Pete Doherty

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pete Doherty

Peter Daniell Doherty, detto Pete (Hexham, 12 marzo 1979), è un cantante e musicista inglese, leader dei Babyshambles, fondatore, cantante, attore e compositore (con Carl Barât) del gruppo The Libertines, con il quale ha raggiunto la notorietà.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Origini e i Libertines[modifica | modifica wikitesto]

Dal momento che il padre è un ufficiale dell'esercito britannico cresce spostandosi tra vari presidi militari nel Regno Unito e nel resto d'Europa. Ottiene numerosi successi in campo scolastico raggiungendo il massimo dei voti in diverse materie e soprattutto in letteratura inglese e storia. A 16 anni vince un concorso di poesia e parte per un viaggio in Russia organizzato dal British Council. Viene ammesso alla Queen Mary, University of London per un corso di laurea in Inglese ma abbandona il corso al primo anno di studi. Dopo avere lasciato l'università si stabilisce in un appartamento di Londra con il suo amico Carl Barât con il quale forma nel nel 1997 un gruppo musicale, The Libertines, che raggiungerà il successo solo nel 2002. Il gruppo ottiene un buon riscontro sia da parte della critica che da parte del pubblico ma i problemi di Doherty con l'eroina lo portano all'allontanamento dalla band. Nel 2003 viene arrestato per avere rubato nell'appartamento dell'amico Barât, mentre questo si trovava in tour con i Libertines. Inizialmente i due si allontanano a causa dell'accaduto ma poi si riconciliano mentre Doherty si trova ancora in prigione. La pena prevista per Doherty era di sei mesi, ma viene ridotta a due, al termine dei quali rientra nei Libertines per un concerto nel Kent. Il 12 luglio 2003 nasce il suo primo figlio, Astile Louis Doherty, avuto dalla cantante Lisa Moorish. Tenta di risolvere i suoi problemi di tossicodipendenza facendosi ricoverare nel tempio di Tham Krabok in Thailandia, famoso per il severo programma di riabilitazione dall'eroina e dall'oppio; nonostante ciò, durante il lavoro di post produzione del secondo album dei Libertines nel giugno 2004, viene nuovamente allontanato dalla band e il resto del gruppo sostiene di averlo escluso a causa dei suoi gravi problemi di droga e di essere pronti a riaccoglierlo non appena li avrà superati. I Libertines si sciolgono alla fine del 2004.

Prima dello scioglimento dei Libertines, collabora all'inizio del 2004, con il poeta Wolfman con il quale registra il singolo For Lovers che entra nella classifica inglese nell'aprile dello stesso anno e vince il premio Ivor Novello per la composizione.

Babyshambles e altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Forma quindi nel 2004 i Babyshambles che pubblica a novembre 2005 il primo album, Down in Albion, e il loro terzo singolo Fuck Forever raggiunge la quarta posizione nella classifica britannica. Il tour della band è spesso stravolto dai continui problemi legali di Pete, che viene arrestato per avere aggredito Max Carlish, un regista che stava producendo un documentario sui Babyshambles. Si ritiene che l'attacco sia dovuto al fatto che Carlish abbia venduto alla stampa dei fotogrammi del film che ritraevano Doherty intento a fumare crack. Pete passa quattro giorni nella prigione di Pentonville a causa della sua impossibilità a pagare le 150.000 sterline richieste come cauzione. Viene rilasciato dopo il pagamento da parte della sua casa discografica EMI e del suo manager della cauzione stabilita dal giudice. Doherty deve sottostare a un coprifuoco che gli impedisce di circolare dalle 22 alle 7; il giudice concede una deroga per il 22 febbraio, consentendo a di partecipare al concerto del suo gruppo alla Brixton Academy. Sul palco scoppia una rissa tra Pete e il suo chitarrista Patrick Walden. Nell'aprile 2005 la corte decide di chiudere il caso senza procedere a causa dell'insufficienza di prove; durante questo periodo ha una relazione di Doherty con la modella Kate Moss che gli fa trascurare la carriera musicale tanto che quando i Babyshambles dovevano supportare gli Oasis per un concerto, Pete non si presenta perché si trovava con Kate Moss a una festa in Francia. Come conseguenza, gli Oasis cancellano il supporto dei Babyshambles per le restanti date del tour. La relazione con la top model viene poi concluso. Viene quindi organizzato un tour europeo per il 2006. Si rimette al lavoro progettando un album acustico solista e continua la gestazione del secondo album dei Babyshambles. Intanto continuano i tentativi di disintossicazione che lo portano a mettere all'asta il suo kit da eroinomane.

Nel 2009 pubblica un album solista, Grace/Wastelands con il singolo di lancio "Last of the English Roses".

Si riconcilia temporaneamente con Kate Moss con la quale programma anche di sposarsi ma poi non si concretizza nulla anche per i suoi problemi con le sostanze stupefacenti. Pete tenterà il suicidio. Pete ha pubblicamente dichiarato di voler scrivere un libro sulla sua storia d'amore con Kate e le ha anche dedicato una canzone su YouTube, dal nome "Bohemian Love". Il 9 giugno 2009 Pete Doherty è sorpreso a iniettarsi eroina su un aereo che lo portava da Londra alla Svizzera, dove ha poi tenuto un concerto con i Babyshambles nella città di Neuchâtel. Per l'accaduto Doherty è stato multato dalle autorità svizzere. Nel 2009 è stato nuovamente arrestato per possesso di sostanze stupefacenti.

Il 26 novembre 2011 nasce la sua seconda figlia, Aisling, avuta dalla modella Lindi Hingston.

Nel 2016 forma la band "Peter Doherty and the Puta Madres". Il 28 gennaio hanno pubblicato il loro singolo di debutto "Who's Been You Over".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso di diverse interviste Doherty ha indicato come i suoi libri preferiti 1984 di George Orwell, La roccia di Brighton di Graham Greene, Nostra Signora dei Fiori di Jean Genet, I fiori del male di Charles Baudelaire e le opere di Oscar Wilde, del Marchese de Sade e di Thomas De Quincey. Ha anche citato Emily Dickinson e Tony Hancock come importanti influenze. I suoi film preferiti comprendono i film inglesi degli anni '60 e musicalmente è stato influenzato da Clash, Smiths e La's.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN28215102 · ISNI (EN0000 0000 7842 8913 · LCCN (ENnb2006000138 · GND (DE131865781 · BNF (FRcb145709444 (data) · WorldCat Identities (ENnb2006-000138