The Brothers Bloom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Brothers Bloom
The Brothers Bloom.JPG
Adrien Brody, Rinko Kikuchi e Mark Ruffalo in una scena del film.
Titolo originale The Brothers Bloom
Lingua originale Inglese
Paese di produzione USA
Anno 2008
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35 : 1
Genere commedia
Regia Rian Johnson
Soggetto Rian Johnson
Sceneggiatura Rian Johnson
Produttore Ram Bergman, James D. Stern, Tom Karnowski (co-produttore), Matthew J. Birch (co-produttore)
Produttore esecutivo Wendy Japhet, Douglas E. Hansen
Casa di produzione Endgame Entertainment
The Weinstein Company
Ram Bergman Productions
Fotografia Steve Yedlin
Montaggio Gabriel Wrye
Musiche Nathan Johnson
Scenografia Jim Clay
Costumi Beatrix Aruna Pasztor
Trucco Graham Johnston
Interpreti e personaggi

The Brothers Bloom è un film del 2008 scritto e diretto da Rian Johnson, interpretato da Rachel Weisz, Adrien Brody, Mark Ruffalo e Rinko Kikuchi.

Si tratta di un caper movie postmoderno che mescola elementi tipici del genere con aspetti della commedia surreale.

È stato presentato al Toronto International Film Festival 2008, successivamente è stato distribuito nelle sale americana a partire dal 29 maggio 2009, mentre non è stato ancora distribuito in Italia.

Diversi attori presenti nella pellicola avevano già preso parte al precedente film del regista, Brick - Dose mortale: Nora Zehetner, nel ruolo di Rose, Joseph Gordon-Levitt e Lukas Haas hanno invece un cameo nella scena del bar.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I fratelli Stephen e Bloom sono due truffatori che si guadagnano da vivere escogitando colpi e truffe di vario genere, grazie anche all'aiuto dell'artificiere Bang Bang. Stephen è alla continua ricerca della "truffa perfetta". Tuttavia, quella che sarebbe dovuta essere la vittima di un loro imbroglio, l'ereditiera Penelope, diventa loro complice e fa innamorare di sé il fratello minore, Bloom. Penelope viene allora coinvolta in una serie di truffe finché Stephen non verrà rapito da Diamond Dog, il loro vecchio mentore. I due tenteranno di salvarlo, ma Stephen viene ferito mortalmente. Il fratello rivelerà loro che questa era la truffa perfetta e che il colpo era a salve. Bloom abbandona il fratello e fugge con Penelope. Durante la fuga, si accorge che il sangue del fratello non era finto e che lui è ormai morto. Scappa allora con Penelope e gli ritornano in mente le parole del fratello: "La truffa perfetta è quella in cui tutti quelli che vi partecipano ottengono quello che vogliono". Stephen ha inscenato una truffa talmente perfetta da diventare realtà e Bloom ha trovato l'amore della sua vita.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema