Prasco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prasco
comune
Prasco – Stemma Prasco – Bandiera
Prasco – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoClaudio Pastorino (lista civica) dal 27-05-2019
Territorio
Coordinate44°38′25″N 8°33′11″E / 44.640278°N 8.553056°E44.640278; 8.553056 (Prasco)
Altitudine245 m s.l.m.
Superficie5,97 km²
Abitanti498[1] (30-4-2018)
Densità83,42 ab./km²
FrazioniStazione, Orbregno
Comuni confinantiCremolino, Morbello, Morsasco, Visone
Altre informazioni
Cod. postale15010
Prefisso0144
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006139
Cod. catastaleG987
TargaAL
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 591 GG[3]
Nome abitantipraschesi
Patronosanti Nazario e Celso
Giorno festivo28 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Prasco
Prasco
Prasco – Mappa
Mappa del Comune di Prasco all'interno della Provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Prasco (Prasch in piemontese) è un comune italiano di 498 abitanti della provincia di Alessandria, in Piemonte.

Un piccolo abitato distaccato è situato in località Valcrosa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune di Prasco sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 3 marzo 1998.[4]

«D'oro, allo spino secco sradicato, di nero; al capo di rosso, caricato dall'aquila di argento. Ornamenti esteriori da Comune.»

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il campanile

Il comune è conosciuto per il suo castello, inserito nel sistema dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte. Tre torrioni semicircolari caratterizzano la struttura, risalente al XII secolo e già sede feudale. Ne furono signori, tra gli altri, i Malaspina, i de Rege, gli Spinola e infine i Piuma. Ospita il Centro per la promozione degli studi su Giorgio Gallesio.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
10 giugno 1985 27 maggio 1990 Dante Repetto Partito Comunista Italiano Sindaco [6]
27 maggio 1990 24 aprile 1995 Marco Morrielli Democrazia Cristiana Sindaco [6]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Enzo Facelli centro Sindaco [6]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Enzo Facelli lista civica Sindaco [6]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Piero Bartolomeo Barisone lista civica Sindaco [6]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Piero Bartolomeo Barisone lista civica: chiesa con due spighe incrociate Sindaco [6]
26 maggio 2014 in carica Piero Bartolomeo Barisone lista civica: chiesa con spighe Sindaco [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2018.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 03/03/1998 (PDF), su araldicacivica.it. URL consultato il 31 ottobre 2021.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ a b c d e f g http://amministratori.interno.it/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN241241034 · WorldCat Identities (ENviaf-241241034
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte