Vignole Borbera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vignole Borbera
comune
Vignole Borbera – Stemma Vignole Borbera – Bandiera
Vignole Borbera – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoGiuseppe Teti (lista civica Vignole obiettivo comune) dal 26-5-2019, 3º mandato
Territorio
Coordinate44°42′39″N 8°53′32″E / 44.710833°N 8.892222°E44.710833; 8.892222 (Vignole Borbera)Coordinate: 44°42′39″N 8°53′32″E / 44.710833°N 8.892222°E44.710833; 8.892222 (Vignole Borbera)
Altitudine243 m s.l.m.
Superficie8,65 km²
Abitanti2 050[1] (30-11-2019)
Densità236,99 ab./km²
FrazioniPrecipiano, Variano Inferiore, Variano Superiore
Comuni confinantiArquata Scrivia, Borghetto di Borbera, Grondona, Serravalle Scrivia, Stazzano
Altre informazioni
Cod. postale15060
Prefisso0143
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006180
Cod. catastaleL887
TargaAL
Cl. sismicazona 3A (sismicità bassa)
Nome abitantivignolesi (in dialetto vigneuleisi)
Patronosan Lorenzo
Giorno festivo10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vignole Borbera
Vignole Borbera
Vignole Borbera – Mappa
Mappa del comune di Vignole Borbera all'interno della provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Vignole Borbera (Vigneule Borbaja in piemontese, E Vigneue in ligure) è un comune italiano di 2 050 abitanti della provincia di Alessandria in Piemonte.

Situato in val Borbera, nella piana alluvionale dell'omonimo torrente (che in frazione Precipiano confluisce nello Scrivia), è circa a metà strada tra Alessandria e Genova, alle pendici di Monte Spineto (468 m).

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Vista aerea di Vignole Borbera nel 1960

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il comune fa parte dell'Unione Montana Valle Borbera e Valle Spinti; dista dal capoluogo 35 km e da Genova 48 km.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista legislativo il comune di Vignole Borbera ricade nella Classificazione climatica E in quanto i Gradi giorno della città sono 2660, dunque limite massimo consentito per l'accensione dei riscaldamenti è di 14 ore giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile[2]. Ha una nevosità abbastanza elevata, con circa 70/80 cm annui di accumulo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Vignole Borbera nella carta dei Feudi Imperiali dell'ing. Carlo Borgonio del XVII secolo.

S'ipotizza che il centro sia stato fondato dai romani come agro della vicina Libarna col nome di Vineola.

Le più antiche informazioni sicure sulla sua esistenza datano dall'anno 1000, allorché viene menzionato quale territorio appartenente all'abbazia di San Pietro di Precipiano (all'epoca centro amministrativamente autonomo).

Il territorio e l'abbazia rientravano fin dall'epoca longobarda nel grande feudo reale ed imperiale monastico dell'abbazia di San Colombano di Bobbio (PC) che gestiva in zona la Via Postumia, e che dipendeva quindi in ultima istanza dalla Santa Sede[3][4][5].

Divenuto borgo fortificato, fu sottoposto alla Repubblica di Genova, che lo ricomprese territorialmente nella curia di Gavi; nel XIV secolo godette anche dello status di libero comune.

Entrato nell'orbita del ducato di Milano, nel 1405 fu infeudato da Filippo Maria Visconti alla famiglia Lonati insieme a Varinella di Arquata Scrivia. Nel 1692, Bernardo Luigi Lonati ottenne da Carlo III di Spagna l'erezione del feudo in marchesato.

Nel 1752 passò ai Savoia (con Tortona) nel 1752 e ne seguì le sorti. Nel 1797 entrò a far parte con Borghetto di Borbera della Repubblica Ligure, poi dal 1805 entrò a far parte dell'Impero Francese e dal 1815 fece parte della Provincia di Novi nella Liguria, da cui venne staccato con il Decreto Rattazzi nel 1859, poco prima dell'Unità d'Italia.

Nel 1797 al comune viene accorpata la disciolta municipalità di Precipiano; nel 1815 ingloba Variano, che viene separata da Borghetto di Borbera.

Nel 2004 Vignole Borbera ha ricevuto l'attenzione dei media nazionali divenendo il primo comune d'Italia amministrato da un sindaco donna di nazionalità non italiana, l'inglese Susan Lesley Thomas, nata a Woking (Surrey) il 27 gennaio 1956, che ha ricoperto la carica dal 14 giugno 2004 al 30 agosto 2008.[6].

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Vignole Borbera-Stemma.png

Descrizione araldica dello stemma, concesso insieme al gonfalone con decreto del presidente della Repubblica il 2 giugno 1962:

«D'azzurro, alla torre quadra d'argento, murata di nero, aperta e finestrata dello stesso, merlata di quattro pezzi alla guelfa; accompagnata nel cantone sinistro del capo da un grappolo d'uva nera al naturale fogliato di un pezzo di verde e nel cantone destro della punta da un'ape d'oro montante. Timbra lo scudo una corona murale da Comune, formata da un cerchio aperto da quattro pusterle (tre visibili) con due cordonate a muro sui margini, sostenenti una cinta, aperta da sedici porte (nove visibili) ciascuna sormontata da una merlatura alla ghibellina (a coda di rondine), il tutto d'argento e murato di nero. Decussati, sotto la punta dello scudo, e divergenti sono due rami al naturale, uno di ulivo ed uno di quercia legati da un fiocco rosso»

La torre quadra si riferisce all'unica vestigia superstite dell'antica abbazia di Precipiano (la quale è stata inglobata nella tenuta fatta costruire dalla famiglia Cauvin), l'uva rappresenta le viti che hanno dato origine al toponimo del paese e l'ape simboleggia il lavoro dell'uomo.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo deriverebbe dal latino Vineola, termine rendibile come "piccolo appezzamento di terreno coltivato a vigna"; gli si associa un determinante indicante il torrente Borbera, sul cui alveo insiste il paese.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Vignole Borbera è situato lungo la Strada Provinciale 140 "di val Borbera", che collega il comune con la Strada statale 35 dei Giovi.

Il comune è inoltre servito dall'Autostrada A7 "dei Giovi", mediante l'uscita Vignole-Arquata.

Autobus[modifica | modifica wikitesto]

Vignole è collegata a Novi Ligure per mezzo della linea bus gestita da Autolinee Val Borbera.

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Arquata Scrivia, servita dalla linea ferroviaria Torino-Genova, che dista circa 3 km dal centro di Vignole Borbera.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Vignole Borbera è composta da 951 nuclei famigliari. Nel periodo 1991-2001 ha avuto un aumento del 2,3% della popolazione secondo il censimento ISTAT, proveniente in gran parte da Genova. Comunque come si può notare dal grafico la crescita demografica incomincia dal 1961. Abitanti censiti[7]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono riportati i tre gruppi di stranieri più consistenti (al 31 dicembre 2007):

Pos. Cittadinanza Popolazione
1 Marocco 42
2 Romania 38
3 Albania 29
Altre nazionalità 34
TOTALE 143

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzetto dello sport di Vignole Borbera

La squadra di calcio comunale è l'Unione Sportiva Vignolese; fondata nel 1919 e successivamente rifondata, ha sempre militato nei campionati regionali piemontesi.

Altro club basato nel comune è la polisportiva G.S. Quattrovalli, fondata nel 1994 con il nome di Polisportiva Val Borbera.

Ai tempi della presidenza di Ernesto Cauvin, nei primi anni 1950, Vignole ha inoltre ospitato più volte il ritiro precampionato del Genoa[8].

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo municipale di Vignole Borbera fotografato nel 1941.

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
15 luglio 1985 27 giugno 1990 Franco Maggio - Sindaco [9]
27 giugno 1990 24 aprile 1995 Franco Maggio Partito Socialista Italiano Sindaco [9]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Paolo Federico Caviglia centro Sindaco [9]
22 giugno 1999 14 giugno 2004 Paolo Federico Caviglia lista civica Sindaco [9]
14 giugno 2004 28 agosto 2008 Susan Lesley Thomas lista civica Sindaco [9]
28 agosto 2008 8 giugno 2009 Paola Fioravanti Comm. straordinario [9]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Giuseppe Teti lista civica Sindaco [9]
26 maggio 2014 26 maggio 2019 Giuseppe Teti lista civica Voi con noi Sindaco [9]
26 maggio 2019 in carica Giuseppe Teti lista civica Vignole obiettivo comune Sindaco [9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ Fonte dal sito Comuni Italiani
  3. ^ Valeria Polonio Felloni Il monastero di San Colombano di Bobbio dalla fondazione all'epoca carolingia
  4. ^ Eleonora Destefanis Il Monastero Di Bobbio in Eta Altomedievale
  5. ^ C. Cipolla - G. Buzzi Codice Diplomatico del Monastero di S. Colombano di Bobbio fino all'anno MCCVIII - Volumi I-II-III, in Fonti per la Storia d'Italia, Tipografia del Senato, Roma 1918
  6. ^ Giampiero Carbone, L'inglesina che in Val Borbera ha trovato l'amore e il posto giusto per vivere, in La Stampa, 2 febbraio 2013. URL consultato il 14 maggio 2019.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ Il presidente Cauvin nel 1951 costituisce una finanziaria per il Genoa - pianetagenoa1893.net, 10 dic 2009
  9. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN247864243
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte