Mary Poppins (musical)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maggio 2007, New York

Il musical Mary Poppins nasce dall'unione tra il celebre romanzo di Pamela Lyndon Travers e l'omonimo film firmato Disney.

Dopo quarant'anni dalla riduzione cinematografica del libro, Mary Poppins calca le scene del Prince Edward Theatre di Londra. Lo spettacolo è prodotto dalla Disney e da Cameron Mackintosh. Ha esordito il 15 dicembre 2004 con un immediato trionfo, a tal punto che alla premiazione degli Oliver Awards del 2005 Laura Michelle Kelly (Mary Poppins) riceve il premio come migliore attrice.

La storia, rispetto all'edizione cinematografica in cui Mary Poppins è interpretata da Julie Andrews, ha subito alcune modifiche.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Banks è composta da quattro persone: un padre severo che pensa soltanto alla banca, una madre che non si sente realizzata e due figli disobbedienti che desiderano solo le attenzioni di entrambi i genitori. Jane e Michael (i figli), dopo aver fatto scappare l'ennesima tata, scrivono una letterina e la espongono ai genitori. Questa poi verrà strappata e lanciata nel camino, volando via. Intanto a Londra cambia il vento che comincia a soffiare da Est.

Arriva Mary Poppins, con la letterina dei due piccoli Banks in mano, ricomposta, e questo comporta lo stupore del padre. La tata inizia immediatamente il suo lavoro ed espone ai bambini il progetto che ha approntato per loro: farli diventare perfetti sotto ogni aspetto, proprio come lei. I bambini però sono indisciplinati e nonostante Mary Poppins compia dei prodigi strepitosi portandoli in luoghi fantastici in cui le statue cantano e danzano, o faccia incontrare loro la donna più vecchia del mondo (che rivela di aver conosciuto il loro padre quando era piccolo e sensibile), o insegni ad essere caritatevoli col prossimo donando due penny ad una vecchietta, i due ragazzi non sembrano aver recepito alcun insegnamento. Mary Poppins capisce che è meglio andare via per il momento e chiede a Bert di seguirli mentre lei è assente.

Ma sfortunatamente a casa Banks giunge la signora Andrews, la vecchia e crudele tata del signor Banks. I bambini sono terrorizzati per i modi crudeli della nuova tata che li punisce continuamente poiché crede che solo con il terrore i due possano crescere temprati. E se per Mary Poppins i problemi vanno via con un poco di zucchero, per Mrs. Andrews un cucchiaio di zolfo e melassa sono la soluzione a tutti i mali. Un giorno Michael, essendo fuggito, incontra Bert che gli offre un aquilone. Il vento improvvisamente cambia e l'aquilone sembra essersi impigliato in qualcosa. Quel qualcosa è Mary Poppins.

La tata trova un'atmosfera diversa in casa e i due bambini le chiedono di salvarli. Mary Poppins capisce che Jane e Michael sono cambiati e che adesso l'ascolteranno. Poi con la magia riesce ad allontanare la crudele signora Andrews. Il signor Banks è in crisi perché è stato allontanato dalla banca. Attribuisce la colpa a Mary Poppins, poi però capisce durante la discussione con lo spazzacamino Bert che in realtà la sua vita era uno sfacelo a causa sua. Bert suggerisce che l'unico bene che gli rimane sono i piccoli da amare.

Mary Poppins riesce a risolvere tutti i problemi: farà riassumere il padre e darà sicurezza alla signora Banks. "L'unico modo per risolvere tutto è la speranza" dice Mary Poppins. Ma il vento cambia e soffia dritto da Nord Ovest. Quando il lavoro è terminato, Mary Poppins sente di essersi affezionata ai bambini, ma è tempo di ripartire. Solleva verso l'alto l'ombrello e il vento la porta via dalla famiglia Banks.

I quattro componenti della famiglia adesso guardano alla finestra, tutti insieme, una nuova stella.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE300400373