If the River Can Bend

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
If the River Can Bend
ArtistaElton John
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1998
Durata5:23
Album di provenienzaThe Big Picture
GenerePop
EtichettaRocket Records
Elton John - cronologia
Singolo precedente
(1998)
Singolo successivo
(1999)

If the River Can Bend è un brano composto ed interpretato da Elton John; il testo è opera di Bernie Taupin.

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Proveniente dall'album del 1997 The Big Picture, si caratterizza come una ballata (anche se il ritmo è relativamente veloce rispetto ad altri pezzi del disco come ad esempio Recover Your Soul); Elton John suona il pianoforte ed è accompagnato da Bob Birch al basso e da Charlie Morgan alla batteria e alle percussioni; il tastierista è Guy Babylon, mentre il compito di suonare le chitarre è affidato a Davey Johnstone e John Jorgenson; l'East London Gospel Choir si cimenta ai cori. Il testo di Bernie è ancora una volta riflessivo e di stampo intimista; il titolo vuol dire Se Il Fiume Può Curvare.

If the River Can Bend è stata anche distribuita come singolo, pur senza un videoclip (quest'ultima versione era però diversa rispetto a quella dell'album, come per Recover Your Soul), ma non ha avuto un grande successo: ha infatti conseguito una #32 UK[1] e una #95 in Germania. Tra l'altro, il singolo non è nemmeno stato distribuito negli Stati Uniti.

I singoli[modifica | modifica wikitesto]

Singolo in CD (UK, promo)
  1. "If the River Can Bend" (Edit) - 3:57
Singolo in CD (UK)
  1. "If the River Can Bend" (Edit) - 4:02
  2. "Bennie and the Jets" - 5:15
  3. "Saturday Night's Alright (for Fighting)" - 4:53
  4. "If the River Can Bend" - 5:21
Singolo in CD (UK)
  1. "If the River Can Bend" (Edit) - 4:04
  2. "Don't Let the Sun Go Down on Me" (live in Paris 1998) - 6:09
  3. "I Guess That's Why They Call It the Blues" (live in Paris 1998) - 4:37
  4. "Sorry Seems to Be the Hardest Word" (live in Paris 1998) - 4:04

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica