Encyclopaedia Metallum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Encyclopaedia Metallum:
The Metal Archives
Metal-archives.jpg
URL www.metal-archives.com
Commerciale no
Tipo di sito Enciclopedia musicale, recensioni musicali
Registrazione opzionale
Proprietario Morrigan, Hellblazer
Creato da HellBlazer, Morrigan
Lancio 2002
Stato attuale aperto

Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives (comunemente conosciuto come Metal Archives o solamente MA per via dell'URL) è un sito web che elenca gruppi heavy metal di vario genere ed è considerata la fonte più importante sull'argomento presente su internet. Tuttavia ci sono delle eccezioni: per i sottogeneri che non sono accettati vedere le regole del sito per maggiori informazioni.

Encyclopaedia Metallum aggiunge anche ulteriori informazioni per ogni band, come la discografia, il logo, l'immagine del gruppo, i testi, la formazione del gruppo, la biografia, curiosità varie e recensioni degli utenti.

Il sito propone inoltre un sistema per aggiungere gruppi all'archivio, e gli utenti sono incoraggiati a farlo da uno speciale sistema "a punti". A settembre 2011, il sito contava circa 80700 band, 15199558 album, 60297 recensioni e 271988 utenti registrati (198232 dei quali erano "attivi")[1]

Interazioni degli utenti[modifica | modifica wikitesto]

Come incentivo perché la gente aggiunga informazioni, il sito usa un sistema "a punti", mediante il quale gli utenti registrati guadagnano punti e salgono di livello grazie alla quantità e alla qualità di informazioni che aggiungono. Più un'informazione è di qualità e completa, più punti l'utente guadagna.

Band accettate[modifica | modifica wikitesto]

Il sito è famoso per le sue regole restrittive, soprattutto a proposito dell'aggiunta di nuove band. Encyclopaedia Metallum accetta solamente gruppi che sono considerati metal dai loro gestori, spesso in contrasto con le convenzioni generali e con i pareri di molti critici musicali professionisti, anche se molte band che in un primo momento erano state rifiutate, sono state accettate successivamente e viceversa. Le uniche eccezioni a questa regola fondamentale sono: progetti paralleli di membri di gruppi metal che hanno pubblicato qualcosa presso una casa discografica che distribuisce in tutto il Mondo (es: Wongraven, Wardruna, Liquid Trio Experiment), gruppi che non sono più considerati metal ma lo erano in precedenza (es: Ulver, Anathema, The 3rd and the Mortal), gruppi grindcore che hanno punti in comune con il death metal (es: Napalm Death, Brutal Truth, Carcass) e gruppi Hardcore punk e Crust punk musicalmente vicini anche al metal (es: The Exploited, Amebix, Discharge). Dall'apertuta del sito fino al 2013 era fondamentale che tutti i gruppi che venivano aggiunti avessero pubblicato musica tramite formati fisici come CD, Cassetta e Vinile, attualmente invece vengono accettati anche gruppi con un full-lenght (o in rari casi anche un EP) pubblicato in formato digitale, a patti che la pagina con il download appartenga a siti ufficiali e conosciuti.

I gruppi power metal, gothic metal, black metal, death metal, thrash metal, speed metal e doom metal non hanno particolari restrizioni a parte la prova di esistenza e la prova di pubblicazione fisica.

I gruppi heavy metal tradizionale e NWOBHM sono regolati rigorosamente; gli utenti sono avvisati nella sezione delle regole che il sito considera le band aggiunte sotto questa classificazione come "ambigue", nel senso che la loro musica viene ampiamente ascoltata dai moderatori prima di decidere se accettarle nel sito[2]. Questo accade perché nel passato alcuni gruppi catalogati in questi generi, secondo le loro valutazioni avrebbero cambiato genere diventando hard rock e non più heavy metal, oppure perché secondo il modesto parere dei gestori, alcuni gruppi non hanno a che vedere con la musica heavy metal, risultando però talvolta in contrasto con il parere di altri critici del settore.

In aggiunta, alcuni gruppi non unanimemente riconosciuti come metal (solitamente band dark ambient, folk e neofolk, come Mortiis, Elend, Autumn Tears, Stille Volk, ecc.) vengono etichettate come appartenenti alla scena metal. Questi gruppi sono selezionati arbitrariamente dai moderatori, e la loro aggiunta non è concessa ai normali utenti.[3]

Band escluse[modifica | modifica wikitesto]

Generi a volte associati al metal estremo, come il grindcore e l'hardcore punk sono assenti perché avrebbero più punti in comune col punk rispetto al heavy metal. Il sito esclude inoltre una buona parte dei gruppi heavy metal classico degli anni settanta, come Led Zeppelin, Blue Öyster Cult, Uriah Heep, UFO, Ted Nugent, Van Halen, AC/DC, Montrose, perché, esclusivamente secondo il parere dei gestori, non sarebbero parte della categoria. Tuttavia vengono fatte alcune eccezioni per complessi come Black Sabbath, Deep Purple, Scorpions, Sir Lord Baltimore, Rush, Rainbow, Thin Lizzy, Budgie, i quali sono invece accettati. Allo stesso modo, molte band in genere hard & heavy o hair/pop metal sono rifiutate se i proprietari del sito considerano la band in questione hard rock e non heavy metal, ad esempio Motley Crue e Quiet Riot vengono accettati, mentre Poison e Cinderella non lo sono. Anche in questo caso si riconosce come il sito non si basi su effettivi canoni generali per riconoscere le sonorità di un gruppo, ma solo sull'opinione personale degli amministratori. L'industrial metal sarebbe accettato solamente se lo staff del sito considera un gruppo "più in relazione al metal che all'industrial", per esempio i Rammstein non sono presenti, mentre lo sono i Ministry.

Band associate al alternative/nu metal o a case discografiche mallcore sono completamente vietate sin dall'apertura del sito; venne fatta eccezione nel 2009 per i Korn poiché un amministratore che aveva ascoltato il loro primo album li definiva abbastanza metal per il sito, ma in seguito si scoprì che si trattava di un pesce d'aprile e dal giorno seguente furono nuovamente esclusi. Molti utenti pensano che i gruppi metalcore siano stati proibiti poiché un messaggio dello staff diceva "Per favore smettetela di aggiungere band -core. Per favore.".Welcome - Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives Tuttavia, questo è falso: molti gruppi metalcore appaiono nell'archivio e molti altri ancora sono stati aggiunti dopo la pubblicazione del messaggio, ma i moderatori sono diventati più rigorosi nel selezionare quali band metalcore potevano essere aggiunte analizzando caso per caso. La maggior parte delle band metalcore accettate sono quelle più influenzate dal melodic death metal. Le band metalcore tipicamente rifiutate sono quelle simili a Hatebreed, Zao, Diecast, The Dillinger Escape Plan e Avenged Sevenfold, mentre quelle accettate a Lamb of God e Shadows Fall. Per quello che riguarda il deathcore il discorso è più o meno lo stesso, anche se con questo genere i principi di valutazione sono molto confusi visto che molte band sono state prima rifiutate e poi accettate e viceversa (es: Born of Osiris); Fra i generi -core invece totalmente assenti ci sono Djent e Mathcore. Nell'ambito Stoner vengono accettate soltanto le band che vengono considerate più metal che rock, per esempio Soundgarden, Melvins e Kyuss sono presenti mentre non lo sono Monster Magnet, Them Crooked Vultures e Queens of the Stone Age. Sul versante grindcore (come già anticipato nell'introduzione), alcuni esempi di gruppi tipicamente esclusi sono Anal Cunt e Libido Airbag. Altri stili con cui è raccomandata particolare attenzione sono il Blackgaze e il Post-metal in generale che vedono accettati gruppi come Deafheaven, Bosse-de-Nage e Amesoeurs mentre rifiutati altri come Lìam, Sleeping Peonies e Les Discrets. Infine il Drone viene accettato solo se molto vicino al Doom metal (Sunn O))), Earth). Generalmente anche le band della corrente visual kei (come ad esempio i Matenrō Opera, Dir en grey e Deathgaze) vengono respinte perché considerate non appartenenti alla scena metal, ha generato infatti un enorme stupore l'aggiunta dei D (band seminale del genere) avvenuta nel 2012.

Alcuni gruppi precedentemente accettati e poi rifiutati:[modifica | modifica wikitesto]

Animals as Leaders, Born of Osiris, Cock and Ball Torture, L.A.P.D., Kvelertak, Mari Hamada, Lìam (aggiunti ed eliminati dal sito per due volte), Thränenkind, Alor (progetto neofolk/folk metal uscito sotto Northern Silence Productions), Botanist, Morkobot, The Last Days, Abesse 2/084, Sylvaine, Violet Cold (questi ultimi 4 gruppi oltre ad essere tutti inquadrabili nel blackgaze, hanno in comune il fatto di essere stati eliminati poche settimane o giorni dopo la loro aggiunta).

Caso contrario:[modifica | modifica wikitesto]

Sawlegen (Cancellati dal sito nel 2011 e poi riaggiunti nel 2013), Flower Travellin' Band (Cancellati dal sito nel 2011 e poi aggiunti di nuovo nel 2013 come eccezione), Soulfly (Accettati nel 2012 sulla base dell'album "Enslaved"), Cripple Bastards (accettati nel 2015 sulla base dell'album "Nero in Metastasi"), Life of Agony (accettati nel 2013 sulla base dell'album "River Runs Red"), All Pigs Must Die (accettati nel 2016 sulla base dell'album "Nothing Violates this Nature"), D (accettati nel 2012, precedentemente rifiutati), Nechochwen (accettati nel 2015, precedentemente rifiutati), Sabbath Assembly (accettati nel 2015 sulla base dell'album "Sabbath Assembly"), Nails (accettati nel 2016 sulla base dell'album "You WIll Never Be One of Us").

Side-Project[modifica | modifica wikitesto]

Sin dalla sua apertura il sito si è mostrato aperto anche all'aggiunto di band esterne al metal, a patto che però gli utenti seguissero delle regole nella loro aggiunta, Tuttavia dal 2015 i side-project possono essere inseriti solamente dagli amministratori.

Le regole richieste per l'accettazione erano:

  • Che il progetto avesse rilasciato almeno un album su formato fisico tramite un'etichetta che distribuisce in tutto il mondo.
  • Che l'artista in questione avesse iniziato il progetto parallelamente alla sua band metal e non dopo lo scioglimento del gruppo o il suo allontanamento da essa (es. i Wongraven di Satyr sono accettabili, mentre non lo sono i Flying Colors di Mike Portnoy).
  • Che l'artista in questione fosse considerato "rilevante per la scena metal" da parte dello staff.

All'inizio si contraddistinguevano alcune band scelte dai moderatori che non seguivano queste regole (ad esempio Mortiis, i suoi altri progetti solisti e le band dark ambient del circuito Legions Noires), Tuttavia ora che la selezione è limitata ai moderatori tutti i side-project che vengono inseriti non necessitano di seguire alcuna regola.

Alcuni gruppi esterni al metal accettati dal sito:[modifica | modifica wikitesto]

Liquid Trio Experiment, Wongraven (progetto folk di Satyr), Elend, Autumn Tears, Stille Volk, Wardruna, Philip Lynott solista, Jonne Jarvela solista (Jonne), King Buzzo solista, Steve Harris solista, Jim Matheos solista, Infectious Grooves, Andreas Kisser solista, Alcuni progetti di Maniac (Bomberos, Sehensucht e Voluspå), Alcuni progetti di Stephen O'Malley (Magistral, KTL, Ginnungagap, Æthenor), M.T. Fuji (band hard rock con membri dei Loudness), Venomous Concept (band hardcore punk con membri di Napalm Death e altri), Mike Terrana solista, Anders Björler solista, Jens Johansson solista, Casualties of Cool (progetto folk rock di Devin Townsend), Geddy Lee solsita, Alex Lifeson solista (Victor), Andy Winter solista, Glenn Danzig solista, Alcuni progetti di Xy dei Samael (Sedunum, Xy), Byla (progetto ambient con membri dei Gorguts), Nest, Din Bard (progetto folk con membri dei Negura Bunget), tutti i progetti solisti di Mortiis, tutti i progetti dark ambient del circolo Legions Noires.

Alcuni esempi di gruppi precedentemente accettati e poi rifiutati:[modifica | modifica wikitesto]

Headcat, Of the Wand and the moon, Disciples of Belial (progetto techno con membri degli Akercocke), Cold Wind (progetto Shoegaze di B.G. dei Black Hate), Vàli (progetto neofolk norvegese uscito con la Prophecy Productions), Head Control System (band Alternative rock con Garm e Daniel Cardoso).

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Oltre agli episodi relativi alle band accettate e rifiutate che spesso risultano molto discutibili, ci sono stati altri episodi in cui il sito è stato criticato per non essere coerente con le sue regole. Un esempio è la regola delle informazioni neutrali che dovrebbero essere utilizzate in tutte le schede delle band (ovviamente non nelle recensioni). La regola tuttavia veniva ignorata continuamente dagli stessi moderatori nelle schede di band che erano o sono diventate Nu metal definendole Mallcore; un termine profondamente dispregiativo del genere e ovviamente non ufficiale, che oltre ad andare in contrasto con quelle che dovrebbero essere le regole del sito, contraddiceva il linguaggio enciclopedico che esso avrebbe dovuto utilizzare. Infatti, probabilmente a seguito di lamentele, la definizione del genere di quelle band è stata poi cambiata in Nu metal.

Nel 2013 è stato progetto un pesce d'aprile che vedeva l'inclusione del gruppo rock Nickelback all'interno del sito, lo scherzo tuttavia non si è limitato all'aggiunta di un gruppo di altro genere, visto che i vari utenti hanno successivamente scritto nella scheda per tutta la durata del giorno insulti e offese arrecate alla band e ai suoi membri. Questo oltre ad aver scatenato lo stupore dei fan della band che hanno riempito di messaggi la casella email, ha mandato su tutte le furie il cantante Chad Kroeger che ha dichiarato di voler denunciare il sito per le pesanti offese personali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il sito è stato fondato nel 2002 da due canadesi che usavano gli pseudonimi HellBlazer e Morrigan. Sono stati intervistati due volte a proposito del sito. La prima intervista era stata fatta dal defunto sito MetalGospel.com, la seconda dal magazine finlandese Miasma, pubblicata nell'ottobre 2005. Dal 9 aprile 2011 si può trovare sul web la versione 2.0 che offre molte più attività come per esempio l'aggiunta di schede di artisti e case discografiche e una maggiore attenzione nella ricerca avanzata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Statistiche di Encyclopaedia Metallum
  2. ^ Regolamento del sito
  3. ^ Le linee guida di Encyclopaedia Metallum