Pontestura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pontestura
comune
Pontestura – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoFranco Berra (lista civica) dal 25-5-2014
Territorio
Coordinate45°08′36″N 8°20′03″E / 45.143333°N 8.334167°E45.143333; 8.334167 (Pontestura)Coordinate: 45°08′36″N 8°20′03″E / 45.143333°N 8.334167°E45.143333; 8.334167 (Pontestura)
Altitudine140 m s.l.m.
Superficie18,92 km²
Abitanti1 444[1] (31-3-2018)
Densità76,32 ab./km²
FrazioniCascine Lunghe, Castagnone, Quarti, Rocchetta, Vialarda (parte)
Comuni confinantiCamino, Casale Monferrato, Cereseto, Coniolo, Morano sul Po, Ozzano Monferrato, Serralunga di Crea, Solonghello
Altre informazioni
Cod. postale15027
Prefisso0142
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006133
Cod. catastaleG858
TargaAL
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 835 GG[3]
Nome abitantipontesturesi
Patronosant'Agata
Giorno festivo5 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pontestura
Pontestura
Pontestura – Mappa
Mappa del comune di Pontestura all'interno della provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Pontestura (Pundastüra in piemontese) è un comune italiano di 1 444 abitanti della provincia di Alessandria in Piemonte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva da Pons Turris (ponte con torre), che è anche lo stemma del Comune.

Pontestura fu anche residenza estiva dei Paleologi (marchesi del Monferrato). Nel castello del paese nacquero tre marchesi del Monferrato e fu tenuto prigioniero Ludovico il Moro. Nel 1510 vi nacque Margherita Paleologa, le cui nozze con Federico II Gonzaga saranno fondamentali per il passaggio del Marchesato di Monferrato tra i possedimenti del Ducato di Mantova.

Il castello venne abbattuto in epoca napoleonica e la piazza principale del paese ne conserva il nome. L'attuale spianata fino alla fine degli anni Ottanta fu utilizzata come campo da calcio, mentre oggi è per la maggior parte della sua superficie un grande prato verde usato in occasione delle manifestazioni che animano la vita del borgo ("Riso & Rose", Festa in Piazza di inizio luglio e Mercatini dell'Antiquariato).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi cento anni, a partire dal 1911, la popolazione residente si è praticamente dimezzata.

Abitanti censiti[4]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Musei[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
31 maggio 1986 27 maggio 1990 Giuseppe Merlo Partito Socialista Italiano Sindaco [5]
27 maggio 1990 2 settembre 1991 Giuseppe Merlo Partito Socialista Italiano Sindaco [5]
2 settembre 1991 24 aprile 1995 Marco Figazzolo Democrazia Cristiana Sindaco [5]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Marco Figazzolo centro-sinistra Sindaco [5]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Marco Figazzolo lista civica Sindaco [5]
14 giugno 2004 21 ottobre 2008 Ermanno Ricci lista civica Sindaco [5]
8 giugno 2009 27 maggio 2014 Franco Berra lista civica: amministriamo insieme Sindaco [5]
27 maggio 2014 in carica Franco Berra lista civica: sviluppo ambiente sicurezza Sindaco [5]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale dopo l'Unità d'Italia ha conosciuto alcuni cambiamenti.

Il comune di Quarti, costituito verso la metà del secolo XVII, venne soppresso e aggregato a Pontestura nel 1928.

Analogamente il comune di Coniolo fu soppresso e aggregato a Pontestura nel 1928, ma dopo la seconda guerra mondiale nel 1947 venne nuovamente separato e ricostituito.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304915860 · WorldCat Identities (ENviaf-304915860
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte