Bergamasco (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Bergamasco
comune
Bergamasco – Stemma Bergamasco – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoGiulio Veggi (lista civica Insieme per Bergamasco) dal 26/05/2019
Territorio
Coordinate44°49′42″N 8°27′21″E / 44.828333°N 8.455833°E44.828333; 8.455833 (Bergamasco)Coordinate: 44°49′42″N 8°27′21″E / 44.828333°N 8.455833°E44.828333; 8.455833 (Bergamasco)
Altitudine125 m s.l.m.
Superficie13,44 km²
Abitanti732[1] (30-4-2017)
Densità54,46 ab./km²
Comuni confinantiBruno (AT), Carentino, Castelnuovo Belbo (AT), Incisa Scapaccino (AT), Oviglio
Altre informazioni
Cod. postale15022
Prefisso0131
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006015
Cod. catastaleA793
TargaAL
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitantibergamaschesi
Patronosan Giacomo e Natività della Beata Vergine Maria
Giorno festivo25 luglio e 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Bergamasco
Bergamasco
Bergamasco – Mappa
Posizione del comune nella provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Bergamasco (Bergamäss in piemontese) è un comune italiano di 732 abitanti della provincia di Alessandria, in Piemonte, a ridosso delle colline del Monferrato, sulla sponda sinistra del torrente Belbo.


Un angolo di natura incontaminata a due passi dal caos cittadino. Non servono altre parole per trasmettere la magia e l’attrattiva di Bergamasco, una magia fatta della semplicità e della suggestione di scoprire che, in pieno ventunesimo secolo, esiste ancora, a poca distanza dalla città, un’oasi dove il progresso ha saputo farsi strada senza sottrarre spazio al verde, senza cancellare le tradizioni, senza imporre dazio alla qualità della vita. C’è tutto questo a Bergamasco, un piccolo gioiello che vale la pena di scoprire per tutti coloro che amano la natura e la tranquillità. Arrivare in paese è facile, vista la sua felice posizione geografica, molto vicina sia ad Alessandria che a Nizza Monferrato, e pertanto facilmente raggiungibile anche tramite la rete autostradale, sia attraverso la A21 Torino-Piacenza (l’uscita di Felizzano dista circa 15 minuti di automobile) che attraverso la A26, Genova-Gravellona Toce (in questo caso l’uscita consigliata è quella di Alessandria Sud, ad appena 18 chilometri). Ma arrivare a Bergamasco è possibile anche lasciando l’auto in garage: collegamenti regolari sono assicurati tramite autobus, grazie al servizio regionale sostitutivo di Trenitalia. Il paese è interamente circondato da una ridente e incontaminata campagna, dove è possibile effettuare lunghe e rilassanti passeggiate immersi nella natura, attorniati da una vegetazione rigogliosa, lontani dai rumori e dai ritmi ossessivi che scandiscono la vita di chi abita nei grandi centri urbani, riducendo lo stress e ossigenando i polmoni, finalmente al riparo dallo smog e dal traffico. Il benessere e la genuinità delle campagne trovano riscontro, e non poteva essere altrimenti, anche sulle tavole bergamaschesi: nei numerosi locali del paese, è possibile trovare cibi genuini, spesso preparati seguendo con meticolosità i dettami dell’antica tradizione culinaria del territorio, e tipicità culinarie di prim’ordine, primo fra tutti il tartufo, preziosissimo prodotto della terra che ha nel territorio bergamaschese una delle sue roccaforti. Quasi altrettanto famose sono le carni e i salumi di Bergamasco, e non mancano verdura e frutta di stagione, rigorosamente prodotte in loco, per gustosi pasti “a chilometri zero”, in grado dunque di sostenere una tradizione gastronomica di qualità a prezzi più che accessibili. Per chi desidera fare sport, un soggiorno a Bergamasco significa anche avere a disposizione strutture per ogni tipo di attività all’aperto: oltre al campo sportivo di Regione Braida, nell’area di piazza San Pietro sono disponibili un altro campo da calcio, e uno spazio attrezzato per tennis e pallavolo; per i più piccoli la stessa area vede anche la presenza di un parco giochi. Bergamasco dunque è un paese a misura d’uomo, facile da raggiungere, immerso nella natura, capace di garantire una perfetta alchimia di tradizione e modernità e dalle numerose attrattive. In altre altre pagine del sito scoprirete la sua storia, i suoi appuntamenti culturali e la grande e capillare rete di servizi che lo rende, in estrema sintesi, un posto ideale sia per viverci che per una breve vacanza o un’escursione da completare nel volgere di una giornata. Da ottobre 2013 inoltre in Piazza della Repubblica funziona un hot spot wifi pubblico gratuito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Roccaforte di proprietà dei marchesi di Incisa sin da prima dell'anno 1000, entrò a far parte del Marchesato del Monferrato nel 1514, dopo la conquista di Incisa da parte di Guglielmo IX Paleologo, che quasi la rase al suolo. Seguì da allora le sorti del Monferrato.

A Bergamasco sorge un castello privato (proprietario è lo scenografo Carlo Leva) che ospita un museo del cinema. È inserito nel circuito dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
10 giugno 1985 25 maggio 1990 Gian Luigi Tonello - Sindaco [4]
25 maggio 1990 24 aprile 1995 Gian Luigi Tonello - Sindaco [4]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Gian Luigi Tonello sinistra Sindaco [4]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Federico Barberis lista civica Sindaco [4]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Federico Barberis lista civica Sindaco [4]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Gianni Benvenuti lista civica Sindaco [4]
26 maggio 2014 in carica Gianni Benvenuti lista civica: pace lavoro Sindaco [4]
{{{inizio}}} {{{fine}}} {{{nome}}} Sindaco
26 maggio 2019 in carica Giulio Veggi lista civica: Insieme per Bergamasco Sindaco [4]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1928 inglobò il soppresso comune di Carentino, che tornerà autonomo nel 1955.[5]

Altro[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1985 a Bergamasco fu rinvenuto nella tenuta agricola di S.Cristoforo un sarcofago romano risalente al II secolo, utilizzato come abbeveratoio. In base all'iscrizione incisa, risulta appartenere a un liberto di nome Calventius, della tribù Papiria. Il reperto è ora conservato nell'atrio del municipio[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ [mj/www.castelliaperti.it/pagine/ita/scheda.lasso?-id=82 Castelli Aperti], Castello di Bergamasco.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  5. ^ Storia amministrativa di Bergamasco, su elesh.it.
  6. ^ Bergamasco (AL) : Ritrovamenti e Chiesa di San Pietro - Archeocarta, in Archeocarta, 29 agosto 2014. URL consultato il 7 maggio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte