Cole Porter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cole Porter

Cole Porter (Peru, 9 giugno 1891Santa Monica, 15 ottobre 1964) è stato un compositore statunitense.

Fra i più sofisticati della musica jazz, è considerato uno dei cinque grandi del musical americano (gli altri erano George Gershwin, Irving Berlin, Jerome Kern e la coppia Richard Rodgers & Lorenz Hart), sia per il teatro che per il cinema.

Il suo stile musicale elegante, sottile ed arguto produsse capolavori della musica jazz. Tra le sue canzoni si ricordano Night and Day, Let's Do It, I Get a Kick Out of You, Begin the Beguine, I've Got You Under My Skin, I Love Paris, Just One of Those Things, Ev'ry Time We Say Goodbye, You're the Top e Don't Fence Me In.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Cole Porter, nato a Peru, cittadina dell'Indiana (USA), aveva rivelato giovanissimo un eccezionale talento musicale. Trasferitosi sulla costa atlantica, frequentò per qualche tempo, come studente di giurisprudenza, le università di Yale ed Harvard. Finalmente scelse la musica (aveva seguito a Parigi i corsi di Vincent d'Indy): il suo esordio a Broadway nel 1916, è con la commedia musicale See America First. Fu un grosso fiasco; ma Porter non si scoraggiò. Decisivo per la sua carriera fu, in seguito, l'incontro con l'impresario Roy Goetz che cercava qualcuno in grado di comporre una musica di genere europeo nello stile del jazz americano per musicare il musical Paris.

Il successo a Broadway[modifica | modifica wikitesto]

Porter si mise al lavoro e nel 1928 l'operetta andava in scena a Broadway, ottenendo un successo strepitoso. Fu il primo di una lunga serie. A Paris seguirono infatti Gay Divorce (1932), con la celebre melodia Night and Day, Anything Goes (1934), spumeggiante musical che lanciò canzoni come Anything Goes e I Get a Kick Out of You, Jubilee (dove era inserita la canzone Begin the Beguine divenuta in breve un successo mondiale), DuBarry Was a Lady (1939), Panama Hattie (1940), Kiss Me, Kate (1948), commedia musicale di successo, considerata il suo capolavoro, e Can-Can (1954), col famoso motivo I Love Paris.

Quasi tutte furono portate anche sullo schermo, in altrettanti film musicali. Porter lavorò spesso anche a Londra per Charles B. Cochran, il più celebre impresario dell'epoca. Nel 1929 scrisse Wake Up and Dream che vede fra i protagonisti Jessie Matthews e Sonnie Hale. Nel 1933 compose le canzoni per la rivista Nymph Errant che venne messa in scena all'Adelphi. In seguito Porter avrebbe considerato Nymph Errant la sua migliore opera.

Per il cinema, Porter lavorò pure alacremente, componendo le musiche di molti film. Tra questi si ricordano: Cerco il mio amore (The Gay Divorcee, 1934), con Fred Astaire e Ginger Rogers), Nata per danzare (Born to Dance, 1936), Rosalie, Vogliamo la celebrità (Break the News, 1938), Il pirata (The Pirate, 1948), Alta società (High Society, 1956), Le girls (Les girls, 1957).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

La vita privata di Cole Porter fu decisamente appassionata e avventurosa. Il 20 aprile 1918 si arruolò, a Parigi, per la durata della guerra, nella Legione straniera francese e servì nell'Africa del Nord (matricola 18/12651 e 18/47647). Distaccato presso il Reggimento di marcia della Legione straniera, fu poi inviato alla Scuola di artiglieria dell'esercito francese, come allievo ufficiale, il 22 agosto 1918. Distaccato ancora presso il 15° RAC poi al 32° RA, infine fu aggregato all'ufficio del consigliere militare d'ambasciata statunitense. Congedato il 17 aprile 1919, fu decorato della Croce di guerra del 1914-1918.

Omosessuale dichiarato, Cole Porter fu però devoto e affezionato marito della ricca e affascinante Linda Lee Thomas, che avrebbe sposato nel 1919. A lei non nascose mai i suoi flirt (famoso quello col ballerino russo Boris Kochno, incontrato nel 1925), anzi ci teneva a che lei conoscesse i suoi amanti e trascorresse del tempo con loro[1].

Una brutta caduta da cavallo nel 1937 lo costrinse a 30 operazioni chirurgiche e a passare il resto della sua vita su una sedia a rotelle. Nonostante questo continuò con la sua prolifica attività di compositore. Dopo la morte della sua amata moglie nel 1954 e dopo aver perso la gamba destra a causa dei suoi numerosi interventi, Cole Porter si ritirò a vita privata e si spense a causa di un'insufficienza renale all'età di settantatré anni.

Alla vita di Cole Porter sono stati dedicati ben due film: il primo, molto romanzato ed edulcorato, è Notte e dì (Night and Day, 1946) di Michael Curtiz, con Cary Grant come protagonista e Alexis Smith nella parte di Linda, mentre la seconda è De-Lovely (De-Lovely, 2004) di Irwin Winkler, in cui non si nasconde l'omosessualità del compositore, qui interpretato da Kevin Kline con Ashley Judd, la moglie. Il personaggio compare inoltre nel film Midnight in Paris, diretto da Woody Allen, dove lo si può vedere cimentarsi nella composizione di Let's Do It.

Premi e Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome è stato inserito nella Songwriters Hall of Fame. Una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 7080 di Hollywood Blvd ricorda il suo contributo all'industria musicale.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

Musical, riviste e altri lavori per il teatro:

  • Cora (1911)
  • And the Villain Still Pursued Her (1912)
  • The Pot of Gold (1912)
  • The Kaleidoscope (1913)
  • Paranoia (1914)
  • See America First (1916)
  • Hitchy-Koo of 1919 (1919)
  • Hitchy-Koo of 1922 (1922)
  • Within the Quota (1923) balletto
  • Greenwich Village Follies of 1924 (1924)
  • Paris (1928)
  • La Revue des Ambassadeurs (1928)
  • Wake Up and Dream (1929)
  • Fifty Million Frenchmen (1929)
  • The New Yorkers (1930)
  • Star Dust (1931) mai prodotta
  • Gay Divorce (1932)
  • Nymph Errant (1933)
  • Ever Yours (1933) mai prodotta
  • Anything Goes (1934)
  • Jubilee (1935)
  • Red, Hot and Blue (1936)
  • Greek to You (1937) mai prodotta
  • Leave It to Me! (1938)
  • You Never Know (1938)
  • DuBarry Was a Lady (1939)
  • Panama Hattie (1940)
  • Let's Face It (1941)
  • Something for the Boys (1943)
  • Mexican Hayride (1944)
  • Seven Lively Arts (1944)
  • Around the World (1946)
  • Kiss Me, Kate (1948)
  • Out of This World (1950)
  • Can-Can (1953)
  • Silk Stockings (1954)

Composizioni originali per film:

  • Born to Dance (1936)
  • Break the News (1937)
  • Rosalie (film 1937)
  • Broadway Melody of 1940 (1940)
  • The Pirate (1948)
  • High Society (1956)
  • Les Girls (1957)
  • Something to Shout About (1943)
  • You'll Never Get Rich (1941)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Informazione questa presa dal sito CulturaGay.it http://www.culturagay.it/cg/viewDoc.php?id=15

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN5118684 · LCCN: (ENn80017862 · SBN: IT\ICCU\UBOV\404210 · ISNI: (EN0000 0001 0865 3610 · GND: (DE11879292X · BNF: (FRcb13898618g (data)
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica