Renate Blauel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Renate Blauel (Berlino, 1953) è un'artista e musicista tedesca.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Come tecnico del suono, si distingue in numerosi album: Hysteria, degli Human League (Croatia Records), ne è un esempio[1], ma possiamo trovare il suo operato anche in Platinum di Mike Oldfield, Ready della Blues Band, In Our Lifetime di Marvin Gaye e All the Best Cowboys Have Chinese Eyes di Pete Townshend[2]. Nel 1983, ella fa parte dell'entourage di Elton John, occupandosi di due LP del pianista di Pinner: Too Low for Zero e Breaking Hearts. I due convolano a nozze a Sydney il giorno di San Valentino del 1984, dopo la proposta di matrimonio da parte della rockstar britannica (avvenuta quattro giorni prima in un ristorante). L'unione non sarà felice; comunque Elton, all'epoca devastato da alcool e droghe (affronterà anche una delicata operazione alla gola), ricorderà con affetto la relazione, dato che la Blauel gli fu sempre accanto. Affermerà però «Il matrimonio era predestinato al fallimento fin dal primo minuto; io sono gay, non si può vivere in una bugia»[3]. Elton aveva già ammesso nel 1976 di essere bisessuale; negli anni Novanta, però, dichiarerà di non aver avuto il coraggio di dichiararsi apertamente omosessuale. Il divorzio avrà luogo nel 1987.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Human League, The - Hysteria
  2. ^ http://www.discogs.com/artist/Renate+Blauel
  3. ^ Il giorno più bello, Laura Laurenzi, Rizzoli, 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]