Tony Award al miglior musical

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il Tony Award al miglior musical (Tony Award for Best musical) è una categoria del Tony Award, e un premio che dal 1949 celebra il musical considerato il migliore della stagione a Broadway.

Vincitori e candidati[modifica | modifica wikitesto]

Anni 1940[modifica | modifica wikitesto]

Anni 1950[modifica | modifica wikitesto]

Anni 1960[modifica | modifica wikitesto]

  • 1960: (pareggio)
  • The Sound of Music – libretto di Howard Lindsay e Russel Crouse, testi di Oscar Hammerstein II, musiche di Richard Rodgers. Basato sul romanzo La famiglia Trapp di Maria Augusta Trapp
  • Fiorello! – libretto di Jerome Weidman e George Abbott, testi di Sheldon Harnick, musiche di Jerry Bock. Basato sulla vita di Fiorello La Guardia
    • Gypsy – libretto di Arthur Laurents, testi di Stephen Sondheim, musiche di Jule Styne
    • Once Upon a Mattress – libretto di Jay Thompson, Marshall Barer e Dean Fuller, testi di Marshall Barer, musiche di Mary Rodgers
    • Take Me Along – libretto di Joseph Stein e Robert Russell, testi e musiche di Bob Merrill. Basato sull'opera Ah, Wilderness! di Eugene O'Neill
  • 1961: Bye Bye Birdie – libretto di Michael Stewart, musiche di Charles Strouse, testi di Lee Adams
    • Do Re Mi – libretto di Garson Kanin, musiche di Jule Styne, testi di Betty Comden e Adolph Green
    • Irma La Douce – libretto originale in francese e testi di Alexere Breffort, musiche di Marguerite Monnot, libretto in inglese e testi di Julian More, David Heneker e Monty Norman
  • 1962: How to Succeed in Business Without Really Trying – libretto di Abe Burrows, Jack Weinstock e Willie Gilbert, musiche e testi di Frank Loesser. Basato sul manuale omonimo di Shepherd Mead
    • Carnival! – libretto di Michael Stewart e Helen Deutsch, musiche e testi di Bob Merrill
    • Milk and Honey – libretto di Don Appell, testi e musiche di Jerry Herman
    • No Strings – libretto di Samuel A. Taylor, musiche e testi di Richard Rodgers
  • 1963: A Funny Thing Happened on the Way to the Forum – libretto di Burt Shevelove e Larry Gelbart, musiche e testi di Stephen Sondheim. Basato sulle commedie di Plauto
  • 1964: Hello, Dolly! – libretto di Michael Stewart, musiche e testi di Jerry Herman. Basato sull'opera The Matchmaker di Thornton Wilder
    • Funny Girl – libretto di Isobel Lennart, musiche di Jule Styne, testi di Bob Merrill
    • High Spirits – libretto, testi e musiche di Hugh Martin e Timothy Gray
    • She Loves Me – libretto di Joe Masteroff, musiche di Jerry Bock, testi di Sheldon Harnick
  • 1965: Fiddler on the Roof – libretto di Joseph Stein, musiche di Jerry Bock, testi di Sheldon Harnick. Basato sui racconti Tevye di Scholem Aleichem
    • Golden Boy – libretto di Clifford Odets e William Gibson, musiche di Charles Strouse, testi di Lee Adams
    • Half a Sixpence – libretto di Beverley Cross, musiche e testi di David Heneker
    • Oh, What a Lovely War! – di Joan Littlewood e Theatre Workshop, Charles Chilton e membri del cast
  • 1966: Man of La Mancha – libretto di Dale Wasserman, musiche di Mitch Leigh, testi di Joe Darion. Basato sull'opera televisiva I, Don Quixote di Dale Wasserman, che è basato sul romanzo Don Quixote di Miguel de Cervantes
    • Mame – libretto di Jerome Lawrence e Robert E. Lee, musiche e testi di Jerry Herman
    • Skyscraper – libretto di Peter Stone, musiche di Jimmy Van Heusen, testi di Sammy Cahn
    • Sweet Charity – libretto di Neil Simon, musiche di Cy Coleman, testi di Dorothy Fields
  • 1967: Cabaret – libretto di Joe Masteroff, musiche di John Kander, testi di Fred Ebb. Basato sull'opera I Am a Camera di John Van Druten
    • I Do! I Do! – libretto e testi di Tom Jones, musiche di Harvey Schmidt
    • The Apple Tree – libretto di Sheldon Harnick e Jerry Bock, musiche di Jerry Bock, testi di Sheldon Harnick
    • Walking Happy – libretto di Roger O. Hirson e Ketti Frings, musiche di Jimmy Van Heusen, testi di Sammy Cahn
  • 1968: Hallelujah, Baby! - libretto di Arthur Laurents, musiche di Jule Styne, testi di Betty Comden e Adolph Green
    • The Happy Time – libretto di N. Richard Nash, musiche di John Kander, testi di Fred Ebb
    • How Now, Dow Jones – libretto di Max Shulman, musiche di Elmer Bernstein, testi di Carolyn Leigh
    • Illya Darling – libretto di Jules Dassin, musiche di Manos Hadjidakis, testi di Joe Darion
  • 1969: 1776 – libretto di Peter Stone, musiche e testi di Sherman Edwards
    • Hair – libretto di Gerome Ragni e James Rado, musiche di Galt MacDermot, testi di James Rado
    • Promises, Promises – libretto di Neil Simon, musiche di Burt Bacharach, testi di Hal David
    • Zorba – libretto di Joseph Stein, musiche di John Kander, testi di Fred Ebb

Anni 1970[modifica | modifica wikitesto]

Anni 1980[modifica | modifica wikitesto]

Anni 1990[modifica | modifica wikitesto]

  • 1990: City of Angels – libretto di Larry Gelbart, musiche di Cy Coleman, testi di David Zippel
    • Aspects of Love – libretto di Andrew Lloyd Webber, musiche di Andrew Lloyd Webber, testi di Don Black e Charles Hart
    • Grand Hotel – libretto di Luther Davis, musiche e testi di George Forrest e Robert Wright
    • Meet Me in St. Louis – libretto di Hugh Wheeler, musiche e testi di Ralph Blane e Hugh Martin
  • 1991: The Will Rogers Follies – libretto di Peter Stone, musiche di Cy Coleman, testi di Betty Comden e Adolph Green
    • Miss Saigon – libretto di Alain Boublil e Claude-Michel Schönberg, musiche di Claude-Michel Schönberg, testi di Alain Boublil e Richard Maltdi, Jr.
    • Once on This Island – libretto e testi di Lynn Ahrens, musiche di Stephen Flaherty
    • The Secret Garden – libretto e testi di Marsha Norman, musiche di Lucy Simon
  • 1992: Crazy for You – libretto di Ken Ludwig, musiche di George Gershwin, testi di Ira Gershwin. Basato sul musical Girl Crazy
    • Falsettos – libretto di William Finn e James Lapine, musiche e testi di William Finn
    • Five Guys Named Moe – concept di Clarke Peters, musiche e testi di vari compositori
    • Jelly's Last Jam – libretto di George C. Wolfe, musiche di Jelly Roll Morton, testi di Susan Birkenhead
  • 1993: Kiss of the Spider Woman – libretto di Terrence McNally, musiche di John Kander, testi di Fred Ebb. Basato sul romanzo Kiss of the Spider Woman di Manuel Puig
    • Blood Brothers – libretto, musiche e testi di Willy Russell
    • The Goodbye Girl – libretto di Neil Simon, musiche di Marvin Hamlisch, testi di David Zippel
    • The Who's Tommy – libretto di Pete Townshend e Des McAnuff, musiche e testi di Pete Townshend
  • 1994: Passion – libretto di James Lapine, musiche e testi di Stephen Sondheim. Basato sul film Passione d'amore
  • 1995: Sunset Boulevard – libretto di Christopher Hampton e Don Black, musiche di Andrew Lloyd Webber, testi di Don Black. Basato sul film Viale del tramonto
    • Smokey Joe's Cafe – musiche e testi di Jerry Leiber e Mike Stoller
  • 1996: Rent – libretto, musiche e testi di Jonathan Larson. Basato sull'opera La bohème di Giacomo Puccini
  • 1997: Titanic – libretto di Peter Stone, musiche e testi di Maury Yeston. Basato sulla vicenda del RMS Titanic
    • Juan Darien – libretto di Elliot Goldenthal e Julie Taymor, musiche di Elliot Goldenthal, testi di Elliot Goldenthal
    • Steel Pier – libretto di David Thompson, musiche di John Keer, testi di Fred Ebb
    • The Life – libretto di Cy Coleman, David Newman e Ira Gasman, musiche di Cy Coleman, testi di Ira Gasman
  • 1998: The Lion King – libretto di Roger Allers e Irene Mecchi, musiche di Elton John, testi di Tim Rice, ulteriori musiche e ulteriori testi di Lebo M, Mark Mancina, Jay Rifkin, Julie Taymor e Hans Zimmer. Basato sul film Il re leone
    • Side Show – libretto e testi di Bill Russell, musiche di Henry Krieger
    • The Scarlet Pimpernel – libretto e testi di Nan Knighton, musiche di Frank Wildhorn
    • Ragtime – libretto di Terrence McNally, musiche di Stephen Flaherty, testi di Lynn Ahrens
  • 1999: Fosse – ideato da Richard Maltby, Jr., Chet Walker e Ann Reinking, musiche e testi di vari compositori
    • The Civil War – libretto di Gregory Boyd e Frank Wildhorn, musiche di Frank Wildhorn, testi di Jack Murphy
    • It Ain't Nothin' But the Blues – libretto di Charles Bevel, Lita Gaithers, Randal Myler, Ron Taylor e Dan Wheetman, musiche e testi di vari compositori
    • Parade – libretto di Alfred Uhry, musiche e testi di Jason Robert Brown

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

Primati[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni record segnalati nell'anno 2011:[1]

  • The Sound of Music e Fiorello! sono gli unici due musical ad aver vinto il premio a pari merito, nel 1960.
  • Passion è il musical vincitore del premio che ha replicato per meno tempo a Broadway: solo 280 performance.
  • The Phantom of the Opera è, al contrario, il musical più longevo della storia di Broadway, ed ha superato le 9483 repliche il 14 novembre 2010.
  • The Producers è il musical che ha vinto il maggior numero di Tony Awards, ben dodici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Facts About the Tony Awards, in Tony Legacy, The American Theatre Wing, 2009. URL consultato il 5 febbraio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]