Birdy - Le ali della libertà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Birdy - Le ali della libertà
Birdy film.png
Una scena del film
Titolo originale Birdy
Paese di produzione USA
Anno 1984
Durata 120 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Alan Parker
Soggetto William Wharton
Sceneggiatura Sandy Kroopf, Jack Behr
Fotografia Michael Seresin
Montaggio Gerry Hambling
Musiche Peter Gabriel
Scenografia Geoffrey Kirkland
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Birdy - Le ali della libertà (Birdy) è un film del 1984 diretto da Alan Parker.

La pellicola ha ricevuto il Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes 1985.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al Columbato è un reduce della guerra in Vietnam, dove ha riportato numerose ferite tra cui varie ustioni al viso. Durante la convalescenza gli viene richiesto di presenziare in un ospedale psichiatrico militare dove da tempo è ricoverato il suo amico di infanzia Birdy, anch'egli militare in Vietnam, chiamato così per la sua passione per il volo e i volatili.

Birdy è ridotto ad uno stato schizofrenico e chiuso in un silenzio catatonico a causa degli orrori della guerra. Così il dottor Weiss, lo psichiatra militare che lo ha in cura, spera che la vicinanza di Al possa in qualche modo giovargli.

I due erano diventati amici nei primi anni sessanta nei sobborghi poveri di Philadelphia; proprio in quel periodo iniziarono i tentativi di Birdy di volare, una passione che lo distoglieva da ogni altro interesse, ragazze comprese, e lo allontanava gradualmente dalla realtà. In due fasi Birdy riesce ad illudersi di essere un uccello e di poter vedere il mondo dall'alto, dapprima a Philadelphia, motivo per il quale Al decide di troncare l'amicizia, e poi anche in Vietnam. Birdy continua a restare chiuso nel suo silenzio, ad ignorare il suo amico. Il dottor Weiss considera la presenza di Al oramai inutile e forse persino dannosa, ma il giovane non è intenzionato a demordere.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrangiamento di brani da canzoni di Peter Gabriel, dal suo terzo e quarto album come solista.
  • La Bamba, successo di fine anni cinquanta del cantante d'origine messicana Ritchie Valens.
  • Il brano ricorrente è l'arrangiamento pianistico di Wallflower, titolo pertinente con la figura introversa e solitaria del protagonista.
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Birdy (colonna sonora).

Comparazione con il romanzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel romanzo di Wharton, da cui è tratto il film, i due protagonisti sono reduci della seconda guerra mondiale.
  • Al pari del romanzo, nel film non c'è alcun riferimento al nome del protagonista, noto solamente con l'appellativo di Birdy.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 1985, festival-cannes.fr. URL consultato il 23 giugno 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema