Stazione di Lodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lodi
stazione ferroviaria
Lodi stazione facciata 2010.JPG
Stato Italia Italia
Localizzazione Lodi
Coordinate 45°18′33.16″N 9°29′51.8″E / 45.309211°N 9.497722°E45.309211; 9.497722Coordinate: 45°18′33.16″N 9°29′51.8″E / 45.309211°N 9.497722°E45.309211; 9.497722
Attivazione 1861
Stato attuale in uso
Linee Milano-Bologna
Tipo stazione in superficie, passante
Binari 5
Interscambi autolinee urbane e interurbane

La stazione di Lodi è una stazione ferroviaria posta sulla linea Milano-Bologna, a servizio dell'omonima città lombarda.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione all'inizio del Novecento

La stazione, inaugurata il 14 novembre 1861, è stata più volte modificata nel tempo.[senza fonte]

In passato si dipartivano dalla stazione alcuni raccordi ferroviari diretti agli stabilimenti industriali circostanti (una filanda ed il locale Consorzio Agrario), ora tutti scomparsi. Lo scalo merci era raccordato anche con la tranvia per Sant'Angelo che aveva il suo capolinea poco distante.

Intorno al 2004 la parte di scalo merci adiacente alla piazza della stazione è stata rimossa; qui è stato costruito un parcheggio ed il capolinea delle autolinee STAR. Stessa sorte ha subito il magazzino merci adiacente al binario 1, chiuso e usato come biglietteria dalla stessa STAR.

Strutture e impianti[modifica | modifica wikitesto]

Lo scalo è dotato di 5 binari per il servizio passeggeri, anche se risultano non più in uso numerosi binari di ricovero lato Milano. I binari 1 e 4 sono utilizzati per le precedenze dei treni merci. È in esercizio uno scalo merci, nel quartiere Chiosino, per lo smistamento dei carichi di latte che partono via rotaia dalla stazione. La stazione è dotata di pensiline e l'edificio passeggeri è collegato a tutti binari (escluso il primo, che è adiacente alla struttura) da un sottopassaggio; quest'ultimo si è reso necessario poiché la Ferrovia Milano-Bologna in questa tratta è una delle più trafficate d'Italia e lo era in particolare prima dell'apertura della linea ad alta velocità Milano-Bologna.

Adiacente al quinto binario, risiede una Carrozza Centoporte tipo 1928R, attualmente facente parte del dopolavoro locale.

Interno della stazione
Un treno tipo TSR, in servizio sulla linea S1, in sosta al capolinea di Lodi

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

Suburbana di Milano
Linea S1
Logomi r.svg White dot.svg  Saronno
White dot.svg  Saronno Sud
White dot.svg  Caronno Pertusella
White dot.svg  Cesate
White dot.svg  Garbagnate Milanese
White dot.svg  Garbagnate Parco delle Groane
White dot.svg  Bollate Nord
White dot.svg  Bollate Centro
White dot.svg  Novate Milanese
White dot.svg  Milano Quarto Oggiaro
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Nord Bovisa
White dot.svg  Milano Lancetti
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Porta Garibaldi Milano linea M2.svg Milano linea M5.svg
White dot.svg  Milano Repubblica Milano linea M3.svg
White dot.svg  Milano Porta Venezia Milano linea M1.svg
White dot.svg  Milano Dateo
White dot.svg  Milano Porta Vittoria
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Rogoredo Milano linea M3.svg
White dot.svg  San Donato Milanese
White dot.svg  Borgolombardo
White dot.svg  San Giuliano Milanese
Logomi r.svg White dot.svg  Melegnano
White dot.svg  San Zenone al Lambro
White dot.svg  Tavazzano
Logomi r.svg White dot.svg  Lodi

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, i cui spazi commerciali sono gestiti da che RFI classifica nella categoria commerciale gold, dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria self-service
  • Sala di Attesa Sala di attesa
  • Polizia Ferroviaria Posto di polizia ferroviaria
  • Bar Bar
  • WC Servizi igienici

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Lodi
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Milano TriangleArrow-Left.svg Tavazzano Pfeil links.svg Milano-Bologna
 (182+685)
Pfeil rechts.svg Secugnago TriangleArrow-Right.svg Bologna
trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti