Stazione di Chiasso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiasso
stazione ferroviaria
Chiasso - stazione ferroviaria - fabbricato viaggiatori - dettaglio facciata.JPG
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
LocalitàChiasso
Coordinate45°49′55.85″N 9°01′54.08″E / 45.83218°N 9.03169°E45.83218; 9.03169Coordinate: 45°49′55.85″N 9°01′54.08″E / 45.83218°N 9.03169°E45.83218; 9.03169
LineeLucerna-Chiasso
Chiasso-Milano (RFI)
Caratteristiche
Tipostazione passante in superficie
Stato attualein uso
Attivazione1874
Interscambiautobus urbani ed extraurbani
Dintornicentro cittadino, Ponte Chiasso

La stazione di Chiasso è una stazione ferroviaria della ferrovia del Gottardo e della linea per Milano a servizio dell'omonima cittadina del Canton Ticino. È situata a pochi metri dal confine italo-svizzero e a breve distanza dalla città di Como, da cui la separano le due gallerie del Monte Olimpino. Il luogo è strettamente legato a una stagione della storia d'Italia del Novecento, quella dell'emigrazione italiana in Svizzera.

Strutture ed impianti[modifica | modifica wikitesto]

Quale impianto internazionale, la stazione collega la rete ferroviaria svizzera, gestita dalle Ferrovie Federali Svizzere (FFS), e quella italiana, di competenza di Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Dato che i sistemi di alimentazione e di gestione della circolazione delle due reti sono differenti, alcuni treni operano qui il cambio di locomotiva.

Il piazzale binari, quindi, risulta separato in due parti[1], collegate al tronco centrale dalla stazione da un corridoio, in cui sono presenti anche gli uffici di dogana. I treni destinati alla rete italiana, di conseguenza, partono da binari separati rispetto a quelli della rete svizzera.

Con l'ingresso della Svizzera nell'area Schengen, i controlli frontalieri non sono più sistematici, anche se resta l'impiego di agenti della Guardia di Finanza italiana e della Guardia di Confine svizzera, sia all'interno delle stazioni di Chiasso e di Como San Giovanni, sia sui treni in transito.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Treno TiLo fermo a Chiasso
Rete celere ticinese
Linea S 10
White dot.svg  Bellinzona
White dot.svg  Giubiasco S 20 S 30
White dot.svg  Rivera-Bironico
White dot.svg  Mezzovico
White dot.svg  Taverne-Torricella
White dot.svg  Lamone-Cadempino
White dot.svg  Lugano (→ S 60)
White dot.svg  Lugano-Paradiso
White dot.svg  Melide
White dot.svg  Maroggia-Melano
White dot.svg  Capolago-Riva San Vitale
White dot.svg  Mendrisio San Martino
White dot.svg  Mendrisio S 40 S 50
White dot.svg  Balerna
White dot.svg  Chiasso S 11
White dot.svg  Como San Giovanni S 11
White dot.svg  Albate-Camerlata S 11
Servizio ferroviario suburbano di Milano
Linea S11
Logomi r.svg White dot.svg  Chiasso
Logomi r.svg White dot.svg  Como San Giovanni
Logomi r.svg White dot.svg  Albate-Camerlata
White dot.svg  Cucciago
White dot.svg  Cantù-Cermenate
White dot.svg  Carimate
White dot.svg  Camnago-Lentate
Logomi r.svg White dot.svg  Seregno
White dot.svg  Desio
White dot.svg  Lissone-Muggiò
Logomi r.svg White dot.svg  Monza
Logomi r.svg White dot.svg  Sesto San Giovanni Milano linea M1.svg
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Greco Pirelli
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Porta Garibaldi Milano linea M2.svg Milano linea M5.svg
White dot.svg  Milano Villapizzone
White dot.svg  Milano Certosa
Logomi r.svg White dot.svg  Rho Fiera Milano linea M1.svg
Logomi r.svg White dot.svg  Rho

La stazione è servita dalla linea S11 del servizio suburbano milanese, e dalla rete celere del Canton Ticino, oltre che dai convogli a lunga percorrenza che percorrono la linea del Gottardo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Minari, Uno sguardo a Chiasso, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Caizzi, Raffaello Ceschi, I cento anni della ferrovia del San Gottardo, 1882-1982 , Casagrande, Bellinzona: 1982.
  • La ferrovia del San Gottardo Ed. Trelingue, Porza Lugano, 1982.
  • Marco Minari, Uno sguardo a Chiasso, in "I Treni" n. 187 (novembre 1997), pp. 12–16.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]