Castellar Guidobono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Castellar Guidobono
comune
Castellar Guidobono – Stemma
Castellar Guidobono – Veduta
La chiesa di San Tommaso
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoMaria Angela Battegazzore (lista civica) dal 14-6-2019
Territorio
Coordinate44°54′25″N 8°56′56″E / 44.906944°N 8.948889°E44.906944; 8.948889 (Castellar Guidobono)
Altitudine144 m s.l.m.
Superficie2,48 km²
Abitanti398[1] (30-6-2017)
Densità160,48 ab./km²
Comuni confinantiCasalnoceto, Viguzzolo, Volpeglino
Altre informazioni
Cod. postale15050
Prefisso0131
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006046
Cod. catastaleC142
TargaAL
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 655 GG[3]
Nome abitanticastellaresi
Patronosan Gaetano di Thiene
Giorno festivo7 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castellar Guidobono
Castellar Guidobono
Castellar Guidobono – Mappa
Mappa del comune di Castellar Guidobono all'interno della provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Castellar Guidobono (Ël Castlà Guidbòu in dialetto tortonese) è un comune italiano della provincia di Alessandria in Piemonte.

Il comune è situato tra i torrenti Grue e Curone, sulle estreme pendici collinari della valle di quest'ultimo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Legata al comune di Tortona, di cui seguì le sorti, fu feudo dei Guidobono Cavalchini di Monleale, da cui deriva il nome.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune di Castellar Guidobono sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 4 luglio 1956.[4]

«Stemma troncato: nel primo d'oro, all'aquila di nero, coronata, addestrata da un castello al naturale, in prospettiva, merlato alla ghibellina, e sinistrata da tre granate poste due sotto e una sopra, pure al naturale, il tutto uscente dalla troncatura; nel secondo, fasciato di azzurro e di oro. Ornamenti esteriori da Comune.»

La composizione dello scudo si ispira al blasone della famiglia Guidobono Cavalchini che era fasciato d'azzurro e d'oro; col capo del secondo, caricato di un'aquila coronata di nero.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1889 e il 1934 Castellar Guidobono fu servito dalla tranvia Tortona-Monleale.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 febbraio 1987 28 maggio 1990 Franco Gilardenghi Partito Liberale Italiano Sindaco [6]
28 maggio 1990 22 giugno 1993 Franco Gilardenghi - Sindaco [6]
29 giugno 1993 24 aprile 1995 Maurizio Stringa Partito Socialista Italiano Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Maurizio Stringa centro Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Maurizio Stringa lista civica Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Stefano Arrigone lista civica Sindaco [6]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Stefano Arrigone lista civica Sindaco [6]
9 giugno 2014 14 giugno 2019 Stefano Arrigone lista civica: noi x voi Sindaco [6]
14 giugno 2019 In carica Maria Angela Battegazzore lista civica Sindaco [6]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria recente[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Castellarese
  • 2009 - Si affilia in Terza Categoria.
  • 2009-10 - 2º nel girone B della Terza Categoria Alessandria. Vince i play off. Promossa in Seconda Categoria.
  • 2010-11 - 13º nel girone R della Seconda Categoria. Retrocessa in Terza Categoria.
  • 2011-12 - 9º nel girone A della Terza Categoria Alessandria.
  • 2012-13 - nel girone A della Terza Categoria Alessandria.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 giugno 2017.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Castellar Guidobono, su araldicacivica.it.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN237042128
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte