Mario Van Peebles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mario Van Peebles

Mario Cain Van Peebles (Città del Messico, 15 gennaio 1957) è un attore, regista e produttore cinematografico statunitense.

Come regista ha diretto film che narrano dei problemi della droga e della violenza nella comunità afroamericana (New Jack City) e delle Pantere Nere (Panther).

Nel 1991 è stato inserito dalla rivista People tra i 50 uomini più belli del mondo.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato a Città del Messico il 15 gennaio 1957 figlio dell'attore e cineasta afro-americano Melvin Van Peebles e dell'attrice tedesca Maria Marx. I genitori si conobbero in Germania, ove il padre svolgeva il servizio militare, ed in seguito si trasferirono in Messico, abitandovi per un certo periodo. Poco dopo la nascita di Mario, la famiglia Van Peebles si spostò negli Stati Uniti, stabilendosi definitivamente a San Francisco (in California). Mario debuttò come attore nel 1971, a 14 anni, interpretando il film Sweet Sweetback's Baadasssss Song, diretto dal padre. Il suo ruolo era quello del protagonista da giovane, e interpretò una scena di sesso con una donna adulta. Come attore ha interpretato complessivamente 70 film.

Nel 1987 debuttò nella regia, dirigendo una puntata della serie televisiva 21 Jump Street. Il suo primo film per il cinema, New Jack City, risale al 1991. Si tratta di un film gangeristico, una sorta di Scarface afroamericano, interpretato da Wesley Snipes, che riscosse un buon successo di pubblico. Nel 1993 Van Peebles diresse il suo secondo film, Posse - La leggenda di Jessie Lee, un western afroamericano, che racconta la vita di Jesse Lee. Nel 1995 girò Panther, un film che racconta la storia delle Pantere Nere.

L'anno successivo diresse insieme al padre il thriller Gang in Blue, che affronta il tema del razzismo presente nella polizia statunitense. Nel 1998 diresse e interpretò la commedia romantica Love Kills. Nel 2000 recitò nel film Guardian, a fianco di Nancy La Scala, James Remar e Ice T. Nel 2001 interpretò il ruolo di Malcolm X nel film Alì, biografia di Muhammad Ali.

Nel 2004 diresse Baadasssss!, che racconta la storia della travagliata produzione di Sweet Seetback's Baadasssss Song. Nel film Mario interpreta il ruolo del padre.

Nel 2006 tornò a lavorare con Wesley Snipes, dirigendo il film per la televisione Hard Luck.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Hard Luck - Uno strano scherzo del destino (Hard Luck)

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

Hard Luck - Uno strano scherzo del destino (Hard Luck)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Van Peebles, scheda disponibile qui; ultimo accesso il 28 agosto 2007

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 79170931 LCCN: n90609894