Murisengo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Murisengo
comune
Murisengo – Stemma Murisengo – Bandiera
Murisengo – Veduta
Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoGiovanni Baroero (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate45°04′58″N 8°08′10″E / 45.082778°N 8.136111°E45.082778; 8.136111 (Murisengo)Coordinate: 45°04′58″N 8°08′10″E / 45.082778°N 8.136111°E45.082778; 8.136111 (Murisengo)
Altitudine338 m s.l.m.
Superficie15,31 km²
Abitanti1 429[1] (01-01-2014)
Densità93,34 ab./km²
FrazioniBricco, Case Battia, Corteranzo, Gallo, San Candido, Sorina
Comuni confinantiMontiglio Monferrato (AT), Odalengo Grande, Robella (AT), Villadeati
Altre informazioni
Cod. postale15020
Prefisso0141
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006113
Cod. catastaleF814
TargaAL
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 766 GG[2]
Nome abitantimurisenghesi
Patronosant'Antonio abate
Giorno festivo22 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Murisengo
Murisengo
Sito istituzionale

Murisengo (Ambrusèngh in piemontese) è un comune italiano di circa 1.429 abitanti situato nel lato nord-ovest della provincia di Alessandria, in Piemonte, al confine orientale della Val Cerrina.

Persone legate a Murisengo[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Castello di Murisengo[modifica | modifica wikitesto]

Castello di Murisengo

A celebrare la storia e l'imponenza di questo antico castello è rimasta la grande torre, rimaneggiata (forse ricostruita) nel 1510, data citata in una targa apposta sulla torre e oggi perduta, e ancora nel XIX secolo; la torre è probabilmente la parte più antica dell'edificio, le cui prime attestazioni indirette risalgono al XI e XII secolo ma che è stato interamente ricostruito a partire dal XVII secolo.

Con la caduta dei Marchesi del Monferrato il castello subì molti danni e successive ricostruzioni che lo portarono a perdere la sua "forma" primitiva. Il castello appartenne prima ai Radicati di Brozolo, poi agli Scozia dal 1420 fino al 1883, anno in cui passò al marito di Donna Tarsilla Scozia, Francesco Guasco Gallarati Marchese di Bisio e di Francavilla, oggi identificabili nel paese di Francavilla Bisio.
Dopo un lungo restauro, committente un privato, il castello dalla metà del 2012 è disponibile per visite guidate durante manifestazioni, eventi, mostre e cerimonie.[3]

Castello di Murisengo, targa ricordo del soggiorno di Silvio Pellico.

Tra le mura di questo castello, nel 1813 Silvio Pellico scrisse la tragedia Francesca da Rimini.

Fontana "La Pirènta".

Fontana "La Pirènta"[modifica | modifica wikitesto]

La fonte di acqua solforosa, detta "La Pirènta", è posta ad est del paese, alle radici del Montelungo, e nasce da un terreno tufaceo-calcareo. L'acqua solforosa è oleosa al tatto e tramanda un odore di gas idrosolforato; un tempo si adoperava con successo nei disturbi gastrointestinali e nelle malattie cutanee di natura scabbiosa ed erpetica.

Tra la fine del XVIII e l'inizio del XIX secolo qui fiorì uno stabilimento termale, che divenne un centro turistico molto apprezzato, poi ridimensionato nel periodo tra le due guerre mondiali[4]. L'area venne successivamente riconvertita ad uso industriale e oggi ospita una polveriera.

Ancora all'inizio del XIX secolo l'acqua veniva convogliata in due vasche di pietra nelle quali, in estate, si macerava la canapa[5]. Oggi le vasche non sono più visibili e l'acqua scaturisce da una sola bocca leonina incastonata in una fontana di gusto neogotico, risalente al 1859[6].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune ha avuto un forte decremento della popolazione nel corso dell'ultimo secolo, pari ad una perdita del 43% dei residenti dal 1911.

Abitanti censiti[7]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
18 giugno 1985 1º giugno 1990 Franco Ferrando - Sindaco [8]
1º giugno 1990 21 gennaio 1995 Luigi Gerbino lista civica Sindaco [8]
10 febbraio 1995 24 aprile 1995 Renato Marchiò lista civica Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Domenico Anselmo centro Sindaco [8]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Giovanna Cullino lista civica Sindaco [8]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Franco Giorgi lista civica Sindaco [8]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Giovanni Baroero lista civica: scorcio Murisengo Sindaco [8]
26 maggio 2014 in carica Giovanni Baroero lista civica: scorcio paese Sindaco [8]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ex stazione di Montiglio-Murisengo

La stazione di Montiglio-Murisengo, attivata nel 1912, era posta lungo la cessata ferrovia Chivasso-Asti, il cui esercizio fu definitivamente sospeso nel 2011.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Il paese è famoso per la Fiera del tartufo, che dal 1967 viene tenuta ogni anno a novembre, ed è luogo di antiche tradizioni di ricerca del pregiato tubero.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN247870875
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte