Rete celere del Canton Ticino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rete celere del Canton Ticino
Servizio di trasporto pubblico
Linea celere S10 Capolago.jpg
Elettrotreno RABe 524 in corsa fra Capolago e Maroggia
Tipo servizio ferroviario suburbano
Stati Svizzera Svizzera
Italia Italia
Apertura 2004
Ultima estensione 2014
Linee impiegate 6
Gestore TiLo (S10, S20, S30, S40, S50)
FL (S60)
Mezzi utilizzati RABe 524 (S10, S30, S40, S50)
NPZ (S20)
Be 4/12 (S60)
N. stazioni e fermate 64
Lunghezza 310,2 km
Scartamento 1.435 mm (S10, S20, S30)
1.000 mm (S60)
Elettrificazione 15 kV CA
3 kV CC
1200 V CC
Tracciato della linea
Trasporto pubblico

La rete celere del Canton Ticino è un servizio ferroviario suburbano transfrontaliero che serve il Canton Ticino, in Svizzera, e la Lombardia, in Italia.

La rete è attualmente composta di 6 linee, gestite dalla società ferroviaria italo-svizzera TiLo e dalla FLP.

Scopo principale del servizio è un collegamento rapido e frequente dei diversi centri ticinesi con le limitrofe località transfrontaliere e la città italiana di Milano.

Gli snodi dell'intero sistema si trovano a Bellinzona (dove convergono i treni diretti a Locarno, Varese, Chiasso, Stabio e Biasca) e Mendrisio (punto d'interscambio con i treni per l'aeroporto di Malpensa).

L'asse principale su cui si basa l'intero servizio è la linea S10, che taglia praticamente a metà l'intero territorio cantonale. I treni circolano con cadenza semioraria (un collegamento ogni mezz'ora) sulle tratte S10, S20, a cadenza oraria (un treno all'ora) su S40 e ed S50, a cadenza bioraria (un treno ogni due ore) sulla linea S30 e a cadenza quart’oraria (ovvero quattro corse all'ora per direzione, ridotte a due il sabato e nei giorni festivi) sulla linea S60.

Linee[modifica | modifica wikitesto]

Linea Percorso Lunghezza Stazioni Gestore
S10 BellinzonaMendrisioAlbate-Camerlata 120 km 22 TiLo
S20 BiascaLocarno 23,5 km 9 TiLo
S30 BellinzonaLuinoLaveno-MombelloGallarateMalpensa Aeroporto 130,0 km 26 TiLo
S40 VareseArcisateMendrisioAlbate-Camerlata 34,5 km[1] 10 Svizzera SvizzeraTiLo
Italia ItaliaTrenord
S50 VareseArcisateMendrisioBellinzona 65,55 km[2] 18 Svizzera SvizzeraTiLo
Italia ItaliaTrenord
S60 Lugano – Ponte Tresa 12,2 km 12 FLP

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mappa della rete nel 2015, riportata su un elettrotreno serie RABe 524

L'idea di un servizio ferroviario cadenzato nel canton Ticino prende forma nel 2001, nell'ambito dell'accordo tra Svizzera e Italia per lo sviluppo dei collegamenti transfrontalieri. Nel 2004 nasce TiLo, società con sede a Chiasso che prende in gestione sul fronte elvetico il servizio regionale sulle linee ferroviarie Biasca-Chiasso, Bellinzona-Locarno e Cadenazzo-Luino.

Le prime linee S[modifica | modifica wikitesto]

Dal 12 dicembre 2004[3] le linee vengono ribattezzate S1, S2 ed S3, in base alla denominazione già presente in diversi centri d'Europa. Vengono stabilite le cadenze orarie delle diverse tratte. Da Bellinzona, verso Locarno e verso Chiasso viene istituito un collegamento ogni mezz'ora, diverse le modalità di collegamento con Biasca e Luino, con collegamenti in cadenza oraria e bioraria, rafforzati nelle ore di punta.

Rinumerazione delle linee[modifica | modifica wikitesto]

Teleindicatore a palette nella stazione di Bellinzona indicante un treno S10 per Airolo nel luglio 2009.

A partire dal 13 dicembre 2008, in accordo con la Regione Lombardia, il Canton Ticino rinumera le linee del proprio sistema ferroviario S10, S20 e S30, per evitare confusioni con le omonime linee del servizio ferroviario suburbano di Milano. L'asse principale rimane quello della linea S10, che viene prolungata fino ad Albate[4], a sud di Como, ed effettua coincidenza con i treni da e per Milano (linea S11). Nel 2009 all'offerta ferroviaria della rete celere è stata aggiunta anche la linea Lugano-Ponte Tresa, numerata S60. Nel 2010 la linea S10 fu limitata a Chiasso. Nel 2014 all'offerta ferroviaria della rete celere sono state aggiunte le linee S40 Stabio-Mendrisio e S50 Stabio-Bellinzona, le quali quattro anni dopo vengono prolungate rispettivamente a Malpensa Aeroporto-Varese-Albate Camerlata e a Bellinzona-Lugano-Varese.

Evoluzione della rete[modifica | modifica wikitesto]

2010[modifica | modifica wikitesto]

La stazione di Castione-Arbedo, momentaneamente chiusa nel 2010, è stata ampliata e riaperta il 12 dicembre 2010, diventando il terminale della linea S20.

2013[modifica | modifica wikitesto]

Con il cambio orario del 15 dicembre 2013 la linea S10 venne limitata a Chiasso, abbandonando la tratta in territorio italiano a causa del basso afflusso di passeggeri[5] e inaugurata la stazione di Mendrisio San Martino.

2014[modifica | modifica wikitesto]

L'inagurazione della tratta Mendrisio-Stabio il 26 novembre 2014[6] permette la creazione di una nuova relazione tra i due centri ticinesi. Con il cambio orario di dicembre entrano in funzione la linea S40 Stabio-stazione di Albate-Camerlata e S50 Stabio-Lugano, ambedue destinate ad essere poi prolungate e divenire a carattere internazionale, onde allacciarsi con Varese e l'aeroporto di Milano Malpensa, sfruttando la nuova bretella Arcisate-Stabio (i cui lavori di costruzione si prolungano tuttavia ben più del previsto per vari disguidi amministrativi e ambientali)[7][8].

2015[modifica | modifica wikitesto]

Con il cambio orario del 15 dicembre 2015 tutti i treni della linea S40 vennero limitati a Mendrisio. I treni della linea S40 sul percorso Mendrisio-Stabio circolano con cadenza semioraria (un treno ogni mezz'ora).

Dal lunedì al venerdì circolano due coppie di treni della linea S50 sul percorso Stabio-Bellinzona.

2018[modifica | modifica wikitesto]

Con l'apertura al servizio passeggeri del raccordo Arcisate-Stabio, dal 7 gennaio 2018 entrano in esercizio a pieno regime (con treni a cadenzamento orario) la linea S40 sul percorso Varese-Mendrisio-Como Albate Camerlata e la linea S50 operante la relazione Bellinzona-Lugano-Varese. Dal giugno seguente un treno su due della S40 prosegue la corsa fino a Malpensa Aeroporto Terminal 2, sostituendo la linea S30 nel tratto tra Gallarate e l'aerostazione milanese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Wägli, op. cit., pp. 68 e 132.
  2. ^ Wägli, op. cit., pp. 68 e 132.
  3. ^ Ferrovia 2000: una Svizzera più scorrevole
  4. ^ Bitensioni in Italia, in "I Treni" n. 312 (febbraio 2009), p. 8
  5. ^ TiLo - Importanti novità per il cambio orario 2014 Archiviato il 17 dicembre 2013 in Internet Archive.
  6. ^ Inaugurata la linea ferroviaria FMV tra Mendrisio e Stabio, TiLo, su tilo.ch. (archiviato dall'url originale il 13 dicembre 2014).
  7. ^ Pianificazione ferroviaria regionale nel Canton Ticino Archiviato il 3 aprile 2009 in Internet Archive.
  8. ^ Ferrovia Mendrisio-Varese entro il 2013

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hans G. Wägli, Bahnprofil Schweiz CH+, AS Verlag & Buchkonzept, Zurigo 2010, 203 p.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]