Jean-Luc Ponty

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jean-Luc Ponty in una foto del 2003.

Jean-Luc Ponty (Avranches, 29 settembre 1942) è un violinista jazz francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi classici al conservatorio di Parigi, si dedicò al jazz guidato dalla passione per Miles Davis e John Coltrane. Ha lavorato con Stéphane Grappelli, la Mahavishnu Orchestra, Franco Cerri, Alan Sorrenti partecipando all'album Aria, Daryl Stuermer e, soprattutto, con Frank Zappa[1].

Nel 1977 ha precorso l'uso del violino elettrico a cinque corde, con una corda più bassa accordata sul do. Ha anche utilizzato violini a sei corde (Violectra) con corde di basso in do e fa. Ponty è stato anche tra i primi a combinare il violino con MIDI, e distorsori[1].

Nel 2005 Ponty ha formato il "supergruppo" TRIO! con il leggendario bassista Stanley Clarke ed il virtuoso del Banjo Béla Fleck.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1964 - Jazz Long Playing
  • 1966 - Violin Summit
  • 1967 - Sunday Walk
  • 1967 - Cantaloupe Island
  • 1969 - Jean-Luc Ponty Experience
  • 1969 - King Kong: Jean-Luc Ponty Plays the Music of Frank Zappa
  • 1971 - Open Strings
  • 1975 - Upon the Wings of Music
  • 1976 - Aurora
  • 1976 - Imaginary Voyage
  • 1977 - Enigmatic Ocean
  • 1978 - Cosmic Messenger
  • 1979 - A Taste for Passion
  • 1980 - Civilized Evil
  • 1982 - Mystical Adventures
  • 1983 - Individual Choice
  • 1984 - Open Mind
  • 1985 - Fables
  • 1987 - The Gift of Time
  • 1989 - Storytelling
  • 1991 - Tchokola
  • 1993 - No Absolute Time
  • 1995 - The Rite of Strings with Stanley Clarke and Al Di Meola
  • 1996 - Le Voyage
  • 1997 - Live at Chene Park
  • 2000 - The Very Best of Jean-Luc Ponty
  • 2001 - Life Enigma
  • 2002 - The Best of Jean-Luc Ponty
  • 2002 - Live at Semper Opera
  • 2003 - In Concert (2003) (CD and DVD versions)

Con Frank Zappa[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Nick Logan e Bob Woffinden, 1977, pg.184

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nick Logan e Bob Woffinden, Enciclopedia del rock, Milano, Fratelli Fabbri Editore, 1977.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN84971010 · ISNI (EN0000 0000 7839 715X · LCCN (ENn81120374 · GND (DE134487109 · BNF (FRcb138986023 (data)