One Little Indian Records

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
One Little Indian Records
StatoRegno Unito Regno Unito
Fondazione1985
SettoreMusicale
Sito web

La One Little Indian Records è un'etichetta discografica indipendente britannica, con sede a Londra, fondata nel 1985.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La One Little Indian Records è nata per iniziativa dei membri di alcuni gruppi anarcho punk sulle ceneri dell'etichetta punk Spiderleg Records. I primi successi vennero nel 1986 con il duo A.R. Kane e i Flux of Pink Indians. Altri gruppi, in seguito, pubblicarono dischi con la One Little Indian: Kitchens of Distinction, The Sugarcubes, Sneaker Pimps, The Shamen, Skunk Anansie, Björk, Chumbawamba e Alabama 3.[1]

Nel 2009, dopo 45 anni, Paul McCartney ha chiuso il rapporto con la EMI, trasferendo tutti i diritti sulle sue produzioni da solista alla One Little Indian.[2] L'etichetta cura, inoltre, la distribuzione di album di artisti di altri paesi, come, ad esempio, gli italiani Afterhours.[3]

Artisti (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) About us[collegamento interrotto], indian.web.ci-net.com. URL consultato il 1º agosto 2009.
  2. ^ (EN) McCartney Moves His Music Catalog to New Label, su macca-central.com. URL consultato il 1º agosto 2009.
  3. ^ (EN) Artists[collegamento interrotto], indian.web.ci-net.com. URL consultato il 1º agosto 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk