Stazione di Olgiate-Calco-Brivio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olgiate-Calco-Brivio
già Olgiate-Calco
stazione ferroviaria
Olgiate-Calco-Brivio staz ferr lato strada.JPG
Localizzazione
Stato Italia Italia
Località Olgiate Molgora
Coordinate 45°43′45″N 9°24′13″E / 45.729167°N 9.403611°E45.729167; 9.403611Coordinate: 45°43′45″N 9°24′13″E / 45.729167°N 9.403611°E45.729167; 9.403611
Linee Lecco-Milano
Caratteristiche
Tipo fermata in superficie, passante
Stato attuale in uso
Attivazione 1873
Binari 2
Servizio ferroviario suburbano di Milano
Linea S8
Logomi r.svg White dot.svg  Lecco
White dot.svg  Lecco Maggianico
Logomi r.svg White dot.svg  Vercurago-San Girolamo
Logomi r.svg White dot.svg  Calolziocorte-Olginate
White dot.svg  Airuno
White dot.svg  Olgiate-Calco-Brivio
White dot.svg  Cernusco-Merate
White dot.svg  Osnago
Logomi r.svg White dot.svg  Carnate-Usmate
Logomi r.svg White dot.svg  Arcore
Logomi r.svg White dot.svg  Monza
Logomi r.svg White dot.svg  Sesto San Giovanni Milano linea M1.svg
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Greco Pirelli
Logomi r.svg White dot.svg  Milano Porta Garibaldi Milano linea M2.svg Milano linea M5.svg

La stazione di Olgiate-Calco-Brivio (siglata Olgiate C.B.) è una fermata ferroviaria posta sulla linea Lecco-Milano, a servizio dei comuni di Olgiate Molgora, Calco e Brivio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, originariamente denominata "Olgiate-Calco", fu inaugurata con ogni probabilità nel 1873, contemporaneamente alla tratta ferroviaria MonzaCalolziocorte.[1]

Nel 1950 assunse la nuova denominazione di "Olgiate-Calco-Brivio".[2]

Fu trasformata in fermata il 29 luglio 2008, con l'attivazione del raddoppio del binario.[3]

Movimento[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è servita dai treni della linea S8 (Lecco-Milano Porta Garibaldi) del servizio ferroviario suburbano di Milano, con frequenza semioraria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Compare già in una mappa del 1876 (JPG), miol.it.
  2. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 62, 1950
  3. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 307 (settembre 2008), p. 7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]