Carrega Ligure

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carrega Ligure
comune
Carrega Ligure – Stemma
Carrega Ligure
Carrega Ligure
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Marco Guerrini (lista civica) dal 31/05/2015
Territorio
Coordinate 44°37′15″N 9°10′33″E / 44.620833°N 9.175833°E44.620833; 9.175833 (Carrega Ligure)Coordinate: 44°37′15″N 9°10′33″E / 44.620833°N 9.175833°E44.620833; 9.175833 (Carrega Ligure)
Altitudine 958 m s.l.m.
Superficie 55,26 km²
Abitanti 85[1] (31-12-2010)
Densità 1,54 ab./km²
Frazioni Agneto, Berga, Boglianca, Campassi, Ca' dei Campassi, Capanne di Carrega, Cartasegna, Casone, Chiapparo, Connio, Croso, Daglio, Ferrazza, Fontanachiusa, Magioncalda, Reneuzzi, San Clemente, Vegni
Comuni confinanti Cabella Ligure, Fascia (GE), Gorreto (GE), Mongiardino Ligure, Ottone (PC), Propata (GE), Valbrevenna (GE), Vobbia (GE)
Altre informazioni
Cod. postale 15060
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006034
Cod. catastale B836
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti Carreghini
Patrono san Giuliano
Giorno festivo 9 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Carrega Ligure
Carrega Ligure
Sito istituzionale

Carrega Ligure (Cariegà in piemontese, Carega in ligure, che significa propriamente "sedia") è un comune italiano di 85 abitanti situato in Piemonte (provincia di Alessandria), all'estremità sudorientale della regione sull'Appennino Ligure, in alta val Borbera.

È uno dei due comuni piemontesi (l'altro è Cabella Ligure) a confinare con la Regione dell'Emilia-Romagna.

Con circa 1,5 abitanti/km² è uno dei comuni d'Italia con minor densità di popolazione, il primo fra quelli non situati sulle Alpi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Giuliano di Beauvais fu costruita intorno al XIII secolo, ma più volte rimaneggiata. A tre navate, è decorata con pregevoli stucchi e conserva un notevole altare in marmo.

La chiesa di San Giuliano

Il comune fu legato per secoli ai commerci lungo la via del sale e ai Feudi Imperiali, indirettamente fu legato per secoli alla Repubblica di Genova. Dal 1797 al 1805 entrò a far parte della Repubblica Ligure, poi dell'Impero Napoleonico fino al 1814 e dal 1815 al Regno di Sardegna nella Divisione di Genova e nella Provincia di Novi. Dal 1859 passa alla provincia di Alessandria.

Il castello dei Malaspina Fieschi Doria, di cui restano poche rovine alte sull'abitato, aveva la tipica forma ligure del castello costruito intorno a una torre. Risultano conservati la torre rotonda attorniata da un muro circolare con camminamento. Addossato alla torre vi è un corpo rettangolare formato da due vani, di cui uno conserva ancora il soffitto.

Carrega Ligure assunse notevole importanza nel corso della Resistenza italiana. Un edificio del comune, contrassegnato da una targa, fu sede, nel 1944-1945, del Comando della VI Zona partigiana ligure e ospitò anche i componenti di diverse missioni alleate inglesi e statunitensi. Le diverse frazioni che compongono il Comune di Carrega Ligure furono investite in quel biennio anche da alcuni rastrellamenti nazifascisti: per le operazioni antipartigiane fu utilizzata soprattutto la Divisione Turkestan della Wehrmacht composta da ex prigionieri sovietici, mongoli e turkestani [2]che infierirono pesantemente sulla popolazione con ruberie, soprusi e violenze sulle donne.

Il monumento ai caduti

Nel dopoguerra Carrega, che contava più di 2.000 abitanti, subì un processo di rapido e inarrestabile spopolamento. Sino al 1963 non era collegata al fondovalle da nessuna strada. Gli spostamenti avvenivano a piedi, a dorso di mulo attraversando più volte il torrente Carreghino, o con le lese, slitte trainate dai buoi. L'apertura della strada carrozzabile, paradossalmente, accelerò il processo di spopolamento da un territorio che non offriva risorse economiche rilevanti ed era caratterizzato da una poverissima agricoltura di sussistenza.

Il municipio di Carrega Ligure

Solo in anni recenti il comune ha conosciuto una piccola ripresa, legata al turismo (escursionismo, equitazione, risorse naturalistiche). Tuttavia, attualmente il comune ha una popolazione di circa 30 volte inferiore a quella che aveva all'atto dell'Unità d'Italia.

Nel comune ha sede il Museo della cultura popolare dell'Alta Val Borbera che espone circa 500 attrezzi, mobili e suppellettili di vario genere, che documentano la vita e le tecniche del lavoro dell'agricoltura e dell'allevamento nei secoli passati e si propone di conservare la memoria di tecniche agrarie ormai completamente abbandonate.

La lapide dedicata a Anton Ukmar a Carrega Ligure messa dall'ANPI sezione di Genova

Marchesi di Carrega (1547-1797)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1547 con l'investitura di Andrea Doria a marchese di Carrega da parte dell'imperatore Carlo V diventa parte dei Feudi imperiali sotto il controllo della famiglia genovese dei Doria.

Iniziativa case a un euro[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Carrega Ligure ha proposto di vendere le case sfitte o disabitate da lungo tempo al prezzo di un euro per creare turismo nel paese e in un futuro magari ripopolarlo, analogamente a quanto successo a Bussana Vecchia (IM) o a Salemi (TP) col sindaco Vittorio Sgarbi. Le case sono state censite in collaborazione con l'Università di Genova con la facoltà di architettura, all'11 gennaio 2009 le case censite erano 720 e le richieste accettate 400, tra cui la richiesta di un'intera frazione da parte di una comunità new age del Trentino[3]. Inoltre l'Università di Genova con la facoltà di architettura ha preso in considerazione di acquistare delle case in paese per farne un laboratorio sperimentale di architettura.[4].

Distanze[modifica | modifica wikitesto]

Carrega Ligure, pur trovandosi in provincia di Alessandria, si trova a 85 km dal capoluogo e a 58 km da Genova, con cui ha legami storici, culturali e linguistici. A Carrega, infatti, si parla ancora il ligure.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
24 giugno 1985 26 maggio 1990 Sergio Crosetti lista civica Sindaco [5]
26 maggio 1990 24 aprile 1995 Sergio Crosetti Partito Socialista Italiano Sindaco [5]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Fausto Asborno centro-sinistra Sindaco [5]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Fausto Asborno un.dem. Sindaco [5]
21 giugno 2004 5 aprile 2005 Enrica Montagna Comm. pref. [5]
5 aprile 2005 30 marzo 2010 Guido Gozzano lista civica Sindaco [5]
30 marzo 2010 31 maggio 2015 Guido Gozzano lista civica: unione democratica Sindaco [5]
31 maggio 2015 in carica Marco Guerrini lista civica: tradizione futuro in Cariega Sindaco [5]

Persone legate a Carrega Ligure[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Nel paese secondo il censimento ISTAT del 31/12/2007 ci vive solo uno straniero, che rappresenta l'1,18% della popolazione comunale. Viene dalla Romania.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Rossi, Giovanni: "La Valle Borbera nella Resistenza 1943-1945". Serravalle Scrivia, 2005, Tipografia Frascarolo Arnaldo
  3. ^ Le case abbandonate in vendita a un euro su Il Secolo XIX dell'11 gennaio 2009
  4. ^ L'Università "adotta" le case di Carrega su Il Secolo XIX del 1º agosto 2009
  5. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  6. ^ -->
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte