Jean Dujardin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jean Dujardin (Rueil-Malmaison, 19 giugno 1972) è un attore e comico francese.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Jean ha raggiunto la popolarità nel 1996, dopo aver partecipato al talent show francese Graines de star come parte del gruppo comico Nous C Nous, formato da membri del teatro Carré blanc. Dal 1999 al 2003 ha partecipato alla versione francese della sitcom Love Bugs "Un gars une fille", prima di transitare alla carriera cinematografica. Nel 2005 ha recitato come protagonista nella commedia Brice de Nice, ed ha partecipato alla colonna sonora del film Le Casse de Brice. L'anno successivo ha interpretato il personaggio di Hubert Bonisseur de La Bath, parodia degli agenti segreti stile James Bond in OSS 117 : Le Caire, nid d'espions, ruolo grazie al quale ha avuto una nomination al César Award come "Miglior Attore". Nel 2009 ha ripreso il suo ruolo di Hubert Bonisseur de La Bath per il sequel di OSS 117, OSS 117 : Rio ne répond plus. Sempre nel 2009 interpreta il famoso pistolero dei fumetti Lucky Luke nell'omonimo film. A questi ruoli comici alterna anche ruoli drammatici come in Contre Enquete, 99 francs o Le Bruit des Glaçons , quest'ultimo premiato a Venezia col Premio Label Europa Cinemas. In Italia la maggior parte dei suoi film non ha mai trovato distribuzione.

Nel maggio 2011 vince il premio per la miglior interpretazione maschile al 64º Festival di Cannes per la sua interpretazione in The Artist di Michel Hazanavicius.[1] Il 15 gennaio 2012 vince il premio per il miglior attore in un film commedia o musicale per lo stesso film alla 69esima edizione dei Golden Globes. Dopo il grande successo riscontrato in numerosi festival, il film riceve 10 nominations agli Oscar 2012, tra cui quella di miglior film, miglior regia e per Jean Dujardin quella di miglior attore protagonista. La nomination si è quindi tradotta in vittoria con l'Oscar al miglior attore protagonista agli 84esimi Academy Awards. Dujardin è il primo francese nella storia ad aggiudicarsi la prestigiosa statuetta; è inoltre il quarto attore di madrelingua non inglese a vincere l'Oscar come miglior attore dopo il tedesco Emil Jannings nel 1929, l'austriaco Maximilian Schell nel 1962 e l'italiano Roberto Benigni nel 1999. Per la sua interpretazione del divo George Valentin in The Artist, Dujardin ha realizzato un poker di premi incredibile: premio a Cannes, Golden Globe, BAFTA e infine il premio Oscar.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Grazie al film The Artist presentato prima al Festival di Cannes e poi ad una moltitudine di festival cinematografici anche statunitensi, l'attore ha ricevuto diversi riconoscimenti e nomination fino alla consacrazione del Premio Oscar cui hanno fatto seguito altri premi per la stessa interpretazione.

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Awards 2011, festival-cannes.fr. URL consultato il 9 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Oscar al miglior attore Successore
Colin Firth
per Il discorso del re
2012
per The Artist
Daniel Day Lewis
per Lincoln

Controllo di autorità VIAF: 85129706 LCCN: n2008028918

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema