Treno regionale veloce

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il treno regionale veloce (indicato sui quadri orari come RV o RGV) è una categoria di servizio dei treni italiani. Sono treni oggetti di contratto di servizio con le regioni interessate; pertanto sono accessibili con la tariffa regionale, la stessa dei treni regionali (R), e sono soggetti alle medesime normative (relative al cambio biglietto, rimborso ecc.).

La categoria di treno regionale veloce è stata introdotta ufficialmente il 12 dicembre 2010[1]; la categoria di treno regionale veloce viene assegnata, in genere, a quei treni che fino al 2008 avevano la categoria di treni interregionali (i treni interregionali sono stati assorbiti nella categoria di treno regionale nel biennio 2008-2010).

Le relazioni sono pressoché identiche a quelle degli ex treni interregionali: si tratta di servizi che normalmente si svolgono tra due regioni; tuttavia esistono alcune relazioni che si svolgono nell'ambito di una sola regione. Lungo le relazioni espletate sia da servizi regionali sia da servizi regionali veloci questi ultimi si differenziano dai primi per il minore numero di fermate effettuate e, di conseguenza, per il minor tempo di percorrenza tra due stesse località.

Il materiale rotabile utilizzato è lo stesso della flotta regionale: carrozze MDVC, MDVE, Piano Ribassato, UIC-X e Vivalto, trainate da locomotive E.464; frequenti anche i servizi resi con convogli Minuetto, convogli Jazz e, nel caso di relazioni con basso traffico, automotrici, eventualmente anche accoppiate.[senza fonte]

Anche al collegamento ferroviario aeroportuale tra Roma Termini e Fiumicino (Leonardo Express) accessibile a tariffa speciale è assegnata la categoria di servizio di treno regionale veloce.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Orario ferroviario InTreno, Trenitalia, consultato il 12 dicembre 2010