Stazione di Milano San Cristoforo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Milano San Cristoforo
stazione ferroviaria
Milano San Cristoforo latobinari.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano, quartiere Lorenteggio
Coordinate45°26′33″N 9°07′49″E / 45.4425°N 9.130278°E45.4425; 9.130278
LineeMilano-Mortara
cintura sud
Caratteristiche
Tipostazione passante in superficie di diramazione
Stato attualein uso
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1910
Binari5 (4 passanti + 1 in disuso)
InterscambiTram urbani
Autobus urbani
 
Mappa di localizzazione: Milano
Milano San Cristoforo
Milano San Cristoforo

La stazione di Milano San Cristoforo è una stazione ferroviaria posta sulla linea Milano-Mortara, alla confluenza della linea di cintura sud che conduce alle stazioni di Rogoredo e Lambrate.

La stazione è situata in piazza Tirana, alla periferia sud-ovest di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Milano San Cristoforo venne attivata il 20 settembre 1910 per le sole aziende raccordate: l'Ordine di Servizio FS 236/1910 ne dà data, caratteristiche e aziende ammesse al servizio merci "a vagone completo", tra cui la Richard-Ginori[1]. Il 1º agosto del 1913 con Ordine di Servizio FS 241/1913 venne attivato anche il servizio viaggiatori[2], sebbene ancora molto limitato perché la stazione si trovava a circa due chilometri dalla più vicina fermata del tram[3]. Il 15 novembre 1915 venne attivato un raccordo da questa stazione al Bivio Naviglio Grande, posto sulla cosiddetta "cintura sud", che la mise in comunicazione anche con il traffico ferroviario passante da questa tratta[4].

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Il piazzale ferroviario è dotato di quattro binari per il servizio viaggiatori, fino al 2015 era in funzione anche il binario 5. È presente, inoltre, un terminal per il carico delle auto su carri ferroviari in quanto la stazione era altresì capolinea per alcuni treni espressi periodici con servizio auto al seguito diretti nel sud Italia, in particolare a Lamezia Terme, Villa San Giovanni, Bari, Palermo e Catania; servizi terminati il giorno 11 dicembre 2011, con la soppressione totale del servizio di auto al seguito da parte di Trenitalia.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Servizio ferroviario suburbano di Milano
Linea S9
Logomi r.svg  White dot.svg  Saronno
White dot.svg  Saronno Sud
White dot.svg  Ceriano Laghetto-Solaro
Cross within circle 2.svg  Ceriano Laghetto Groane
Cross within circle 2.svg  Cesano Maderno Groane
Logomi r.svg  White dot.svg  Cesano Maderno
White dot.svg  Seveso-Baruccana
Logomi r.svg  White dot.svg  Seregno
White dot.svg  Desio
White dot.svg  Lissone-Muggiò
Logomi r.svg  White dot.svg  Monza
Logomi r.svg  White dot.svg  Sesto San Giovanni Milano linea M1.svg
Logomi r.svg  White dot.svg  Milano Greco Pirelli
Logomi r.svg  White dot.svg  Milano Lambrate Milano linea M2.svg
White dot.svg  Milano Forlanini
White dot.svg  Milano Porta Romana Milano linea M3.svg

White dot.svg

 Milano Tibaldi Italian traffic signs - lavori.svg
White dot.svg  Milano Romolo Milano linea M2.svg
Logomi r.svg  White dot.svg  Milano San Cristoforo
White dot.svg  Corsico
White dot.svg  Cesano Boscone
White dot.svg  Trezzano sul Naviglio
White dot.svg  Gaggiano
Logomi r.svg  White dot.svg  Albairate-Vermezzo

La stazione è servita dai convogli della linea S9 del servizio ferroviario suburbano, che percorrono la cintura sud, e dai treni regionali della linea Milano-Mortara.

È altresì capolinea di alcuni treni straordinari per pellegrini.

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

Nelle vicinanze della stazione effettuano fermata alcune linee urbane, tranviarie ed automobilistiche, gestite da ATM.

In futuro diventerà stazione di interscambio con la linea M4 della Metropolitana di Milano.

  • Fermata tram Fermata tram (San Cristoforo, linea 14)
  • Fermata autobus Fermata autobus Linea 49 (capolinea)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 236, 1910
  2. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 241, 1913
  3. ^ Corriere della Sera, 17 luglio 1913
  4. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 29, 1916

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]