Ryan Adams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ryan Adams
Un primo piano di Ryan Adams
Un primo piano di Ryan Adams
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop rock[1]
Alternative rock[1]
Indie rock[1]
Country rock[1]
Alternative country[1]
Americana[1]
Periodo di attività 1994 – in attività
Album pubblicati 9
Sito web

Ryan Adams, all'anagrafe David Ryan Adams (Jacksonville, 5 novembre 1974), è un cantautore e chitarrista statunitense di genere alternative rock e alternative country.

Oltre ad essere stato con i Whiskeytown tra i principali esponenti del movimento alternative country ha pubblicato in poco più di dieci anni di carriera solista ed assieme ai The Cardinals tredici album. Si è sposato a marzo 2009 con la sua collega Mandy Moore, cantautrice statunitense in attività dal 1999. È stato più volte nominato al Grammy Award.

Carriera musicale e biografia[modifica | modifica sorgente]

Esordi[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato a suonare in un gruppo punk chiamato The Patty Duke Syndrome pubblicando due canzoni nel 1994 su un split 7" singolo (due canzoni da un lato, sull'altro lato c'era un gruppo chiamato GlamourPuss).

In seguito ha formato nel 1994 un nuovo gruppo, i Whiskeytown, gruppo ispiratore del movimento alternative country e con cui ha inciso tre album Faithless Street (nel quale descrive il punk rock "troppo duro da cantare"), Strangers Almanac e Pneumonia. Nel 1999 lascia i Whiskeytown per intraprendere la carriera solista: è una svolta verso atmosfere cantautoriali più rock e che, soprattutto, confermano la grande capacità del giovane Ryan di scrivere canzoni.

Heartbreaker[modifica | modifica sorgente]

Adams ha fatto il suo debutto come solista nel 2000, con Heartbreaker prodotto da Ethan Johns. È un misto di folk-rock che richiama lo stile di Bob Dylan, dolci e allo stesso tempo possenti armoniche degne del miglior Neil Young, soffici ballate country e tocchi di rock blues (To Be Young): è la storia della conclusione di un rapporto dalla prospettiva dell'uomo.

Emmylou Harris, che in passato aveva lavorato con il leggendario Gram Parsons, duetta con Adams in Oh My Sweet Carolina. Altre partecipazioni al disco vengono da Carina Round assieme hanno scritto Come Pick Me Up, Gillian Welch, David Rawlings e da Kim Richey. L'album ha avuto un ottime recensioni ma non un grosso successo commerciale.

Gold[modifica | modifica sorgente]

Nel 2001 ha pubblicato il secondo album solista Gold, un album con 16 canzoni e un'edizione limitata con altre 5 bonus-track. In questo album ha adottato un più stile rock e meno country. Il resto dell'album è un mix di blues (Rescue Blues), ballate rock (Nobody Girl), struggenti lenti (La Cienega Just Smiled), il tutto accompagnato da atmosfere malinconiche (Goodnight Hollywood Blvd.)

Il 7 settembre 2001, Adams ha girato un video per il brano New York, New York solo 4 giorni prima del celebri tremendi attentati. Nel video si vede Adams che si leva in piedi sullo shoreline di Brooklyn, con le Torri Gemelle del World Trade Center che appaiono in lontananza sopra le sue spalle, mentre lui canta il verso "I still love you, though, New York" che diventò subito uno slogan su MTV nei giorni seguenti gli attentati dell'11 settembre. È da segnalare che quasi ogni scena nel video il World Trade Center sia al centro dell'attenzione. Nel 2002, Adams è stato nominato per tre premi Grammy, "Miglior voce maschile rock" per New York New York; "Miglior album rock" per Gold; e "Miglior voce maschile country" per la cover di Hank Williams "Lovesick Blues".

L'album ha venduto oltre 364.000 copie, diventando il suo album di maggior successo consacrandolo al grande pubblico. In Italia, la rivista musicale Buscadero lo segnala come il miglior disco del 2001.

Demolition[modifica | modifica sorgente]

Dopo il successo di Gold, Adams ha continuato a registrare incessantemente (come si evince dai bootlegs numerosi ed gli unreleased album). Si vantava del suo progetto di far uscire 5 album nel 2002 ma alla fine soltanto uno è stato pubblicato. Demolition è una raccolta delle canzoni preferite dei cinque progetti di album (incluse le sessions per gli unreleased album 48 Hours e The Suicide Handbook) fatte da Carrie Hamilton. L'album si snoda lungo 13 tracce che danno sfogo alle varie anime del talento compositivo di Adams. Si comincia con la rockeggiante Nuclear per poi passare alla splendida Hallelujah, impreziosita dall'immancabile armonica ormai marchio di fabbrica di Adams (avvolgente in Desire). Spunti acustici con Cry On Demand e She Wants To Play Hearts. Spruzzi di Ramones in Gimme A Sign fino ad arrivare alle contaminazioni elettroniche nella conclusiva Jesus (Don't Touch My Baby), una vera perla che riporta alle atmosfere Floydiane Anche se l'album ha conquistato l'attenzione più critica non è riuscito a vendere quanto Gold.

Love is Hell e Rock N Roll[modifica | modifica sorgente]

In un tentativo di occuparsi della morte di Carrie Hamilton, Adams ha cominciato uno sforzo lungo un anno per registrare un album; il risultato era Love is Hell. Al completamento, la Lost Highway etichetta discografica attuale di Adams, ha percepito l'album per essere troppo scuro e non molto commerciabile. Disgustato, Adams è entrato nello studio e due settimane più tardi ne è uscito con Rock N Roll. In queste sessioni di registrazione, Adams si è affiancato di preziose collaborazioni con diversi musicisti: Melissa Auf Der Maur, Billie Joe Armstrong dei Green Day, e la sua fidanzata dell'epoca Parker Posey. Adams e la Lost Highway finalmente poi si sono accordati: l'etichetta avrebbe pubblicato il più commerciale Rock N Roll e Love is Hell in due EP ravvicinati, il primo nel mese di novembre del 2003 e il secondo in dicembre dello stesso anno. Nel maggio del 2004, Love is Hell è stato ripubblicato come album completo, così come esso era stato inteso con bonus track e l'extended version di Anybody Wanna Take Me Home?

Rock N Roll[modifica | modifica sorgente]

Rock n Roll è un viaggio lungo 15 tracce attraverso la storia del Rock and roll con il marchio di fabbrica di Adams. Si parte da This Is It in stile Replacements passando per Swallow, che cita nell'intro i T-Rex, stessa citazione fatta dagli Oasis in Cigarettes and Alcohol, proseguendo col citare i Pink Floyd (ma solo nel titolo) in Wish You Were Here e così via, in un album di puro rock'n'roll.

Love is Hell[modifica | modifica sorgente]

Love Is Hell pt.1 (2003) è molto più melodico e fa da contrasto a "Rock N Roll". Si parte con Political Scientist, si prosegue con Afraid Not Scared e così via, passando per la cover di Wonderwall degli Oasis. Noel Gallagher, chitarrista degli Oasis, dopo aver ascoltato la cover di Adams, ne ha riproposto spesso la versione acustica nei suoi concerti. Si conclude, prima delle 2 bonus tracks, con Avalanche.

Nel 2005 Adams ha ricevuto una nomination ai Grammy Award nella categoria Best Solo Rock Vocal Performance per la sua cover di "Wonderwall" contenuta in Love is Hell. Il premio è stato successivamente assegnato a Bruce Springsteen per "Code of Silence".

My Blue Manhattan è l'apertura di questo disco che vede impegnato Adams. La chiusura è affidata ad Hotel Chelsea Nights, una canzone con atmosfere alla Purple Rain di Prince. Anche qui due bonus track, con Fuck The Universe vero corpo estraneo del disco.

Cold Roses, Jacksonville City Nights, 29[modifica | modifica sorgente]

Cold Roses[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del 2005, Adams ha annunciato la pubblicazione di tre album. Il primo è un doppio album intitolato Cold Roses, pubblicato il 3 maggio 2005. È registrato insieme ai The Cardinals, e segna il ritorno alle atmosfere di Heartbreaker. L'album include i backing vocals di Rachael Yamagata su tre canzoni: Let it Ride, Cold Roses, and Friends.

Jacksonville City Nights[modifica | modifica sorgente]

Il suo secondo album dell'anno pubblicato con i The Cardinals, Jacksonville City Nights, include le canzoni Hard Way To Fall, The Hardest Part e Dear John cantata con Norah Jones. È forse l'album più country di Adams dai tempi degli Whiskeytown (una canzone, "My Heart Is Broken", risale proprio a quel periodo).

29[modifica | modifica sorgente]

Ryan Adams, questo volta senza i Cardinals, ha pubblicato il suo terzo album dell'anno, 29, il 20 dicembre 2005. È un album diverso dagli altri. Più cervellotico, intenso, intimo, triste, cupo. Si parte con l'omonima canzone, 29, ispirata a Truckin' dei Grateful Dead, seguono Night Birds e Blue Sky Blues, prosegue con una spagnoleggiante The Sadness a precedere la parte finale del disco.

Elizabethtown[modifica | modifica sorgente]

La canzone di Ryan Adams Come Pick Me Up dell'album Heartbreaker è stata inserita nel film di Cameron Crowe Elizabethtown. La canzone non pubblicata Words, presente nel film nel viaggio di Drew (interpretato da Orlando Bloom), compare per la prima volta su iTunes come EP in esclusiva Songs for the Ride Home, seguito da una pubblicazione del secondo volume della colonna sonora di Elizabethtown (7 febbraio 2006), con English Girls Approximately originariamente in scaletta su Love Is Hell. Nel film, Claire (interpretata da Kirsten Dunst) può essere vista con l'album Love Is Hell nella sua valigia accanto al disco degli Heart, Jupiter's Darling.

DJ Reggie, The Shit, and WereWolph[modifica | modifica sorgente]

Dopo i 3 album pubblicati nel solo 2005 (Cold Roses, 29 e Jacksonville City Nights) Ryan non si smentisce neanche nel 2006: sul suo sito ufficiale ha infatti messo in vendita ben 11 album sotto 3 diversi pseudonimi. DJ Reggie è la versione hip-hop di Ryan Adams, e sotto questo nome si possono trovare ben 4 LP. The Shit (6 album) e Werewolph (uno) sono invece il suo alter ego hardcore.

Il 2006[modifica | modifica sorgente]

A febbraio 2006 Adams completa per la prima volta dal 2003 un tour britannico senza interruzione. Suonando da solo, accompagnato spesso da Brad Pemberton (batterista sia per The Pinkhearts e The Cardinals) e nella data finale a Londra da Neal Casal.

Tra la primavera e l'estate Adams parte per un lungo tour negli Stati Uniti che tocca con cinque date in aprile la costa occidentale, per proseguire verso la East Coast/Midwest, partecipando al Lollapalooza a Chicago il 4 agosto 2006. In questo tour in anteprima ha presentato alcune nuove canzoni apparse su lavori successivi compreso Breakdown in the Resolve, Tho Hearts, Rip Off, Everybody Knows e Blue Hotel ed alcune cover dei Grateful Dead, come He's Gone, Bird Song, Franklin's Tower e Stella Blue.

All'inizio di agosto una nuova canzone era disponibile sul suo Website ufficiale, la canzone è stata intitolata "Lovely and Blue" (inizialmente si pensava dovesse essere intitolata "France" per un errore sul tag idv3 sul file mp3).

Il 30 agosto 2006 è stato annunciato attraverso il website ufficiale di Ryan Adams che la bassista Catherine Popper dei The Cardinals aveva deciso lasciare a tempo indefinito il gruppo, ossitutita da un amico di lunga data, Chris Feinstein.

Nel settembre del 2006, Adams ha reso disponibili due nuove canzoni di genere hip hop come benvenuto al suo Web site ufficiale, le canzoni sembrano essere influenzate fortemente da Beck e da testi divertenti ed assurdi.

Il 31 ottobre 2006, l'album Songbird, una collaborazione con Willie Nelson, è stato pubblicato e prodotto dallo stesso Adamns dove lui ed i Cardinals suonano come gruppo di supporto.

Easy Tiger[modifica | modifica sorgente]

Adams ha pubblicato il suo nono album il 26 giugno 2007, intitolato Easy Tiger. L'album include molte tracce presentate durante il Tour 2006, più altri inediti. La canzone Two è cantata in duetto con Sheryl Crow, mentre per il resto dell'album si è avvalso della collaborazione dei The Cardinals. Il primo singolo estratto è Halloween Head, il cui video vede le esilaranti lezioni di ballo di un gruppo di finlandesi anziani.

Tour con gli Oasis e "Cardinology"[modifica | modifica sorgente]

La sua etichetta Lost Highway ha dichiarato che Ryan Adams inoltre pubblicherà un box-set verso la fine del 2007 che comprende live, gli album inediti 48 Hours and the Suicide, la serie live di bootlegged di Bedhead e le canzoni non incluse su Easy Tiger.

Nell'edizione di settembre 2007 di Q Magazine, Adams ha precisato che il titolo dell'album sarà 20:20 e sarà un album doppio, con il primo disco che avrà materiale raro che nessuno ha sentito ed uno di B-side

Nel 2007, Adams ha rivelato che ha superato "un periodo esteso di dipendenza" che si è concluso nel 2006. Adams ha detto che ha sniffato ordinariamente eroina mescolata con cocaina ed ha abusato di alcool e pillole. Adams ha superato le sue dipendenze con l'assistenza della sua ragazza Jessica Joffe usando una terapia a base di valium e presenziando alle riunioni degli alcolisti anonimi.

Attualmente è impegnato con i Cardinals in un tour nel suo paese come spalla nei concerti degli Oasis, suoi miti giovanili e, diversamente da quanto annunciato, pubblicherà a fine ottobre il suo nuovo album, sempre con i Cardinals, "Cardinology", che sarà preceduto dal singolo "Fix It".

Cardinology, decimo album in studio e quinto con i Cardinals, è uscito il 28 ottobre 2008.

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

Jesse Malin[modifica | modifica sorgente]

Ryan Adams si impegna per la prima volta nella produzione di un album con il primo di Jesse Malin The Fine Art of Self Destruction nel 2002. Adams suona anche alcune chitarre elettriche e le tastiere, partecipando anche come controvoce. Adams in seguito lavorerà con Malin per formare il gruppo punk-rock The Finger (sotto lo pseudonimo di "Warren Peace" e "Irving Plaza" rispettivamente), che realizza due EP raccolti sotto forma di album: We Are Fuck You, pubblicato da One Little Indian Records nel 2003. Nel 2005 Adams e Malin, insieme a Blondie e altri, suonarono al concerto di beneficenza per l'Uragano Katrina all'Irving Plaza a New York. Ryan Adams ha anche contribuito alla realizzazione dell'album di Jesse Malin del 2004 intitolato The Heat e sta ancora facendo la sua arte suonando nell'album di Malin in uscita nel 2007 Glitter in the Gutter.

Phil Lesh[modifica | modifica sorgente]

Ryan Adams è diventato in amico con la leggenda Phil Lesh dei famosi Grateful Dead. Lui e Phil si sono incontrati ai Jammys Awards a New York all'inizio del 2005. I due si sono conosciuti al Jerry Garcia's "Wharf Rat" dove Lesh ha legato con Adams. Nel corso dei due anni successivi, Adams ha incontrato Phil in alcune esibizioni di Phil Lesh & Friends, incluso una serata al Red Rocks fuori Denver e agli NYE 2005 al Bill Graham Event Center a San Francisco. Lesh ha inoltre partecipato come ospite a molti concerti di Ryan Adams. Lesh ha dichiarato più volte pubblicamente che "Adams è uno dei più grandi chitarristi della sua generazione".

Ryan Adams e il diritto d'autore[modifica | modifica sorgente]

Anche se Adams non è personalmente implicato, la società madre della sua etichetta, Universal Music Group ha collaborato con l'FBI e l'ufficio dell'avvocatura degli Stati Uniti nel proseguimento dei primi arresti sulla violazione della legge della misura del copyright di prerelease approvata nel 2005. La legge considera un crimine federale pubblicare musica coperta dal diritto d'autore prima del tempo previsto, senza permesso del detentore del copyright. Due individui non legati tra loro, Robert Thomas (Milwaukee, Wisconsin) e Bowser (Jacksonville, Florida) di Jared, sono stati accusati il 10 marzo 2006, per aver postato quattro canzoni di Jacksonville City Nights su un messaggio in un forum nel mese di agosto del 2005, poco prima della pubblicazione prevista. I due dovranno affrontare 11 anni di prigione e pagare indennità fino ad un massimo di $750.000.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

In studio[modifica | modifica sorgente]

EP[modifica | modifica sorgente]

Singoli & Promo[modifica | modifica sorgente]

  • New York, New York - (2001 - CD)
  • Answering Bell - (2002 - 2xCD)
  • Answering Bell (Live at the Paradiso) - (2002 - CD)
  • Nuclear - (2002 - CD & 7")
  • Hey Parker, It's Christmas - (2003 - Promo 7")
  • Come Pick Me Up (4-Track version) - (2003 - Promo 7")
  • So Alive - (2004 - 2xCD & 7")
  • This is It - (2004 - CD)
  • Wonderwall - (2004 - 2xCD & 7")
  • Halloween - (2004 - Promo CD)
  • Now that You're Gone - (2004 - 7")
  • Let it Ride - (2005 - 2xCD)
  • Easy Plateau - (2005 - 2xCD)
  • The Hardest Part - (2005)
  • Two - (2007)
  • Halloweenhead - (2007)
  • Fix It - (2008)
  • Magick - (2008)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f allmusic.com - Ryan Adams

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84211579 LCCN: no2001044715