InterCity (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'InterCity (IC) in Italia è la categoria di servizio assegnata ai treni costituiti da convogli con velocità massima di 200 km/h che collegano città importanti viaggiando su linee tradizionali (non ad alta velocità) con un numero ridotto di fermate in stazioni intermedie e con la prenotazione obbligatoria del posto a sedere.

Le sotto-categorie[modifica | modifica wikitesto]

Convoglio InterCity

InterCity[modifica | modifica wikitesto]

In Italia, la categoria di treno InterCity (IC) è intermedia tra quella di Frecciabianca e quella di treno regionale, ed è quella di livello più basso tra le categorie di treni a prenotazione[1]. I treni InterCity collegano oltre 200 città italiane[2], e prevedono due livelli di servizio, cioè 1ª e 2ª classe. La numerazione sull'orario ferroviario è compresa tra 500 e 749.

InterCity Notte[modifica | modifica wikitesto]

I treni InterCity Notte (ICN) sono treni InterCity in servizio notturno a lunga percorrenza, dotati, oltre ai consueti allestimenti diurni oppure in luogo di essi, di carrozze cuccette e letto. La loro numerazione va da 750 a 799 per i treni dotati di postazioni sia diurne che notturne e da 1500 a 1999 per i treni composti da sole carrozze letto o cuccette.

InterCity Plus[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2005 fino al 2009 è esistita anche la categoria di InterCity Plus (ICplus) che utilizzava carrozze ammodernate e dal 2008 prevedeva la prenotazione obbligatoria. A partire dal 2009 tutte le carrozze sono state ammodernate, quindi la distinzione tra IC e ICplus non è più stata utilizzata.

Quasi tutti i treni di categoria InterCity avevano fino al 2009 una denominazione, che poteva riferirsi a luoghi che attraversano, ad esempio l'ICplus 507 Torino-Reggio Calabria, denominato Sila, e l'ICPlus 717 Bolzano-Lecce, denominato Adige, oppure a personaggi famosi legati o meno alle località servite, come l'ICplus 564 Pescara-Milano, denominato Leopardi.

Materiale rotabile e allestimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Locomotori E.401, E.402B, E.403, E.444R, E.464, E.656, E.414 e D.445 (sulla ferrovia Jonica, non elettrificata).
  • Carrozze di 1ª classe Gran Comfort a compartimenti o a salone, carrozze di 1ª classe UIC-Z1 a compartimenti e carrozze di 2ª classe UIC-Z1 a compartimenti o a salone. Il servizio di ristorazione era in origine effettuato da carrozze WR Ristorante e Self-Service, poi è stato sostituito dal servizio minibar con carrellino. Sono via via entrate in circolazione composizioni che prevedono l'utilizzo di carrozze UIC-Z1 in precedenza dedicate ai servizi Frecciabianca.

Dal 2017 è iniziata un'operazione di restyling per i treni IC e ICN, con l'adozione di due nuove livree dedicate.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]