Treno regionale (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Treno regionale (individuato dalla sigla R o REG sull'orario ferroviario) è una categoria di servizio dei treni in Italia.

Si tratta di servizi gestiti da amministrazioni ferroviarie regionali, quindi classificati tra i mezzi di trasporto pubblico locale, che effettuano servizio all'interno di una medesima regione oppure a cavallo tra regioni contigue.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La denominazione di treno regionale venne introdotta dalle Ferrovie dello Stato con il cambio d'orario del 23 maggio 1993, in sostituzione della precedente denominazione di treno locale[1].

Il decreto legislativo 19 novembre 1997, n. 422, conferì alle regioni funzioni e compiti relativi al trasporto pubblico locale, a norma dell'articolo 4, comma 4 della legge 15 marzo 1997, n. 59 anche relativamente a quello ferroviario. Divenuto materia di competenza esclusiva delle Regioni, in seguito alla riforma del titolo V della Costituzione, dal 2001 queste, delegate dallo Stato, iniziarono a stipulare contratti di servizio con i quali si impegnano a corrispondere agli operatori ferroviari contributi commisurati alla quantità dei servizi richiesti. Lo Stato stesso, invece, contrattualizza i propri contributi per i servizi di lunga percorrenza ritenuti di pubblica utilità.

Nell'inverno del 2006 le precedenti categorie di treno interregionale e treno diretto, anch'esse di competenza regionale, sono state anch'esse integrate tutte nella categoria di treno regionale.

Con l'entrata in vigore dell'orario 2011 (dal 12 dicembre 2010) è stata introdotta la categoria regionale veloce (RV), che solitamente viene assegnata agli ex treni interregionali e diretti.

Caratteristiche e materiale rotabile[modifica | modifica wikitesto]

Treno regionale Trenitalia formato da carrozze Medie Distanze a Venezia Santa Lucia

I treni regionali effettuano solitamente tutte o quasi tutte le fermate della linea percorsa; in genere le fermate escluse sono quelle meno importanti oppure quelle effettuate da altri treni sulla stessa tratta. Nelle linee a traffico più intenso sono realizzati solitamente con convogli composti da una locomotiva ed un numero variabile di carrozze, in genere da 3 a 10 per quanto riguarda le carrozze monopiano e da 2 a 7 per le carrozze a due piani. Sulle linee ferroviarie meno trafficate sono spesso realizzati con automotrici (leggere o pesanti) singole o a comando multiplo.

Treno regionale Trenitalia Rock.
Treno regionale Ferrovie del Sud Est Spring.

La numerazione di Trenitalia è compresa fra 1700 e 1899, tra 2000 e 7999, tra 10000 e 12999, tra 20000 e 25499. Mentre, per le Ferrovie del Sud Est, facenti parte sempre del gruppo FS[2], sono numerati tra 90000 e 92999.

Lista del materiale rotabile dal 2004[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori:
1ª serie: Corifer
2ª serie: AnsaldoBreda
2ª serie: Hitachi Rail Italy

Costruttori: Fiat Ferroviaria, Sofer, O.ME.CA.

ALe/ALn 501 e ALe/ALn 502
Costruttore: Alstom

ETR 322
Costruttore: Newag

ETR 324, ETR 425 ed ETR 526
Costruttore: Alstom

ATR 220[5] e ATR 220 Tr[6]
Costruttore: Pojazdy Szynowe Pesa Bydgoszcz

ETR 103 o ETR 104
Costruttore: Alstom

ETR 421, ETR 521 ed ETR 621
Costruttore: Hitachi Rail

Costruttore: Hitachi Rail

HTR 312/412

Costruttore: AnsaldoBreda, Breda Costruzioni Ferroviarie, ABB, Firema

Costruttore: O.ME.CA.-Fiat Ferroviaria

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Treni espressi in declino, in "I Treni Oggi" n. 137 (maggio 1993), pp. 5-7.
  2. ^ Di conseguenza il materiale rotabile è anche sotto proprietà del gruppo FS (vedasi la livrea DPR in comune)
  3. ^ Solo Ferrovie del Sud Est
  4. ^ Spring per la versione delle Ferrovie del Sud Est
  5. ^ Versione standard per Ferrovie del Sud Est ed altri vettori
  6. ^ Versione dedicata Trenitalia
  7. ^ Solo Ferrovie del Sud Est. Variante della ALn 668

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]