Maximilian Schell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maximilian Schell nel 1970
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior attore 1962

Maximilian Schell (Vienna, 8 dicembre 1930Innsbruck, 1º febbraio 2014) è stato un attore e regista cinematografico austriaco.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'attrice Margarete Schell Nolé, aveva un fratello, (Carl), e due sorelle, (Maria e Immy), attori anch'essi.

Maximilian esordì nel 1955 nel film di guerra tedesco Kinder, Mütter und ein General (All'est si muore). Nel 1958 debuttò ad Hollywood col film I giovani leoni. Nel corso della sua carriera lavorò anche in teatro e in televisione, e nel 1959 interpretò Amleto per la televisione tedesca.

Schell si è spento il 1º febbraio 2014 all'età di 83 anni dopo un'improvvisa malattia.[1]

Maximilian Schell è stato sepolto nel cimitero Zentralfriedhof di Vienna, accanto ala sorella Maria.

L'Oscar[modifica | modifica sorgente]

Nel 1962 vinse il premio Oscar al miglior attore protagonista per la sua interpretazione nel film Vincitori e vinti. Divenne così famoso in tutto il mondo, ottenendo ruoli sia per il cinema che per la televisione. Fu candidato altre due volte: nel 1976 di nuovo come protagonista per The Man in the Glass Booth, nel 1978 come miglior attore non protagonista per Giulia.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Padrino di Angelina Jolie, nel 1985 si sposò con Natalya Andrejchenko, conosciuta sul set della miniserie tv Pietro il Grande, da cui ebbe una figlia, Nastassja nel 1989 e da cui divorziò nel 2005.

Il 20 agosto 2013 convolò nuovamente a nozze con la cantante Iva Mihanovic.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Maximilian Schell nel 2006

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Onorificenze tedesche[modifica | modifica sorgente]

Croce al Merito di I Classe dell'Ordine al Merito di Germania - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Merito di I Classe dell'Ordine al Merito di Germania

Onorificenze austriache[modifica | modifica sorgente]

Croce d'Onore di I Classe per le scienze e per le arti (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Croce d'Onore di I Classe per le scienze e per le arti (Austria)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Addio a Maximilian Schell, Oscar per "Vincitori e Vinti", 1º febbraio 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Oscar al miglior attore Successore
Burt Lancaster
per Il figlio di Giuda
1962
per Vincitori e vinti
Gregory Peck
per Il buio oltre la siepe

Controllo di autorità VIAF: 19866935 LCCN: n86025468