I sequestrati di Altona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I sequestrati di Altona
Sequestrati di Altona 2.jpg
Sophia Loren e Maximilian Schell
Paese di produzione Italia, Francia
Anno 1962
Durata 114 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Vittorio De Sica
Soggetto Jean-Paul Sartre
Sceneggiatura Cesare Zavattini e Abby Mann
Produttore Carlo Ponti per Titanus SGDC
Distribuzione (Italia) Titanus
Fotografia Roberto Gerardi
Montaggio Manuel del Campo e Adriana Novelli
Musiche Nino Rota, Franco Ferrara
Scenografia Ezio Frigerio
Costumi Pier Luigi Pizzi
Interpreti e personaggi
Premi

I sequestrati di Altona è un film del 1962 diretto da Vittorio De Sica.

È tratto dal dramma di Jean-Paul Sartre Les Séquestrés d'Altona, rappresentato in teatro nel 1959.

Altona è un distretto della città tedesca di Amburgo.


Trama[modifica | modifica sorgente]

L'industriale Albrecht von Gerlach scopre di essere prossimo alla morte e chiama il figlio avvocato Werner che vuole nominare come suo successore. La moglie Johanna, attrice impegnata in un'opera di Brecht contro il nazismo scopre i segreti di famiglia: il figlio primogenito Franz, criminale nazista delle SS creduto morto in realtà si nasconde in soffitta da 16 anni accudito dalla sorella che gli nasconde la verità descrivendogli una Germania umiliata e sconfitta ancora sotto il giogo degli invasori. Johanna riesce a far uscire Franz dal suo isolamento ma l'uomo decide ugualmente di compiere il suo tragico destino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema