Nicolas Cage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nicolas Cage, pseudonimo di Nicolas Kim Coppola (Long Beach, 7 gennaio 1964), è un attore e produttore cinematografico statunitense. Cage è apparso in oltre 60 film, tra cui Face/Off - Due facce di un assassino (1997), The Family Man (2000), Fuori in 60 secondi (2000), Il mandolino del capitano Corelli (2001), Il mistero dei Templari (2004), Ghost Rider (2007), Il cattivo tenente (2009), Ghost Rider - Spirito di vendetta (2012). All'età di 32 anni, è diventato il quinto attore più giovane di sempre a vincere il Premio Oscar come migliore attore per la sua interpretazione in Via da Las Vegas (1995). In un'occasione è passato dietro la macchina da presa, dirigendo Sonny (2002).

Cenni biografici e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Di origini italiane da parte di padre (i suoi bisnonni erano di Bernalda, provincia di Matera)[1] e tedesche da parte di madre, il suo vero nome è Nicholas Kim Coppola ed è nipote del regista Francis Ford Coppola e dell'attrice Talia Rose Coppola, in arte Talia Shire, nonché cugino di Sofia Coppola e Jason Schwartzman. Da giovane Cage decise di cambiare il suo nome per affrancarsi dalla reputazione dello zio e tentare di sfondare come attore indipendentemente dalla celebrità dei parenti. Cage è un grande appassionato di fumetti e deve il suo nome d'arte a Luke Cage, un personaggio dei fumetti creato nel 1972 dalla Marvel Comics.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il suo primo ruolo di spicco è in Rusty il selvaggio (1983), diretto proprio da Francis Ford Coppola. Nel 1984 è il protagonista, insieme a Matthew Modine, del poetico Birdy - Le ali della libertà, di Alan Parker. Tra i vari film prima del premio Oscar si ricorda Stregata dalla luna (nomination al Golden Globe) e la partecipazione a Cuore Selvaggio di David Lynch, film che vince la Palma d'oro al Festival di Cannes.

Protagonista di vari film di azione alla fine degli anni 1990, come The Rock con Sean Connery e Ed Harris, Con Air, con John Malkovich (entrambi prodotti da Jerry Bruckheimer) e Face/Off (1997), con John Travolta; ha lavorato, tra gli altri, anche con Martin Scorsese nel 1999 nel film drammatico Al di là della vita, e con Brian De Palma nel film Omicidio in diretta. Tra le pellicole girate nei primi anni duemila figurano: Il ladro di orchidee (2003) di Spike Jonze, nel quale interpreta lo sceneggiatore Charlie Kaufman; Il genio della truffa (2004) di Ridley Scott; Il mistero dei Templari (2004; produzione Bruckheimer e Disney); Lord of War (2005), dove interpreta un trafficante d'armi e World Trade Center (2006), basato sui drammatici eventi dell'11 settembre 2001.

Nel 2006 ottiene la nomination al Razzie Awards per la peggiore interpretazione dell'anno in Il prescelto e l'anno successivo ottiene una nomination ai Razzie Awards per le sue interpretazioni nei film Il mistero delle pagine perdute, Ghost Rider e Next.[2]

Nel 2009 recita nel film Segnali dal futuro che ottiene ottimi incassi in tutto il mondo e successivamente prende parte alle riprese del film Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans con il quale ottiene il suo secondo Toronto Film Critic Award, come migliore interpretazione maschile.

Nel 2010 recita in ben quattro film, che arrivano in Italia solo nel 2011, tra cui Trespass di Joel Schumacher, apprezzato al Toronto Film Festival.[3]

Nel 2012 è uscito il sequel di Ghost Rider, intitolato Ghost Rider - Spirito di vendetta.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 Dicembre 1990 ha avuto il suo primo figlio, Weston Cage, nato da una relazione con la modella Cristina Fulton. Nel 1995 si sposa con Patricia Arquette, con cui recita nel 1999 in Al di là della vita. Girano voci che si fossero separati già nove mesi dopo il matrimonio, anche se in pubblico rimasero una coppia fino al 2000, anno in cui divorziarono definitivamente. Dal 2002 al 2004 è stato sposato con Lisa Marie Presley, mentre nel 2005 ha conosciuto una giovane cameriera asiatica di nome Alice Kim, che ha sposato e da cui ha avuto il suo secondo figlio, Kal-El, nato il 3 Ottobre 2005.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Stella di Nicolas Cage sulla Hollywood Walk of Fame, Los Angeles (California)

Nicolas Cage ha ottenuto due nomination agli Oscar come migliore attore protagonista: per i film Via da Las Vegas, che gli valse la statuetta, e per Il ladro di orchidee.[4]

Ha ottenuto due nomination ai Golden Globe per il miglior attore in un film drammatico, conquistandone uno per Via da Las Vegas.[5] Questa è considerata la migliore interpretazione dell'attore statunitense: tra gli altri premi, gli valse il Chicago Film Critics Association Award al miglior attore protagonista, il National Board of Review al miglior attore, il Screen Actors Guild Awards al miglior attore, la conchiglia d'argento al festival di San Sebastian. Ha vinto inoltre il Toronto Film Critic Award per la miglior interpretazione maschile nei film Il ladro di orchidee e Il cattivo tenente.

Altre nominations: al Saturn Award, come migliore performance maschile nel film Face/Off - Due facce di un assassino e la doppia nomination al BAFTA come migliore attore protagonista nei film Via da Las Vegas e Il ladro di orchidee.[6]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premi Oscar[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Nicolas Cage è stato doppiato da:

  • Pasquale Anselmo in The Rock, Con Air, Face/Off - Due facce di un assassino, Omicidio in diretta, Al di là della vita, Fuori in 60 secondi, The Family Man, Il mandolino del capitano Corelli, Windtalkers, Sonny, Il genio della truffa, Il mistero dei Templari - National Treasure, Lord of War, The Weather Man - L'uomo delle previsioni, World Trade Center, Il prescelto, Il mistero delle pagine perdute - National Treasure, Next, Bangkok Dangerous - Il codice dell'assassino, Segnali dal futuro, Il cattivo tenente - Ultima chiamata New Orleans, L'apprendista stregone, L'ultimo dei Templari, Drive Angry, Trespass, Solo per vendetta, Ghost Rider - Spirito di vendetta, Il cacciatore di donne, Joe
  • Sandro Acerbo in Peggy Sue si è sposata, Mi gioco la moglie a Las Vegas, Cara, insopportabile Tess, Può succedere anche a te, 8mm - Delitto a luci rosse, Il ladro di orchidee, Ghost Rider, Kick-Ass
  • Francesco Prando in Birdy - Le ali della libertà e La città degli angeli
  • Stefano De Sando in Arizona Junior e Red Rock West
  • Tonino Accolla in Bufera in Paradiso e Il bacio della morte
  • Teo Bellia in Stregata dalla luna
  • Loris Loddi in Stress da vampiro
  • Luca Ward in Apache pioggia di fuoco
  • Massimo Lodolo in Cuore selvaggio, Tokarev
  • Paolo Maria Scalondro in Zandalee
  • Claudio Sorrentino in Tempo di uccidere
  • Stefano Mondini in L'ultimo inganno
  • Oreste Baldini in Amos & Andrew
  • Marco Guadagno in Fuori di testa
  • Gianni Bersanetti in Rusty il selvaggio
  • Claudio De Angelis in Cotton Club
  • Massimo Ghini in Via da Las Vegas
  • Tony Sansone in Cuore selvaggio (ridoppiaggio)

Nei film ai quale Cage partecipa come doppiatore, la voce dell'attore è stata sostituita da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Peter Cowie, Coppola: a biography, Da Capo Press, 1988, 2, ISBN 0-306-80598-7.
  2. ^ (EN) Nicolas Cage "amused" by critics, film-news.co.uk, 19 aprile 2012. URL consultato il 29 marzo 2014.
  3. ^ (EN) John DeFore, Trespass: Toronto Film Review, hollywoodreporter.com, 12 settembre 2011. URL consultato il 29 marzo 2014.
  4. ^ (EN) Julie Miller, Nicolas Cage Explains His Recent Oscar-Shunning Career Choices in Most Confusing, Cage-ian Way Possible, vanityfair.com, 14 febbraio 2012. URL consultato il 29 marzo 2014.
  5. ^ (EN) Seven Days of Golden Globes, goldenglobes.com. URL consultato il 29 marzo 2014.
  6. ^ Nicolas Cage, mymovies.it. URL consultato il 29 marzo 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Oscar al miglior attore Successore
Tom Hanks
per Forrest Gump
1996
per Via da Las Vegas
Geoffrey Rush
per Shine