RuPaul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
RuPaul
RuPaul nel 2007 al party per il lancio del suo DVD "Starrbooty".
RuPaul nel 2007 al party per il lancio del suo DVD "Starrbooty".
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Dance pop
Musica house
Rhythm and blues
Periodo di attività 1985 – in attività
Album pubblicati 10
Sito web

RuPaul (nome d'arte di RuPaul Andre Charles; San Diego, 17 novembre 1960) è un cantante, attore e personaggio televisivo statunitense, diventato famoso nel mondo dello spettacolo soprattutto come drag queen.

In un'intervista in cui gli si chiedeva se preferisse essere chiamato lui o lei, rispose: "Potete chiamarmi lui, potete chiamarmi lei, non m'importa! L'importante è che mi chiamiate!".[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Attivo già dalla metà anni ottanta, RuPaul diventa popolare negli anni novanta come drag queen. In quel periodo infatti compare in numerosi show televisivi e film statunitensi. Nel 1993 il suo terzo album "Supermodel of the World" entra nella prestigiosa classifica Billboard 200, cosa che le permette di collaborare con numerosi artisti di fama come Lil Kim, Brigitte Nielsen, Lucy Lawless.

In particolar modo nel 1994 duetta con Elton John nella cover del brano Don't Go Breaking My Heart, che fa conoscere RuPaul in tutto il mondo, Italia compresa, grazie ad una performance sul palco del Festival di San Remo.

Sempre nel 1994 diventa il primo portavoce del programma Viva Glam della MAC Cosmetics; ciò rese RuPaul la prima drag queen a fare da modella per una marca primaria di cosmetici[senza fonte]. Il ricavato del programma venne devoluto alla ricerca contro HIV/AIDS.

Nel 1996 conduce per due stagioni un talk/variety show televisivo, dal titolo "The RuPaul Show", che divenne famoso soprattutto per essere stato uno dei primi programmi televisivi condotti da un personaggio dichiaratamente omosessuale.

RuPaul ha recitato anche in ruoli maschili, accreditato spesso in tal caso con il nome "RuPaul Charles".

Dal 2009 conduce il programma "RuPaul's Drag Race" (in italiano America's Next Drag Queen), trasmesso sui canali satellitari di Sky, che assomiglia molto ad America's Next Top Model condotto da Tyra Banks, in cui varie drag queen si sfidano con prove a eliminazione per aggiudicarsi titolo e premi.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • RuPaul è l'unica drag queen ad avere due statue di cera al Madame Tussauds (una a New York e una a San Francisco).[2]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Canzone U.S. Pop U.S Club Play U.S Hot Dance Airplay U.S. Dance Singles UK Singles Chart[3] Album
1987 "Ping Ting Ting" ( as "RuPaul Andre Charles") - - - - - Nessun album
1991 "I've Got That Feelin'" - - - - -
1993 "Supermodel (You Better Work)" 45 2 - - 39 Supermodel of the World
1993 "Everybody Dance" (Europe only) - - - - -
"House of Love" (Europe only) - - - - 40
"A Shade Shady (Now Prance)" - 1 - - -
"Back to My Roots" - 1 - - 40
"Little Drummer Boy" - - - - 61 Nessun Album
1994 "The Extravaganza Megamix" - - - - -
"Whatcha See Is Whatcha Get" - - - - -
1995 "Free To Be" - - - - -
1996 "Snapshot" 95 4 - - - Foxy Lady
1997 "A Little Bit of Love" - 28 - - -
"Celebrate" - 34 - - - Ho, Ho, Ho
"Funky Christmas" - - - - -
2004 "Looking Good, Feeling Gorgeous" - 2 - - - Red Hot
2005 "Workout" - 5 - - -
2006 "People Are People (featuring Tom Trujillo)" - 10 - - -
"Supermodel (The RuMixes)" - 21 - - - ReWorked
2007 "Call Me Starrbooty" - - - - -
2009 "Cover Girl" - 16 - 9 - Champion
"Jealous Of My Boogie" - - - - -
2010 "Devil Made Me Do It" - - - - -
"Tranny Chaser" - - - - -
2011 "Superstar" - - - - - Glamazon
"Glamazon" - - - - -

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti e Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 1999: GLAAD Vito Russo Award
  • 2010: GLAAD Award - "Best Outstanding Program" for RuPaul's Drag Race
  • 2010: New Now Next Award - "Best New Indulgence" for RuPaul's Drag Race
  • 2012: TV.com's Best of 2012 Awards - "Best Reality Show Judge/Host" for RuPaul's Drag Race
  • 2013: Entertainment Weekly corona RuPaul il "giudice di un programma televisivo meglio vestito dell'anno" per RuPaul's Drag Race
  • 2013: TV.com's Best of 2013 Awards - "Best Reality Show Judge/Host" for RuPaul's Drag Race

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ RuPaul: Lettin' It All Hang Out: An Autobiography, Hyperion Books, 1995 – ISBN 0-7868-6156-8.
  2. ^ RuPaul - Picture of Madame Tussauds New York, New York City - TripAdvisor su www.tripadvisor.co.uk. URL consultato il 2015-03-30.
  3. ^ David Roberts, British Hit Singles & Albums, 19th, London, Guinness World Records Limited, 2006, p. 475, ISBN 1-904994-10-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 31213449 · LCCN: n93091845 · GND: 134816463