Montemarzino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montemarzino
comune
Montemarzino – Stemma
Montemarzino – Bandiera
Montemarzino – Veduta
Montemarzino – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.svg Alessandria
Amministrazione
SindacoGiammattia Nicolini Berutti (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate44°50′57″N 8°59′41″E / 44.849167°N 8.994722°E44.849167; 8.994722 (Montemarzino)
Altitudine448 m s.l.m.
Superficie9,85 km²
Abitanti309[1] (1-1-2021)
Densità31,37 ab./km²
FrazioniBarca, Costa, Reguardia, Roncascinate, Scrimignano, Segagliate, Zebedassi
Comuni confinantiAvolasca, Casasco, Momperone, Monleale, Montegioco, Pozzol Groppo, Volpedo
Altre informazioni
Cod. postale15050
Prefisso0131
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006108
Cod. catastaleF562
TargaAL
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 945 GG[3]
Nome abitantimontemarzinesi
PatronoGiovanni Battista
Giorno festivo24 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montemarzino
Montemarzino
Montemarzino – Mappa
Montemarzino – Mappa
Mappa del Comune di Montemarzino all'interno della Provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Montemarzino (Montmarsen in piemontese) è un comune italiano di 309 abitanti[1] della provincia di Alessandria, in Piemonte.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio comunale faceva parte della Comunità Montana Valli Curone Grue e Ossona.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione meteorologica di Montemarzino.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Compare citato nel 1074 con il nome di Monsmorixinus, divenuto Monsmorisinus e poi forme simili fino a Montemurixino, quindi con il senso di Monte Mauricino, ossia Monte dei Mori, con riferimento a uno stanziamento di tali popolazioni.[4]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Antico feudo imperiale dell'Oltrepò pavese, dal 1595 ne sono proprietari i marchesi Doria da cui passa per successione nel 1685 al ramo spagnolo degli Spinola, marchesi di Los Balbases, duchi di Severino e Sesto, signori di Casalnoceto, Rosano e Barisonzo. Governato con sistema feudale dai marchesi Paolo Vincenzo detto Ambrogio (1685-99) e da Carlo Filippo Antonio (1699-1721), Ambrogio II Gaetano (1721-1724), nel 1753 Gioacchino cede lo staterello feudale ai Savoia.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 29 marzo 2012.[5][6]

«D'argento, alla croce di Sant'Andrea diminuita d'azzurro, attraversata dal castello torricellato centralmente di rosso, mattonato di nero, merlato alla guelfa, il fastigio di sette, la torre di tre, chiuso di nero, finestrato di due, una finestra sopra la porta, una nella torre, dello stesso. Ornamenti esteriori da Comune.»

(D.P.R. del 29 marzo 2012)

Il gonfalone è un drappo di azzurro.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
30 giugno 1985 12 giugno 1990 Silverio Pietranera lista civica Sindaco [8]
12 giugno 1990 24 aprile 1995 Silverio Pietranera Democrazia Cristiana Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Mario Mutti centro-destra Sindaco [8]
25 giugno 1999 14 giugno 2004 Ugo Davico lista civica Sindaco [8]
14 giugno 2004 21 aprile 2009 Massimo Vittorio Berutti lista civica Sindaco [8]
13 maggio 2009 8 giugno 2009 Stefano Piccolo Comm. pref. [8]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Claudio Ferrari lista civica: insieme per crescere! Sindaco [8]
26 maggio 2014 26 maggio 2019 Claudio Marazzi lista civica: uniti per continuare a crescere! Sindaco [8]
26 maggio 2019 in carica Giammattia Nicolini Berutti lista civica: uniti per continuare a crescere! Sindaco [8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 1º gennaio 2021.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Renzo Ambrogio, Nomi d'Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Istituto Geografico De Agostini, 2009, p. 411.
  5. ^ Montemarzino (Alessandria) D.P.R. 29.03.2012 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 7 agosto 2022.
  6. ^ Montemarzino, su araldicacivica.it. URL consultato il 30 ottobre 2021.
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  8. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte