Stazione di Pioltello-Limito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pioltello-Limito
stazione ferroviaria
già Limito
Pioltello-Limito.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàPioltello (frazione Limito)
Coordinate45°29′10″N 9°19′46″E / 45.486111°N 9.329444°E45.486111; 9.329444
Lineeferrovia Milano-Venezia, ferrovia Milano-Bergamo e ferrovia Milano-Verona (alta velocità)
Storia
Stato attualein uso
Attivazione1846
Caratteristiche
Tipostazione in superficie, passante
Binari5
GestoriRete Ferroviaria Italiana
OperatoriTrenord
Interscambiautobus urbani

La stazione di Pioltello-Limito è una stazione ferroviaria posta sul tronco comune alle linee Milano-Bergamo e Milano-Venezia nel comune di Pioltello, nella frazione di Limito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La stazione, in origine denominata "Limito", fu attivata nel 1846 insieme alla tratta Milano-Treviglio; l'intera linea fino a Venezia (nota all'epoca come "Ferdinandea") fu completata nel 1857.

Il 10 dicembre 1908 la denominazione dell'impianto venne mutata in "Pioltello-Limito"[1].

Nei primi anni 2000, con il quadruplicamento della linea e l'attivazione del servizio ferroviario suburbano di Milano, la stazione fu potenziata ed ampliata, diventando punto di interscambio fra i treni suburbani e quelli regionali (stazione porta). Di conseguenza è stato realizzato un nuovo fabbricato viaggiatori, costruito a fianco di quello originario, risalente all'epoca di costruzione della linea.

Il nuovo fabbricato viaggiatori fu attivato il 22 maggio 2011[2].

Incidenti[modifica | modifica wikitesto]

Alle ore 6:57 del 25 gennaio 2018 un treno regionale di Trenord proveniente da Cremona e diretto a Milano Porta Garibaldi deragliò all'uscita della stazione di Pioltello a causa di un cedimento della rotaia oppure a seguito della rottura di un carrello di una carrozza[3]; il bilancio dell'incidente fu di tre morti e 46 feriti, di cui 5 gravi[4].

Già nel 1893 l'impianto era stato teatro di un altro disastro ferroviario, che ebbe conseguenze peggiori.

Strutture ed impianti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è fornita di due fabbricati viaggiatori: uno più piccolo, risalente all'epoca di costruzione della linea, nel tipico stile della ferrovia Ferdinandea; il secondo più ampio, costruito in stile moderno, inaugurato nel 2011.

Il piazzale ferroviario conta 4 binari serviti da tre marciapiedi collegati da un sottopassaggio.

Lato Milano è presente un binario tronco, utilizzato per le corse limitate a Pioltello delle linee suburbane S5 e S6.

Movimento[modifica | modifica wikitesto]



La stazione è servita dai convogli del servizio ferroviario suburbano di Milano delle linee S5 (Varese - Milano - Treviglio), S6 (Novara - Milano - Treviglio); la maggior parte dei treni S6 effettua capolinea a Pioltello. È inoltre servita da treni regionali Milano-Brescia e da treni RegioExpress Milano - Brescia - Verona e Bergamo - Milano.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è dotata di un bar, un'edicola e un ufficio postale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferrovie dello Stato, Ordine di Servizio n. 356, 1908
  2. ^ Impianti FS, in "I Treni" n. 338 (giugno 2011), p. 6
  3. ^ Digifema, Svio del treno 10452 di Trenord, relazione Cremona-Milano Porta Garibaldi, in transito nella stazione di Pioltello, causando la morte di tre passeggeri, numerosi feriti e gravi danni al materiale rotabile e all’infrastruttura.
  4. ^ Federico Berni, Rossella Burattino, Andrea Galli, Cesare Giuzzi, Simona Ravizza e Sara Regina, Treno deragliato a Pioltello: morte tre donne, 46 feriti di cui cinque molto gravi, in Corriere della Sera, 25 gennaio 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete Ferroviaria Italiana, Fascicolo Linea 29.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]