella di Cesano Maderno[37][38].

In tale occasione è anche stato rivisto il servizio serale delle linee S1, S2, S3, S4 ed S13[39][40].

La linea S1 ha ottenuto la cadenza semioraria verso Lodi anche alla sera e nel weekend; in direzione Saronno invece la linea, di sera, è stata limitata a Milano Bovisa, sostituita nel restante percorso dall'estensione del servizio della linea S3[9]. Anche la linea S2 non effettua più alcun servizio in orario serale; il collegamento da Milano a Seveso viene assicurato dalla linea S4, in funzione tutti i giorni dalle 6 alle 24. La X di Bovisa, creata nel 2005 tramite la coincidenza fra le linee S2 ed S3[8], viene così mantenuta, ma realizzata dalle linee S3, S4 ed S13[9].

2013

Il 9 giugno venne attivata la fermata di Pieve Emanuele, servita dalla linea S13 (in precedenza, nonostante la ferrovia Milano-Genova attraversasse Pieve Emanuele, tale località non era dotata di stazione)[41]; il 22 giugno successivo venne attivata la fermata di Cesano Maderno Groane, servita dalla linea S9[42].

Con il cambio orario del 15 dicembre le corse della linea S4 aventi in precedenza come origine e destinazione la stazione di Meda vennero attestate presso l'impianto di Camnago; a partire dalla stessa data, la linea S2 fu limitata a Seveso, per permettere lavori di potenziamento infrastrutturale sulla linea Milano-Asso[43]. A marzo 2024, tutti i treni della linea S2 sono ancora limitati a Seveso, fuorché alcune coppie attestate a Meda e a Mariano Comense.

2014

Il 25 ottobre venne attivata la nuova stazione di Milano Bruzzano in sostituzione dell'impianto preesistente, lungo le linee S2 e S4[44].

Con il cambio orario del 14 dicembre 2014, dopo opportuni lavori di ammodernamento infrastrutturale, è stata integrata nel servizio suburbano la linea ferroviaria Lecco-Milano Porta Garibaldi via Molteno, diventata la linea S7. Con la nuova denominazione il servizio è stato potenziato con treni a cadenza oraria anche nei festivi[45], mentre in precedenza il servizio festivo veniva svolto con corse ogni due ore. Con lo stesso cambio d'orario venne assegnata la fermata di Pregnana Milanese ad altri 2 treni della linea S6[45] e la fermata di Rho Fiera Milano assunse la nuova denominazione di Rho Fiera Expo Milano 2015[46].

2015, pre Expo

In occasione dell'evento Expo 2015 è entrato in vigore, il 26 aprile, il potenziamento del servizio.[47] La linea S2 è stata ripristinata sull'intero percorso (venendo però nuovamente limitata a Seveso dopo pochi giorni), mentre la linea S11 è stata prolungata su tutte le corse da Milano Porta Garibaldi a Rho. È stata inoltre istituita, solo per il periodo dell'evento espositivo, la linea S14, tra Rho e Milano Rogoredo, a rinforzo degli altri collegamenti. Lo stesso giorno è entrata in servizio la nuova stazione di Cormano-Cusano Milanino, servita dalle linee S2 e S4, che ha sostituito le stazioni di Cormano-Brusuglio e di Cusano Milanino.[48] Il 9 maggio è stata attivata la stazione di Milano Forlanini, che permette l'interscambio tra le linee S5, S6 e S9.[49]

2015, post Expo

A partire dal 1º novembre 2015, subito dopo la fine di Expo, alcuni potenziamenti sono stati disattivati. La linea S14 Rho-Milano Rogoredo è stata soppressa e la linea S11 è stata parzialmente ri-arretrata da Rho a Milano Porta Garibaldi: da allora, normalmente, è attestato a Rho solo un treno ogni ora nei soli giorni feriali tra le 7 e le 21 e il prolungamento su Rho di tutti i treni viene attivato solamente durante gli eventi espositivi.[50]

Il 13 dicembre la stazione di Rho Fiera Expo Milano 2015 riassunse la denominazione di Rho Fiera.[51]

2016

A partire dal 12 settembre 2016 vengono istituite le prime 4 corse della linea S12, che collega la stazione di Melegnano con quella di Milano Bovisa Politecnico, transitando per il passante di Milano[52].

2018

Con il cambio orario del 10 dicembre 2018 vennero soppresse le fermate di Ceriano Laghetto Groane e di Cesano Maderno Groane, fino ad allora servite dalla linea S9.[53]

2020
Caravaggio della linea S11 in sosta alla stazione di Como San Giovanni

Nelle prime fasi della pandemia di COVID-19, a causa del crollo del numero di passeggeri, il servizio sulle linee S4 e S9 ha visto ridursi la propria frequenza, la linea S3 ha subito la soppressione di tutte le corse dalle 9 alle 22, e le linee S2 e S12 sono state sospese.[54] Il servizio è successivamente tornato gradualmente alla normalità, eccetto che per la linea S12 che è stata riattivata ad agosto 2023.[55]

Durante l'anno è stato aperto il cantiere della stazione di Milano Tibaldi, tra le fermate di Milano Romolo e Milano Porta Romana. L'inaugurazione della stazione, servita dalla linea S9, è avvenuta nel dicembre 2022. Nello stesso anno alcune corse della linea S11 sono state limitate a Como San Giovanni, in particolar modo quelle effettuate con i nuovi elettrotreni a doppio piano prodotti da Hitachi Rail denominati Caravaggio, che hanno una sagoma con dimensioni tali da non renderli in grado di percorrere la galleria "Monte Olimpino 1" tra Como e Chiasso, che sarà oggetto di lavori di adeguamento a tale scopo entro il 2025.[56]

2021

Con il cambio d'orario del 13 giugno 2021 è stata attivata la nuova stazione di Como Camerlata, che ha sostituito la stazione di Albate-Camerlata, sulla linea S11. La nuova stazione si trova in corrispondenza dell'omonima stazione sulla ferrovia Saronno-Como di FNM, con cui consente l'interscambio. A novembre sono stati inoltre terminati i lavori di posa del terzo binario tra Milano Affori e Cormano-Cusano Milanino.[57]

2022

Il 23 luglio 2022 la circolazione dei treni all'interno del passante ferroviario è stata interrotta a seguito della rilevazione di un'usura anomala delle ruote dei convogli,[58] in parte fatta risalire a un guasto a un erogatore di lubrificante[59], di conseguenza le linee suburbane che attraversano tale tratta sono state in parte soppresse, in parte limitate ed in parte ri-organizzate con percorsi alternativi. Dopo una serie di verifiche tecniche e interventi di ripristino, le linee S1, S5 e S13 sono tornate a circolare regolarmente il 29 agosto successivo, mentre il 24 e 26 settembre sono tornate a regime anche, rispettivamente, le linee S6 e S2, ripristinando il servizio regolare dell'intera rete.[58]

Il 5 dicembre viene inaugurata la stazione di Milano Tibaldi,[60] in prossimità dell'università Bocconi, che viene servita dalla linea S9 a partire dall'11 dicembre successivo, con l'entrata in vigore dell'orario invernale.[61]

2023

Il 28 agosto 2023, dopo innumerevoli richieste da parte dei pendolari, è stata riattivata[62] la linea S12, sospesa nel marzo 2020, allo scoppio della pandemia di COVID-19. L'offerta iniziale prevede 8 corse (4 partenze da Milano Bovisa e 4 partenze da Melegnano), andando così a rafforzare la linea S1 nella tratta centrale. È stata inoltre riportata a frequenza semioraria la linea S9.[63]

2024

Con il cambio d'orario del 9 giugno 2024, dal 10 giugno 2024 la linea S12 è stata estesa da Milano Bovisa Politecnico fino a Cormano-Cusano Milanino e la linea S13 da Milano Bovisa Politecnico fino a Garbagnate Milanese.

Mappa schematica del servizio ferroviario suburbano e della rete metropolitana milanese a maggio 2024

Al 2024, le linee suburbane in esercizio sono 12.

Linea Percorso Inaugurazione o integrazione Ultima estensione Lunghezza totale Stazioni Gestore Note
Saronno-Lodi 2004 2009 55,4 km 25 Trenord -
Mariano Comense-Milano Rogoredo 2004 2015 34,7 km 20 -
Saronno-Milano Cadorna 2004 - 22,0 km 13 -
Camnago-Lentate-Milano Cadorna 2004 2006 21,2 km 13 -
Varese-Treviglio 2004 2009 92,6 km 31 ATI (Trenord - ATM) -
Novara-Treviglio 2004 2009 83,5 km 25 Trenord -
Lecco-Molteno-Milano Porta Garibaldi 2014 - 57,0 km 22 -
Lecco-Carnate-Milano Porta Garibaldi 2009 - 49,9 km 13 -
Saronno-Albairate 2004 2022 64,0 km 24 -
Chiasso-Rho 2008 2015 63,9 km 18 -
Cormano-Cusano Milanino-Melegnano 2016 2024 22,4 km 15
Garbagnate Milanese-Pavia 2011 2024 39 km 19 -

La linea S1 congiunge Saronno a Lodi, percorrendo la ferrovia Milano-Saronno, il passante ferroviario di Milano e la ferrovia Milano-Bologna. I treni sono cadenzati ogni 30 minuti. Il servizio nei giorni feriali si svolge dalle 5:00 alle 21:30; dopo le 21:30 è limitato alla tratta Milano Bovisa Politecnico-Lodi. Nei giorni festivi invece le corse mattutine sono limitate da Lodi fino a Milano Bovisa e vice versa, per poi tornare fino a Saronno dalla tarda mattinata.

La linea S2 congiunge la stazione di Mariano Comense alla stazione di Milano Rogoredo, percorrendo parte della linea Milano-Asso di Ferrovienord e attraversando la città di Milano lungo il passante. La stazione capolinea a nord è ufficialmente la stazione di Mariano Comense, ma attualmente il servizio è di fatto limitato a Seveso a tempo indeterminato, secondo accordi tra Regione Lombardia e l'impresa ferroviaria. Alcuni collegamenti mattutini vengono comunque attestati a Meda (tre coppie nell'ora di morbida) e Mariano (una coppia di treni). A inizio 2024 sono iniziati i lavori di raddoppio dei binari nella tratta Seveso-Meda, al termine dei quali i treni torneranno ad avere come capolinea Meda.[senza fonte]

Il servizio viene effettuato solamente nei giorni lavorativi e la griglia oraria sull'intero percorso non è completa; l'arco di servizio è dalle 5:00 alle 22:30 circa. Nella tratta Milano Bovisa-Seveso la linea è intercalata alla S4 (Milano Cadorna - Camnago-Lentate), realizzando una frequenza di 4 treni/h. In tarda serata e nelle giornate non lavorative il servizio è sostituito dalle linee S4 da Seveso a Milano Bovisa Politecnico e dalle linee S1 ed S13 da Milano Bovisa Politecnico a Milano Rogoredo.[64]

La linea S3 congiunge la stazione di Milano Cadorna a quella di Saronno, percorrendo l'intera ferrovia Milano-Saronno di Ferrovienord. Nella tratta Milano Bovisa Politecnico-Saronno è intercalata alla linea S1, in modo da garantire una frequenza di 15 minuti tra Milano e Saronno. In orario serale la linea S3 sostituisce totalmente la linea S1 tra le stazioni di Milano Bovisa Politecnico e Saronno. Tra le linee suburbane milanesi la S3 si può considerare, a livello di servizio, quella che ricalca maggiormente gli standard delle linee S-Bahn "austro-germaniche", ovvero con corse giornaliere a orario cadenzato e simmetrico ogni 30 minuti, che si svolgono sempre sullo stesso percorso, senza periodicità (circolanti in modo uguale tutti i giorni di tutto l'anno) e con un arco di servizio dalle ore 5:00 all'1:00 circa.

La linea S4 congiunge la stazione di Milano Cadorna a quella di Camnago-Lentate, percorrendo parte della ferrovia Milano-Asso di Ferrovienord. Nella tratta Milano Bovisa - Seveso i servizi della linea S4 sono intercalati a quelli della linea S2, realizzando una sovrapposizione d'orario che crea un cadenzamento con transiti ogni 10 minuti e 20 minuti nelle stazioni servite. In orario serale, nei giorni di sabato e festivi la linea S4 sostituisce totalmente la linea S2 nella medesima tratta.[64] Il servizio si articola con corse cadenzate circolanti tutti i giorni dell'anno, ogni 30 minuti dalle 5:00 a mezzanotte. Nelle ore più tarde della serata sono previsti autobus sostitutivi in partenza dal capoluogo lombardo, che effettuano tutte le fermate della linea S4 fino a Seveso per poi proseguire verso Meda, Cabiate e Mariano Comense.

La linea S5 congiunge la stazione di Varese a quella di Treviglio, attraversando la città di Milano; con i suoi quasi 93 km di lunghezza è la più lunga tra le 12 linee in servizio. I convogli percorrono la linea Porto Ceresio-Milano, il passante ferroviario di Milano e la linea Milano-Venezia. Dal 2008 la linea è gestita da una ATI formata da Trenord e ATM,[65] quindi è l'unica linea suburbana non gestita integralmente da Trenord. I servizi sono intercalati a quelli della linea S6 tra Rho e Treviglio nelle ore di punta e tra Rho e Pioltello nelle altre fasce orarie, realizzando un cadenzamento ogni 15 minuti tra una corsa e l'altra.[66] Il servizio viene svolto con corse cadenzate ogni 30 minuti dalle ore 05 alle ore 00: data l'elevata lunghezza della linea, le corse negli orari di inizio e fine del servizio non percorrono l'intera tratta ma circolano solo tra Gallarate e Pioltello-Limito. Anche nei giorni festivi il servizio subisce riduzioni nelle tratte Varese-Gallarate e Pioltello-Treviglio, abbassando la frequenza a oraria, mentre rimane semioraria nella tratta centrale, tra Gallarate e Pioltello-Limito.

Con il cantiere della stazione di Bergamo è allo studio la possibilità di attestare i treni che attualmente arrivano a Treviglio a .23 di ogni ora (partenza da Varese FS a .13) e quelli che partono da Treviglio a .40 (arrivo a Varese a .47) nella stessa stazione di Bergamo: lo scopo è quello di limitare i disagi dovuti alla diminuzione delle corse sulla linea R2 Bergamo - Treviglio dovuta al cantiere in corso.[senza fonte]

La linea S6 congiunge la stazione di Novara a quella di Treviglio. Il servizio è svolto da convogli che percorrono la ferrovia Torino-Milano, il passante ferroviario di Milano e la ferrovia Milano-Venezia. Il servizio si compone di corse cadenzate ogni 30 minuti dalle ore 05 alle ore 00; la stazione di Treviglio è raggiunta solamente negli orari di punta dei giorni lavorativi, mentre negli orari di morbida i treni fanno capolinea alla stazione di Pioltello-Limito;[66] nei giorni di domenica e festivi i treni sono tutti limitati al tratto Novara-Pioltello, sempre con cadenza semi-oraria, e il servizio tra la stazione di Milano Certosa e quella di Novara, negli orari mattutini, subisce limitazioni. Nella tratta Rho - Treviglio i servizi sono intercalati a quelli della linea S5 (nelle ore di morbida ciò avviene solo fino a Pioltello), realizzando un cadenzamento di 15 minuti tra una corsa e l'altra.[66]

La linea S7, attiva dal 14 dicembre 2014,[67] congiunge la stazione di Lecco a quella di Milano Porta Garibaldi passando per Molteno (la linea S8, che ha gli stessi capolinea, ha un percorso differente). Percorre la linea Monza-Molteno e parte della linea Como-Lecco. La linea S7 sostituisce totalmente il precedente servizio regionale Milano-Molteno-Lecco, che viene così potenziato ed esteso anche ai giorni festivi.[45] È l'unica linea del servizio suburbano milanese che percorre tratti non elettrificati (tra Monza e Lecco[N 1]), venendo quindi servita da treni a trazione termica.

Il servizio è cadenzato con corse, di base, ogni 60 minuti tra entrambi i capolinea; nei giorni lavorativi sono presenti alcuni treni di rinforzo in entrambe le direzioni, alcuni dei quali limitati a Molteno o a Besana, i quali portano la frequenza a 30 minuti. Questa limitazione è riconducibile anche al tracciato a binario unico, dove diverse stazioni originariamente dotate di binario d'incrocio sono state trasformate in fermate a binario singolo, diminuendo così la capacità della linea in ambo le direzioni. Tra Lecco e Monza le stazioni dotate di binari d'incrocio sono Valmadrera, Oggiono, Molteno, Costa Masnaga, Besana, Triuggio e Villasanta Parco.

Nel marzo 2015 viene firmato un accordo tra il Comune di Monza, la Regione Lombardia e RFI per la realizzazione della nuova fermata Monza Est Parco, che dovrebbe trovarsi circa a metà fra le stazioni di Monza Sobborghi e Villasanta Parco.[68][69] A settembre 2023, è stato realizzato il solo sottopasso, senza nessuna pensilina o predisposizione di fermata.

La linea S8 congiunge la stazione di Lecco a quella di Milano Porta Garibaldi percorrendo la linea Milano-Lecco, via Carnate. La linea è nata nel 2008/2009 a seguito del cadenzamento del "quadrante Nord Lombardia", sostituendo il precedente servizio regionale tra Lecco e Milano. Il servizio si compone di corse cadenzate così strutturate: dal lunedì al sabato una corsa ogni 30 minuti dalle 05 alle 21 ed una corsa ogni 60 minuti dalle 22 alle 23, di domenica e nei giorni festivi una corsa ogni 60 minuti dalle 05 alle 23[70]. Il servizio S8 serale e notturno (fascia oraria 22-23) ha come capolinea la stazione di Milano Centrale, per intercettare viaggiatori in arrivo con gli ultimi collegamenti della lunga percorrenza. La stazione di Vercurago-San Girolamo, situata tra quelle di Calolziocorte-Olginate e Lecco Maggianico, è attraversata dai treni S8 senza effettuare fermata (è servita solamente da alcuni treni regionali Lecco-Bergamo).

La linea S9 collega la stazione di Saronno a quella di Albairate-Vermezzo, con un totale di 21 fermate. I convogli percorrono le linee Saronno-Seregno e Chiasso-Milano, quindi la linea di cintura, la cintura sud e la Milano-Mortara. La S9 è stata la prima linea suburbana a non impiegare il passante ferroviario e, con la sua attivazione, la cintura sud è tornata, dopo 10 anni di inutilizzo, a essere servita da treni passeggeri.[71] Nata nel 2004 con percorso tra Milano San Cristoforo e Seregno, nel giugno 2011 venne prolungata verso sud fino ad Albairate-Vermezzo e nel dicembre 2012 venne prolungata verso nord-ovest fino a Saronno; per effettuare il prolungamento su Saronno è stata ricostruita la ferrovia Saronno-Seregno, che dal 1958 era utilizzata unicamente per servizi merci e non era più elettrificata dal 1977. Particolarità della linea è il fornire un collegamento diretto tra alcuni grandi poli universitari milanesi, presso le stazioni di Monza (Università Bicocca - Ospedale San Gerardo), Milano Greco Pirelli (Università Bicocca), Milano Lambrate (Politecnico di Milano e Università degli Studi), Milano Romolo (IULM) e Milano Tibaldi (Università Bocconi). La tratta Seregno - Milano Greco Pirelli è percorsa anche dalla linea suburbana S11, permettendo di avere treni cadenzati ogni quindici minuti fino alle 22 in entrambe le direzioni. Il servizio si compone di corse cadenzate ogni 30 minuti dalle 05.30 alle 22.30, con riduzioni al mattino dei giorni festivi. Negli orari di inizio e fine del servizio, per esigenze di turnazione del materiale rotabile, alcuni treni hanno come origine o destinazione la stazione di Milano Porta Garibaldi. Nell'orario invernale del 2018 sulla linea sono state soppresse le fermate di Cesano Maderno Groane e Ceriano Laghetto Groane, quest'ultima ripristinata con 6 coppie di corse solo nei giorni festivi.

La linea S11 congiunge la stazione di Como San Giovanni con quella di Milano Porta Garibaldi, con alcuni treni che proseguono la corsa fino alle stazioni di Chiasso e Rho, percorrendo la linea Milano-Chiasso e transitando per le città di Como, Seregno, Desio, Lissone e Monza. È nata contemporaneamente alla linea S8, sostituendo il servizio regionale Milano-Como-Chiasso. I treni della S11 sono intercalati a quelli della S9 tra le stazioni di Seregno e Milano Greco Pirelli, permettendo di avere un treno ogni quindici minuti fino alle ore 22. La linea è nata nel 2008 a seguito del cadenzamento del "quadrante Nord Lombardia" ereditando il precedente servizio regionale tra Chiasso e Milano. Il 26 aprile 2015 tutti i treni della linea sono stati prolungati da Milano Porta Garibaldi a Rho, come previsto dal piano di potenziamento dei servizi ferroviari in occasione dell'evento Expo 2015.[72] Dal 1º novembre dello stesso anno, con il termine di Expo 2015, il servizio è stato alleggerito e solo una delle due corse effettuate ogni ora ha capolinea a Rho, mentre l'altra termina a Milano Porta Garibaldi; dalle ore 21 i treni da Chiasso e Como effettuano tutti capolinea a Milano Porta Garibaldi. Il sabato, la domenica e nei festivi vi è comunque una corsa ogni 30 minuti (dalle 05 alle 23) ma tutte le corse sono attestate a Milano Porta Garibaldi. In occasione di eventi fieristici importanti presso il polo espositivo di Rho, nei soli giorni di durata degli eventi, tutte le corse della linea vengono nuovamente prolungate a Rho.

A partire dal 2019 sono state ridotte le corse verso la città di Chiasso, limitandone una su due presso l'impianto di Como San Giovanni; tale rimodulazione del servizio è imputabile in parte all'acquisto dei nuovi elettrotreni a doppio piano Caravaggio di Hitachi Rail (entrati in operatività sulla linea dal 2020), i quali sono impossibilitati a percorrere la galleria "Monte Olimpino 1" tra Como e Chiasso, a causa dell'incompatibilità della sagoma[56]; da allora, le due corse effettuate ogni ora sono una tra Milano Porta Garibaldi e Chiasso e l'altra tra Rho e Como San Giovanni nei giorni lavorativi e tra Milano Porta Garibaldi e Como San Giovanni nei giorni non lavorativi. La suddetta galleria dovrebbe essere oggetto di lavori di adeguamento entro il 2025, che consentirebbero di ripristinare la precedente configurazione del percorso[73], sebbene l'iter legato all'attuazione dell'opera non abbia ancora ricevuto il via libera da parte degli enti coinvolti.

La linea S12, attivata nel 2016, congiunge la stazione di Cormano-Cusano alla stazione di Melegnano, attraversando Milano lungo il passante ferroviario e la ferrovia Milano-Bologna. È l'unica linea suburbana a non aver mai adottato un orario cadenzato e strutturato sull'intero arco della giornata. Fu attivata nel 2016 con due coppie di corse nei giorni feriali, in orari di punta mattutina; era previsto il progressivo arricchimento dell'offerta del servizio. La linea era stata ideata come rinforzo negli orari di maggiore affluenza di pendolari, e pertanto costituito da corse non cadenzate, attive solamente nelle fasce orarie di punta lavorativa e studentesca.[senza fonte]

La linea è stata sospesa nel marzo 2020, a causa del crollo del numero di viaggiatori allo scoppio della pandemia di COVID-19,[54] e a lungo non riattivata, nonostante le proteste dei viaggiatori e degli enti locali dei territori interessati.[55] La riattivazione è avvenuta il 28 agosto 2023, con un'offerta iniziale di 4 coppie di treni. [74][75] È stato annunciato, a partire dai primi mesi del 2024, un progressivo arricchimento dell'offerta, andando così a ottenere, insieme alla S1, nelle stazioni della tratta servita, una frequenza di un treno ogni 15 minuti; a partire dal 10 giugno 2024 la linea S12 effettua dieci coppie di treni tra Cormano-Cusano e Melegnano, mentre una coppia è limitata alla tratta tra Cormano-Cusano e Milano Rogoredo.[76]

La linea S13 congiunge la stazione di Garbagnate Milanese alla stazione di Pavia percorrendo il passante ferroviario e la linea Milano-Genova. La linea è nata come prolungamento della linea S10, che collegava la stazione di Bovisa con quella di Milano Rogoredo,[77] ricevendo il numero identificativo 13 per evitare confusione con la linea S10 del Canton Ticino, che intercetta il servizio suburbano di Milano a Como. Il servizio si articola con corse cadenzate ogni 30 minuti, dalle 5:00 alle 23:00, ogni giorno dell'anno; nei giorni lavorativi le corse effettuate tra le 7:00 e le 19:00 sono attestate a Garbagnate Milanese e le altre a Milano Bovisa-Politecnico, mentre nei giorni di sabato e festivi tutte le corse si svolgono tra Pavia e Milano Bovisa-Politecnico. Nei giorni festivi, al mattino, alcune corse sono limitate al percorso urbano del passante ferroviario di Milano.[senza fonte]

A fine 2016 sono stati avviati i lavori alla stazione di Garbagnate Milanese per prolungarvi la linea S13, fino a quel momento attestata a Milano Bovisa-Politecnico, con l'intento di alleggerire la pressione di passeggeri sui convogli durante le ore di punta.[78] I lavori sono stati completati nel 2021[79] ed il prolungamento è stato attivato, nelle ore diurne dei giorni feriali, dal 10 giugno 2024[80]: le corse non sono distanziate equamente tra loro, dal momento che i treni delle linee S1 e S3, già intercalate ogni 15 minuti da prima dell'inserimento della S13, non hanno cambiato orari.

Linee non più attive

[modifica | modifica wikitesto]
Linea Percorso Inaugurazione Chiusura Lunghezza totale Stazioni Note
Milano Bovisa-Milano Rogoredo 2004 2011 11,6 km 8 Rinominata S13 e prolungata a Pavia
Milano Rogoredo-Rho 2015 2015 21,1 km 11 Attiva solo nel periodo dell'Expo 2015

La linea S10, attiva dal 2004 al 2011, collegava la stazione di Milano Bovisa Politecnico con la stazione di Milano Rogoredo; era una linea esclusivamente urbana e serviva come rinforzo alle altre linee transitanti nel passante ferroviario. Dal gennaio 2010 al dicembre 2010, in attesa del potenziamento del servizio Malpensa Express tra Milano Centrale e Malpensa, la linea venne prolungata a Malpensa Aeroporto; con l'attivazione dei nuovi servizi Malpensa Express tale servizio non è più risultato necessario ed è stato eliminato. Con l'orario invernale 2011/2012, la linea è stata prolungata fino a Pavia e rinominata linea S13, in modo da non creare confusione con la linea S10 del Canton Ticino, nell'ottica di un'interazione dei servizi ferroviari nell'area insubre.[77]

La linea S14, attivata unicamente nel periodo di Expo 2015 (dal 1º maggio al 31 ottobre 2015), congiungeva le stazioni di Rho e Milano Rogoredo attraversando il passante, con lo scopo di rinforzare i collegamenti tra la stazione di Rho Fiera, scalo a diretto servizio dell'esposizione universale, e il centro cittadino, facilitando gli interscambi da e per Rho Fiera con i collegamenti a lunga percorrenza presso Milano Rogoredo. Il servizio era offerto tutti i giorni con un cadenzamento semiorario delle corse dalle 9 a mezzanotte.[45]

Mappe delle linee

[modifica | modifica wikitesto]

Mezzi utilizzati

[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio ferroviario suburbano di Milano utilizza prevalentemente convogli in grado di trasportare un gran numero di passeggeri in lunghezze limitate, in modo tale da soddisfare le esigenze in termini di capacità di carico dettate dal notevole traffico pendolare che gravita intorno a Milano e rientrare nella lunghezza delle banchine delle fermate extraurbane più corte e datate. Sulle linee che utilizzano il passante ferroviario circolano, di norma, solamente TSR, a volte sostituiti da TAF oppure ETR 425; sulle altre linee vengono impiegati TSR, TAF, ETR 425, ETR 526, ETR 521, composizioni di materiale ordinario formate da locomotive E.464 e carrozze a piano ribassato, carrozze Due Piani o carrozze Vivalto e, sulla linea S7, che impiega in buona parte un tratto non elettrificato, ATR 115 o ATR 125,[81] singoli o in composizioni formate da una sola o entrambe le tipologie di convogli. Occasionalmente, sulle linee S3 e S4 sono impiegati anche i convogli aeroportuali CSA (che normalmente circolano solo sul servizio Malpensa Express) ed ETR 521 ed ETR 522 (noti come ETR521 S1).[82]

Un TSR in livrea Trenord alla stazione di Milano Cadorna

A partire dal mese di gennaio 2024 Trenord ha annunciato una ristrutturazione dei 34 TAF in suo possesso (25 di FNM e 9 di Trenord) con l'applicazione della nuova livrea di Regione Lombardia[83] ed il graduale inserimento nella flotta attiva.[84]

Titoli di viaggio

[modifica | modifica wikitesto]

Per viaggiare sulle linee del servizio ferroviario suburbano di Milano si utilizzano gli stessi biglietti e abbonamenti validi sui servizi ferroviari di categoria regionale in Lombardia, diversi a seconda della tratta ferroviaria di interesse; a partire dal 1º ottobre 2019, sulle tratte interamente comprese nell'area in cui, dal 15 luglio 2019, è in vigore il sistema tariffario integrato dell'area metropolitana milanese STIBM, sono utilizzabili unicamente i titoli di viaggio di tale sistema tariffario, validi su tutti i mezzi di trasporto pubblico locale, indipendentemente dal gestore, nelle tratte all'interno del bacino di competenza.[85] Per viaggiare sul servizio suburbano in tratte non completamente interne all'area di validità del sistema STIBM si utilizzano invece i titoli di viaggio a tariffa regionale emessi da Trenord.[86]

Per i viaggi che hanno come origine o destinazione una stazione appartenente al comune di Milano e per la circolazione all'interno del nodo ferroviario di Milano, sono validi tutti i titoli di viaggio STIBM e tutti i titoli ferroviari regionali che riportano come origine o destinazione la dicitura generica di "Milano". Esclusivamente per la circolazione all'interno del nodo di Milano, sono validi anche gli abbonamenti urbani emessi da ATM, validi su tutti i mezzi di trasporto nelle tratte interne ai confini urbani di Milano.

Dal 1º febbraio 2011 sono utilizzabili anche i biglietti e abbonamenti integrati "Io Viaggio Ovunque in Lombardia" - IVOL, validi su tutte le linee suburbane in quanto validi su tutti i mezzi pubblici regionali della Regione Lombardia;[87] i biglietti e abbonamenti integrati "Io Viaggio Ovunque in Provincia" - IVOP invece valgono solo nelle tratte del servizio suburbano comprese nella provincia attivata;[88] dal 1º ottobre 2019, nelle province che comprendono solamente comuni in cui è attiva la tariffazione STIBM, i titoli IVOP sono stati aboliti.

Proposta nel giugno del 2010 dall'allora assessore del comune di Milano allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli, la Circle Line doveva a suo tempo ricalcare il percorso della S9 partendo dalla stazione di San Cristoforo e terminando a Rho Fiera per totale di 27km e una frequenza proposta di 6 minuti per direzione.[89] Tra le fermate originarie si ipotizzava la realizzazione di Dergano M3, Istria M5, Forlanini M4, Zama, Tibaldi, Canottieri, Città Studi e Monza-Pontano per l'interscambio con M1 e lo stop alle fermate di Certosa, Lambrate M2, Lodi TIBB M3, Romolo M2 e San Cristoforo M4. Ciononostante il progetto ebbe vita breve e la proposta fu completamente accantonata già al 2013[90] fatto salvo della fermata Forlanini. Il 13 luglio 2017 il consiglio comunale di Milano ratifica l'Accordo di Programma Scali Ferroviari tra Comune, Regione, Ferrovie dello Stato Italiane e Savills Investment Management Sgr concernente la riqualificazione delle aree degli scali ferroviari cittadini dismessi, che prevede il finanziamento di nuove stazioni lungo l'attuale linea di cintura, e definisce l'infrastruttura costituita dal corridoio delle cinture ferroviarie di Milano come "cosiddetta Circle Line".[91] Per tali interventi infrastrutturali sul nodo ferroviario milanese il piano prevede 97 milioni di euro di investimenti.[92]

Dotata di numerosi interscambi con le linee della metropolitana e con le altre linee suburbane,[91] la Circle Line, intesa come l'insieme delle cinture ferroviarie di Milano, ha un percorso semicircolare, dalla stazione di Milano San Cristoforo alla stazione di Rho Fiera, parzialmente percorso dall'attuale linea S9. Secondo quanto dichiarato dall'allora assessore all'Urbanistica del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran, lungo la cintura ferroviaria si ipotizza il transito di un treno ogni 10 minuti.[93] Tale frequenza, lungo la cintura Sud, è ipotizzata nell'Accordo di Programma come il risultato della sovrapposizione della linea S9 (ipotizzata sull'itinerario San Cristoforo-Busto Arsizio), della linea S16 (ipotizzata sull'itinerario Albairate-Rho) e dei treni regionali Mortara-Milano Rogoredo.[94]

Secondo quanto ipotizzato, i servizi ferroviari che insisteranno sulle cinture ferroviarie collegheranno alcuni tra i principali poli universitari di Milano con le fermate nei pressi dei campus IULM, Bocconi, Città Studi e il nuovo campus di UniMi presso il Milan Innovation District (MIND).[92] Oltre all'adeguamento delle stazioni già presenti lungo la cintura,[95] verranno realizzate almeno quattro nuove stazioni: Milano MIND-Merlata[96][97], Stephenson, Dergano (con interscambio con la M3) e Tibaldi (inaugurata nel 2022), con l'ipotesi di un'ulteriore stazione presso Istria (con interscambio con la M5). Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile prevederebbe inoltre la realizzazione delle ulteriori fermate Canottieri, Toscana, Puglie, Zama, Ortica, Padova e Bovisasca.[98] Si stima che a regime la linea servirà un bacino di utenza di 5 milioni di abitanti.[99]

Nel novembre 2022 il Consiglio di Stato ha rigettato i ricorsi presentati contro l'Accordo di Programma sbloccando quindi i finanziamenti per la riqualifica delle stazioni. L'orizzonte temporale per il completamento del progetto si attesta al 2030.[99] Attualmente l'unica stazione realizzata ex-novo appartenente al percorso della “Circle line” è la fermata di Milano Tibaldi.

Mappa della Circle line così come prevista dal PUMS.

Altri progetti futuri

[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti progetti, seppur dichiarati pubblicamente, non hanno ancora una scadenza temporale certa e possono essere soggetti a future variazioni:

  • Apertura della nuova fermata di "San Giuliano-Zivido" lungo la S1;[100][101]
  • Raddoppio Seveso - Camnago lungo la linea S4 e raddoppio Seveso - Meda lungo la linea S2, con apertura della fermata intermedia di Barlassina i cui lavori sono iniziati nel novembre 2023;[102][103]
  • Termine del quadruplicamento della linea tra Rho e Parabiago e triplicamento della linea tra Parabiago e Gallarate.[104] L'esecuzione dei lavori è stata bloccata nel 2012 da una sentenza del TAR della Lombardia[105] e dal Consiglio di Stato.[106] Nel luglio 2023, presentate le osservazioni e riaccolto il riesame del progetto con esito positivo, è stata indetta la gara per l'assegnazione dei lavori del quadruplicamento Rho-Parabiago con scadenza fine agosto 2023. Si prevede l'inizio dei lavori nel 2024.[107]
  • Costruzione della stazione di Nerviano tra Parabiago e Vanzago-Pogliano, susseguente al sopraccitato potenziamento della linea ferroviaria tra Rho e Parabiago;[108][109]
  • Realizzazione stabile del collegamento ferroviario diretto Milano Centrale - Rho Fiera - Gallarate - Malpensa Aeroporto, concepito in vista di Expo 2015, susseguente ai lavori per il potenziamento Rho-Parabiago e basato sulla costruzione della "variante del Sempione" i cui lavori sono iniziati nel giugno 2022 e il cui termine è previsto entro dicembre 2024;[110][111]
  • Riqualificazione della stazione di Milano Porta Romana per i giochi olimpici invernali nel 2026 lungo la linea S9 (in corso di attuazione);[112][113]
  • Quadruplicamento Monza - Chiasso per consentire la convivenza di S9 e S11 con traffici regionale, lunga percorrenza e merci sensibilmente incrementati a seguito dell'apertura della galleria di base del San Gottardo;[102][114]
  • Raddoppio del binario da Albairate - Vermezzo a Mortara per consentire il prolungamento del servizio suburbano ad Abbiategrasso, almeno a frequenza oraria;[102][115]
  • Attivazione della linea S14 Milano Rogoredo - Magenta a seguito di un adeguamento dell'infrastruttura, con cadenzamento 10'/20' rispetto a S6;[102]
  • Attivazione della linea S15 Milano Rogoredo - Parabiago, con cadenzamento 10'/20' rispetto a S5, e prolungamento della linea S11 a Parabiago a seguito del quadruplicamento Rho-Parabiago:[102]
  • In fase di valutazione: spostamento parziale del capolinea occidentale della linea S5 da Varese a Malpensa Terminal 2, a seguito della realizzazione della ferrovia Malpensa T2-Gallarate; attualmente il servizio tra Malpensa, Gallarate e Varese viene effettuato dalla Linea S50 (rete celere del Canton Ticino), con capolinea a Biasca via Lugano e Bellinzona;[102]
  • Quadruplicamento della linea Milano Rogoredo - Pavia (da realizzarsi anche in vista della costruzione del terzo valico dei Giovi e la conseguente istituzione di servizi ad alta velocità tra la Pianura Padana e la Liguria) e prolungamento della linea S2 a Pieve Emanuele o a Pavia con cadenzamento 15' rispetto a S13; apertura della fermata di Poasco-Sesto Ulteriano lungo le linee S2 e S13;[102]
  • Al fine di garantire maggiore regolarità nel servizio alla linea S9, conversione della fermata di Baruccana in punto di incrocio e raddoppio integrale Seregno - Baruccana;[102]
  • Attivazione della linea S17 lungo l'ex raccordo ferroviario Garbagnate Milanese - Arese con fermate Garbagnate Milanese, Garbagnate Ovest e Lainate a frequenza semioraria e in coincidenza sistematica con S1 o S3;[102]
  • Cadenzamento semiorario completo della linea S7, a seguito del raddoppio ed elettrificazione della tratta;[102]
  • Potenziamento infrastrutturale della stazione di Milano Bovisa con aggiunta di nuovi binari per ricevere più servizi provenienti da Milano Porta Garibaldi (lato binario 8) e da Milano Centrale via Milano Porta Garibaldi (lato binario 1);[102]
  • Costruzione di un raccordo Milano Porta Garibaldi - Milano Cadorna e prolungamento della linea S8 a Milano Cadorna o a Milano Bovisa;[102]
  • Conversione della linea regionale Milano Porta Garibaldi - Carnate - Bergamo in linea S18, con suo prolungamento da Bergamo a Montello-Gorlago al termine dei lavori di raddoppio della tratta Ponte San Pietro - Bergamo - Montello (la gara per la progettazione esecutiva dei lavori è stata aggiudicata da RFI a luglio 2023, al momento è stato dato il via libera alle opere al solo tratto Curno-Bergamo i cui cantieri partiranno nel 2024).[116]
  • Costruzione della stazione di Curno tra Ponte San Pietro e Bergamo Ospedale, susseguente al sopraccitato raddoppio della linea ferroviaria Ponte San Pietro - Bergamo - Montello;[117]
  • Estensione della futura linea S18 da Milano Porta Garibaldi a Milano Cadorna, compatibilmente alla costruzione del raccordo Milano Porta Garibaldi - Milano Cadorna;[102]
  • Realizzazione stabile del collegamento diretto Milano Centrale - Bergamo - Aeroporto di Orio al Serio, al termine dei lavori di costruzione della nuova bretella ferroviaria dalla stazione di Bergamo all'Aeroporto di Orio al Serio (la gara per la progettazione esecutiva dei lavori, comprensiva dell'apertura della futura stazione di accesso all'aeroporto è stata aggiudicata da RFI a luglio 2023).[118]
  • In fase di valutazione: arretramento della linea S9 da Albairate a San Cristoforo e prolungamento da Saronno a Busto Arsizio FS;[102]
  • Attivazione delle fermate Monza Est lungo le linee S7, S8, S18 e Monza Ovest lungo le linee S9 e S11.[102] I fondi sono stati stanziati a fine novembre 2023 e l'apertura è prevista per il secondo semestre 2027.[119]
  1. ^ La tratta tra Monza e Villasanta – nella quale la linea corre parallela ed adiacente alla linea a doppio binario elettrificata per Lecco – è stata parzialmente predisposta per l'elettrificazione, grazie alla realizzazione dei ponteggi per la linea aerea già con luce utile a coprire i 3 binari complessivi, dove possibile

Bibliografiche

[modifica | modifica wikitesto]
  1. ^ Trenord: dal 3/2 il primo Caravaggio, su ansa.it, ANSA, 31 gennaio 2020. URL consultato il 7 febbraio 2020.
  2. ^ Affari Italiani, Krystian, Passante, Farisè: "Passeggeri +150%. Ora una Circle Line per Milano", in Affari Italiani, 16 gennaio 2018. URL consultato il 23 febbraio 2018.
  3. ^ Il Passante è una realtà, in I Treni, n. 190, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, febbraio 1998, p. 5, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).
  4. ^ Passante in crescita, in "I Treni" n. 193 (maggio 1998), p. 4
  5. ^ a b Canale (2005), p. 16.
  6. ^ Il Passante si allunga..., in "I Treni" n. 240 (settembre 2002), p. 5.
  7. ^ a b Canale (2005), p. 18.
  8. ^ a b - Giorgio Stagni, L'efficienza intelligente: la "X di Bovisa"
  9. ^ a b c Trenord, Novità introdotte in orario dal 9 dicembre 2012, su trenord.it. URL consultato il 27 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2014).
  10. ^ S4 in Brianza, in "I Treni" n. 281 (maggio 2006), p. 8
  11. ^ Nuova fermata a Milano, in "I Treni" n. 283 (luglio 2006), p. 5
  12. ^ Passante quasi finito, in "I Treni" n. 306 (luglio 2008), p. 5
  13. ^ www.lineaS5.it - Chi siamo, su lineas5.it. URL consultato il 26 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2017).
  14. ^ Trenord, linea S5
  15. ^ Giorgio Stagni, Le gare ferroviarie: un timbro per sancire lo stato di fatto o un'occasione per introdurre vera concorrenza?, su miol.it (archiviato dall'url originale il 29 maggio 2007).
  16. ^ Regione Lombardia: Nuovo orario ferroviario 2009-2010: cosa cambia linea per linea[collegamento interrotto]
  17. ^ RFI S.p.A. Circolare Compartimentale CC MI 13/2009. p. 2.
  18. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 317 (luglio 2009), p. 6
  19. ^ 14 giugno 2009: apre la nuova stazione di Pregnana Milanese[collegamento interrotto]
  20. ^ Comune di Pregnana - Comunicato di apertura stazione[collegamento interrotto]
  21. ^ Nuovo nome, in "I Treni" n. 317 (luglio 2009), p. 7
  22. ^ Trenord, linea s8, su trenord.it. URL consultato il 26 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2014).
  23. ^ Trenord, linea s11
  24. ^ Linee S in crescita, in "I Treni" n. 322 (gennaio 2010), p. 8
  25. ^ Da Rogoredo a Malpensa, in "I Treni" n. 324 (marzo 2010), p. 7
  26. ^ Viaggiare a Milano - la linea S10, su webalice.it. URL consultato il 26 settembre 2014 (archiviato dall'url originale l'11 dicembre 2014).
  27. ^ Regione Lombardia - Malpensa Express, parte collegamento da Centrale[collegamento interrotto]
  28. ^ LINEA S10 - Passante, su webalice.it. URL consultato il 9 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  29. ^ Regione Lombardia - Orari S10 - Milano Bovisa-Milano Rogoredo, su 62.101.84.174. URL consultato il 28 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2013).
  30. ^ Trenord - Dal 13 giugno in vigore il nuovo orario estivo: potenziata la S1 Saronno-Lodi e velocizzati 18 collegamenti sulla Milano-Piacenza, su trenord.it. URL consultato l'8 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2013).
  31. ^ Sergio Viganò, Metropolitane in crescita, a Milano..., in "I Treni" n. 337 (maggio 2011), pp. 20-25
  32. ^ Giancarlo Scolari, Nasce Trenord, in "I Treni" n. 338 (giugno 2011), pp. 16-17
  33. ^ Trenord - Dal 12 giugno, con il nuovo orario, nuovi collegamenti e 22 stazioni comprese in un prezzo, su trenord.it. URL consultato il 16 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 12 dicembre 2013).
  34. ^ Trenord - Cesano Maderno: apertura nuova stazione, su trenord.it. URL consultato il 16 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  35. ^ Conferenza stampa Cambio orario ferroviario 11 dicembre ppt scaricare, su slideplayer.it. URL consultato il 9 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2017).
  36. ^ Trenord - S13 al via, 66 corse sulla linea Pavia-Milano Bovisa, su trenord.it. URL consultato il 16 novembre 2013 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2014).
  37. ^ Trenord, Il nuovo servizio S9, su trenord.it. URL consultato l'8 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2012).
  38. ^ Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Saronno - Seregno: riqualificazione della linea ferroviaria [collegamento interrotto], su trasporti.regione.lombardia.it. URL consultato il 13 agosto 2012.
  39. ^ Trenord - Nuovi orari S1-S3 a partire dal 9 dicembre, su trenord.it. URL consultato il 10 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2014).
  40. ^ Trenord - Linea Milano-Seveso-Camnago/Mariano-Asso: novità dal 9 dicembre, su trenord.it. URL consultato il 10 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 ottobre 2014).
  41. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 361 (luglio-agosto 2013), p. 8
  42. ^ Trenord - Apertura nuova fermata S9 Cesano Maderno-Groane, su trenord.it. URL consultato il 16 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2014).
  43. ^ Trenord - Novità orario ferroviario dicembre 2013, su trenord.it. URL consultato il 16 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2014).
  44. ^ Trenord - Sabato 25 ottobre viene attivata la nuova stazione di MILANO BRUZZANO, su trenord.it. URL consultato il 25 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2014).
  45. ^ a b c d Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Regione Lombardia, Tavolo territoriale SFR (PDF) [collegamento interrotto], su trasporti.regione.lombardia.it, 26-27 novembre 2014. URL consultato il 15 dicembre 2014.
  46. ^ Rete Ferroviaria Italiana, Circolare territoriale TO 39/2014.
  47. ^ Copia archiviata, su trenord.it. URL consultato il 1º maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 18 maggio 2015).
  48. ^ Trenord - Domenica 26 aprile apre la nuova stazione di Cormano-Cusano Milanino, su trenord.it. URL consultato il 29 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2015).
  49. ^ 9 maggio 2015: apertura stazione di Milano Forlanini, su trenord.it, 9 maggio 2015. URL consultato il 9 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 5 maggio 2015).
  50. ^ Principali NOVITA' AL SERVIZIO FERROVIARIO da domenica 1 novembre, su trenord.it, 1º novembre 2015. URL consultato il 5 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2015).
  51. ^ Rete Ferroviaria Italiana, Circolare territoriale MI 49/2015.
  52. ^ LINEA “S12” POTENZIAMENTO MELEGNANO - MILANO BOVISA [dal 12 settembre 2016], su trenord.it, Trenord. URL consultato il 7 settembre 2016 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2016).
  53. ^ Trenord, le novità del nuovo orario: S9, niente più fermate a Ceriano e Cesano e stop alle corse serali. Meno treni sulla S11, in Il Cittadino, Monza, 27 novembre 2018.
  54. ^ a b Trenord, confermata la riduzione del servizio, su VareseNews, 1º marzo 2020. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  55. ^ a b "Linea Melegnano-Bovisa ancora al palo" - Cronaca - ilgiorno.it, su Il Giorno, 12 ottobre 2022. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  56. ^ a b Copia archiviata, su ilgiorno.it. URL consultato il 5 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale l'11 ottobre 2020).
  57. ^ Lorenzo Pallotta, Ferrovie: Lombardia, attivato il terzo binario tra Affori e Cormano, su Ferrovie.Info, 19 novembre 2021. URL consultato il 15 settembre 2023.
  58. ^ a b Emergenza finita: quando riapre il Passante, su MilanoToday. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  59. ^ Il Giorno, Il passante ferroviario di Milano adesso riapre davvero: ecco la data - Cronaca - ilgiorno.it, su Il Giorno, 25 agosto 2022. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  60. ^ Roberto Arsuffi, Milano: Morivione – Domani lunedì 5 dicembre 2022, sarà inaugurata la nuova Stazione Tibaldi – Bocconi, su Urbanfile Blog, 4 dicembre 2022. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  61. ^ Laura Troja, Inaugurata la stazione ferroviaria Tibaldi-Bocconi, su RaiNews, 5 dicembre 2022. URL consultato il 5 dicembre 2022.
  62. ^ Più corse per i pendolari Il Covid al capolinea Riattivata la linea S12 Melegnano-Bovisa, su Il Giorno, 29 agosto 2023. URL consultato il 31 agosto 2023.
  63. ^ Aggiornamento dell'offerta commerciale, su trenord.it.
  64. ^ a b Trenord, Orario 14 dicembre 2014, quadro S2-S4
  65. ^ Linea S5 Varese - Milano Passante - Treviglio [collegamento interrotto], su trasporti.regione.lombardia.it, Trasporti Lombardia. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  66. ^ a b c Trenord, Orario 14 dicembre 2014, quadro S5-S6
  67. ^ [1][collegamento interrotto]
  68. ^ Nuova stazione Monza Est Parco - http://www.mbnews.it/2015/03/monza-treno-pendolari-parco-fermata-ferroviaria-monza-est-parco/
  69. ^ Comune di Monza - Nuova stazione Monza est Parco Nuova stazione Monza est Parco Archiviato il 26 aprile 2016 in Internet Archive.
  70. ^ Linea Lecco-Carnate-Milano P.ta Garibaldi | Trenord, su www.trenord.it. URL consultato il 19 giugno 2024.
  71. ^ Canale, p. 18.
  72. ^ La linea S11 sul sito di Trenord, il gestore della linea
  73. ^ Copia archiviata, su corrieredicomo.it. URL consultato il 5 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale il 31 ottobre 2021).
  74. ^ TRENI Lucente: «La linea S12 da Melegnano sarà riattivata all’inizio del 2024», su www.ilcittadino.it, 12 maggio 2023. URL consultato il 21 maggio 2023.
  75. ^ Treni: torna la S12, la "metropolitana" ferroviaria di Milano, su MilanoToday. URL consultato il 12 luglio 2023.
  76. ^ Prolungamento S12 fino a Cormano, su ilgiorno.it.
  77. ^ a b Trenord - La linea S13
  78. ^ Monica Guerci, Treni, via libera al prolungamento della S13: Garbagnate e Milano sempre più vicine, in Il Giorno, 28 dicembre 2016. URL consultato il 26 gennaio 2023.
  79. ^ Prolungamento linea S13 Polemiche sui ritardi, in Il Giorno, 28 aprile 2021. URL consultato il 26 gennaio 2023.
  80. ^ Cambiano gli orari dei treni Trenord: tutte le novità, su amp.milanotoday.it. URL consultato il 5 giugno 2024.
  81. ^ Giorgio Stagni, Come si comperano i treni?, su stagniweb.it. URL consultato il 7 settembre 2016.
  82. ^ Road map nuovi treni: quando entrano in servizio e su quali linee, su regione.lombardia.it.
  83. ^ Istruzioni colori TP RL - Regione Lombardia (PDF), su regione.lombardia.it.
  84. ^ La riqualificazione dei TAF, su ferrovie.info.
  85. ^ Trenord, Nuovo sistema tariffario integrato dei mezzi pubblici (PDF), su trenord.it, 2019. URL consultato il 1º ottobre 2019 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2019).
  86. ^ Trenord, Passante ferroviario Trenord, su trenord.it. URL consultato il 21 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2012).
  87. ^ Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Io viaggio ovunque in Lombardia [collegamento interrotto], su regione.lombardia.it. URL consultato l'11 giugno 2013.
  88. ^ Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, Io viaggio ovunque in Provincia [collegamento interrotto], su trasporti.regione.lombardia.it. URL consultato il 9 settembre 2016.
  89. ^ Una Circle line come a Londra, su milano.corriere.it.
  90. ^ Circle line di Milano, una proposta dai costi contenuti, su urbanfilemilano.blogspot.com.
  91. ^ a b Accordo di programma Scali Ferroviari (PDF), su ia902503.us.archive.org.
  92. ^ a b Scali ferroviari. Presa d’atto masterplan Farini e San Cristoforo, OK a fermata circle line a Mind - Scali ferroviari. Presa d’atto masterplan Farini e San Cristoforo, OK a fermata circle line a Mind - Comune di Milano, su comune.milano.it. URL consultato il 2 aprile 2022.
  93. ^ La futura stazione della Circle Line di Milano a Tibaldi-Bocconi: ecco come sarà, su Repubblica TV - Repubblica, 25 marzo 2021. URL consultato il 2 aprile 2022.
  94. ^ Accordo di Programma - Allegato O: Inquadramento degli interventi trasportistici, su comune.milano.it, p. 10.
  95. ^ Scali ferroviari - Accordo di Programma - Comune di Milano, su comune.milano.it. URL consultato il 2 aprile 2022.
  96. ^ Milano: Cascina Merlata - La nuova stazione FS MIND-Merlata, su Urbanfile Blog, 1º febbraio 2022. URL consultato il 2 aprile 2022.
  97. ^ Cascina Merlata e Mind: arriva la nuova stazione ferroviaria, su milano.corriere.it.
  98. ^ Documento di Visione Strategica Scali Ferroviari (PDF), su comune.milano.it. URL consultato il 27 giugno 2022 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2022).
  99. ^ a b La stazione Tibaldi Bocconi è pronta: a Milano una nuova fermata per la futura Circle Line, su la Repubblica, 3 dicembre 2022. URL consultato il 3 dicembre 2022.
  100. ^ Il Cittadino - Stazione di San Giuliano, c'è l'ok, su ilcittadino.it. URL consultato il 26 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2014).
  101. ^ PUMS 03/2021 (PDF), su cittametropolitana.mi.it.
  102. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Proposta di Programma Regionale Mobilità e Trasporti 2017-2020, su regione.lombardia.it.
  103. ^ Al via il potenziamento del nodo di Seveso, su ferrovie.info.
  104. ^ Avviso di avvio del procedimento ex art. 166, comma 2, d.lgs. 163/2006 e S.M.I. finalizzato alla dichiarazione di pubblica utilità conseguente all'approvazione del progetto definitivo a cura del C.I.P.E. ai sensi e per gli effetti dell'art. 167, comma 5, del d.lgs. 163/2006 e S.M.I. (PDF), su italferr.it, Italferr, 25 ottobre 2013. URL consultato il 2 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 5 giugno 2016).
  105. ^ Alessandro Gemme, Quarto Binario Rho-Parabiago: Bocciato dal Tar Lombardia„"Il quarto binario non s'ha da fare": il Rho-Parabiago bocciato dal tar, su rho.milanotoday.it, MilanoToday, 10 luglio 2012. URL consultato il 2 maggio 2016.
  106. ^ Quadruplicamento ferrovia Rho-Parabiago, audizione del Comitato che si batte contro il progetto, su consiglio.regione.lombardia.it, Regione Lombardia, 10 ottobre 2014. URL consultato il 2 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2016).
  107. ^ Progetto quarto binario A fine mese l’assegnazione Il comitato dà battaglia, su Il Giorno, 22 agosto 2023. URL consultato il 15 settembre 2023.
  108. ^ g.somazzi, Ferrovia: più fermate a Legnano e una nuova stazione, su legnanonews.com, LegnanoNews, 27 settembre 2014. URL consultato il 22 gennaio 2015.
  109. ^ Christian Sormani, Treni, per Nerviano la stazione resta un miraggio, su ilgiorno.it, Il Giorno, 19 febbraio 2016. URL consultato il 2 maggio 2016.
  110. ^ Infrastrutture e Mobilità Regione Lombardia, In stazione a Melegnano nuovo parcheggio da 80 posti, su mi-lorenteggio.com, 2 novembre 2015. URL consultato il 3 novembre 2015.
  111. ^ Linea T2 Malpensa - Sempione, avviate le attività propedeutiche, su ferrovie.info.
  112. ^ msrmilano.com - Progetti S9, su msrmilano.com. URL consultato il 6 ottobre 2014 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2015).
  113. ^ Roberto Arsuffi, Milano | Scalo Romana - La futura stazione di Porta Romana, su Urbanfile Blog, 23 gennaio 2020. URL consultato il 9 dicembre 2022.
  114. ^ OTI Nord - Quadruplicamento Chiasso Monza, su otinord.it.
  115. ^ OTI Nord - Ferrovia Milano Mortara, su otinord.it.
  116. ^ Ferrovie: RFI aggiudica gara per raddoppio Ponte San Pietro - Bergamo - Montello, Ferrovie.Info, 10 luglio 2023.
  117. ^ Tre anni senza treni da Bergamo a Ponte San Pietro per i lavori sul raddoppio, Prima Bergamo, 28 ottobre 2023.
  118. ^ Bergamo, assegnati i lavori per la linea che collegherà città e aeroporto in 10 minuti, Il Giorno, 26 giugno 2023.
  119. ^ Nuova fermata Monza-Est, su monzatoday.it.
  • Andrea Canale, ...finalmente Passante!, in I Treni, n. 268, Salò, Editrice Trasporti su Rotaie, marzo 2005, pp. 12-19, ISSN 0392-4602 (WC · ACNP).

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti