Shine (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shine
Shine.JPG
Una scena del film
Titolo originale Shine
Paese di produzione Australia
Anno 1996
Durata 105 min.
Colore colore
Audio sonoro
Genere biografico, drammatico
Regia Scott Hicks
Soggetto Scott Hicks
Sceneggiatura Jan Sardi
Produttore Jane Scott
Fotografia Geoffrey Simpson
Montaggio Pip Karmel
Musiche David Hirschfelder + Fryderyk Chopin, Franz Liszt, Niccolò Paganini, Sergei Rachmaninov, Nikolai Rimsky-Korsakov, Robert Schumann, Antonio Vivaldi, Ludwig van Beethoven
Scenografia Vicki Niehus
Costumi Louise Wakefield
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Shine è un film del 1996 diretto da Scott Hicks.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Australia, inizi anni sessanta. David Helfgott, giovane e promettente pianista, da bambino non vince una gara di esecuzione al pianoforte. Nonostante l'apprezzamento di un membro della giuria, il padre Peter Helfgott è molto arrabbiato perché sperava che suo figlio vincesse. Infatti egli è un uomo estremamente possessivo, violento, ambizioso e aggressivo ai limiti della follia, che governa la famiglia con un regime ferreo e assolutamente ateo, sebbene egli faccia parte della comunità ebraica locale.

David a diciotto anni, con l'insegnamento del signor Rosen (il membro della giuria), comincia a vincere un concorso dopo l'altro e viene invitato a suonare in un'orchestra americana con una borsa di studio gratuita, ma il padre non vuole in quanto non sopporta la distruzione di una famiglia per la partenza di David. Il ragazzo, a causa delle estreme violenze del padre, il quale cerca di infliggere su di lui tutte le sofferenze che egli passò da bambino, incomincia lentamente a manifestare squilibri mentali. Dopo un po' di tempo David riceve un'altra offerta gratuita di studi: andare a Londra per frequentare una scuola di musica molto importante; suo padre si oppone ancora una volta e lo picchia davanti a tutta la famiglia con estrema ferocia. Il ragazzo decide di andare a Londra, allontanandosi anche dalle sue sorelle, sebbene il separarsi dai suoi familiari per lui sia molto doloroso. Il padre, vedendo distrutto il proprio rapporto con il figlio, decide di dimenticarlo bruciando nel fuoco tutti i ritagli di giornale lodanti la bravura di David che aveva accumulato negli anni.

Con l'insegnamento del professor Parkes, David arriva in finale al concorso della scuola e il ragazzo, molto deciso, vuole suonare un pezzo molto difficile che il padre voleva che un giorno suonasse: il concerto n. 3 di Rachmaninov. Ma, a causa della tensione durante il concerto e per l'assenza della fiducia del padre, David sprofonda nella pazzia più completa e finisce ricoverato in una clinica per alcuni anni. In clinica conosce una signora di nome Gillian, che ospita David, appena uscito dalla clinica, per un po' di giorni a casa sua.

Quando David rincomincia a suonare in un locale, benché gli fosse stato vietato dal dottore, il padre ritorna da lui. Ma, di fronte alla freddezza e al mancato perdono del figlio David, se ne va. In quest'occasione viene ricordato un aneddoto centrale nella storia del rapporto tra il padre e il figlio: Peter (il padre di David) da piccolo aveva acquistato con i suoi risparmi un violino, ma suo padre, non appena lo vide, lo prese e lo distrusse. Perciò il padre di David, che ha sempre amato la musica, la impara da autodidatta e la insegna al figlio, ripetendogli continuamente che è molto fortunato perché lui da giovane non ha potuto avere la musica.

Quando il padre muore David va a vedere la tomba con Gillian, nel frattempo diventata sua moglie. David lo perdona, incominciando pian piano a riacquistare la sanità mentale. Il successo di un concerto e la standing ovation del pubblico gli consacrano il ritorno alla salute.

La realtà dietro il film[modifica | modifica sorgente]

Shine narra la storia reale della vita di David Helfgott, presentando ovviamente anche tratti romanzati. L'intera narrazione si basa sulle parole stesse dei protagonisti ovvero David Helfgott in primo luogo e di Gillian Helfgott in secondo luogo, i quali vengono ringraziati nei titoli di coda. I due adesso vivono ancora in Australia e molto spesso viaggiano per le numerose tournée che Helfgott intraprende.

È però necessario precisare come molte controversie siano sorte riguardo al modo in cui Helfgott viene presentato. Molti musicisti infatti hanno fatto notare come in realtà le abilità di David siano state fortemente amplificate nel film, così come la difficoltà leggendaria del concerto. Col passare degli anni, ed in particolar modo dopo l'uscita del film, Helfgott ha pubblicato un gran numero di album sia in studio che dal vivo, la maggior parte dei quali altro non sono che il concerto attorno a cui ruota la sua vita, il Terzo concerto per pianoforte di Rachmaninov.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema