Serravalle Scrivia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serravalle Scrivia
comune
Serravalle Scrivia – Stemma Serravalle Scrivia – Bandiera
Serravalle Scrivia – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Alberto Carbone (lista civica) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 44°43′21″N 8°51′37″E / 44.7225°N 8.860278°E44.7225; 8.860278 (Serravalle Scrivia)Coordinate: 44°43′21″N 8°51′37″E / 44.7225°N 8.860278°E44.7225; 8.860278 (Serravalle Scrivia)
Altitudine 225 m s.l.m.
Superficie 15,95 km²
Abitanti 6 283[1] (30-09-2014)
Densità 393,92 ab./km²
Frazioni Ca' del Sole, Crenna Inferiore, Crenna Superiore, Lastrico, Libarna, Zerbe
Comuni confinanti Arquata Scrivia, Cassano Spinola, Gavi, Novi Ligure, Stazzano, Vignole Borbera
Altre informazioni
Cod. postale 15069
Prefisso 0143
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006160
Cod. catastale I657
Targa AL
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti serravallesi
Patrono san Martino di Tours
Giorno festivo 11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Serravalle Scrivia
Serravalle Scrivia
Sito istituzionale

Serravalle Scrivia (Seraval Scrivia in piemontese, Seravalle in ligure, dal 1935 al 1946 Serravalle Libarna) è un comune italiano di 6.283 abitanti della provincia di Alessandria, in Piemonte.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

È situato presso la confluenza del Borbera nello Scrivia vicino agli ultimi contrafforti dell'Appennino Ligure e all'inizio della pianura.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Borgo fortificato, forse costruito dagli abitanti di Libarna dopo la distruzione della stessa (452), Serravalle Scrivia nel Medioevo appartenne ai vescovi di Tortona (dal 1122), fino a quando questi non lo cedettero al Comune di Tortona, in cambio della difesa delle loro terre.

Il toponimo Serravalle lo si ritrova per la prima volta in un atto pubblico datato 1140, attraverso il quale i Comuni di Tortona e di Genova concordarono i loro confini.

Elevato al rango di feudo imperiale, Serravalle passò agli Spinola (1313), quindi ai Visconti (1381), poi agli Adorno (1391), ed infine nuovamente agli Spinola nel 1482, conservandone però la giurisdizione. Compreso nel Ducato di Milano nel 1580, dopo la guerra di Successione Spagnola passò nel 1713 agli Austriaci e nel 1738, con il Tortonese, entrò nei possedimenti dei Savoia. Durante la guerra di Successione Austriaca fu occupato dai Franco-Spagnoli (1745); durante le guerre napoleoniche (1798), fu annesso alla Repubblica Ligure. I Francesi, conquistata Serravalle dopo la battaglia di Marengo, vi fecero demolire il castello. Nel 1815, in seguito al Congresso di Vienna, Serravalle Scrivia ritornò ai Savoia.

Serravalle è importante nodo stradale tra la pianura padana e il mar Ligure. Nell'ottobre 1935 venne inaugurata la Camionale Genova-Serravalle[2], che divenne la via più rapida per collegare la città ligure e il mare con Milano e con Torino. L'arteria, ora parte dell'Autostrada A7, è ancora oggi indicata con il nome originario di camionale, ad indicare la funzione soprattutto commerciale che subito assunse la nuova strada.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Area Archeologica di Libarna[modifica | modifica wikitesto]

Collegiata dei Ss. Martino e Stefano[modifica | modifica wikitesto]

Citata per la prima volta nel 1228, la chiesa già di S, Martino, assunse la denominazione attuale nel 1239 papa Gregorio IX la unì alla pieve di S. Stefano di Linverno. Originariamente dotata di un portico, la chiesa assunse la forma attuale a seguito dei lavori del 1572. L'attuale facciata, in travertino, risale al 1939, mentre le decorazioni interne, del 1911, sono opera di Luigi Gainotti e di Rodolfo Gambini. All'interno, fonte battesimale a vasca quadrangolare in marmo, risalente al 1486; la Beata Vergine del Rosario (1607), opera del pittore serravallese Bernardo Montessoro; il Martirio di S. Stefano, attribuito a Giovanni Andrea Carlone (seconda metà del XVII secolo);la cappella della Madonna Addolorata, dotato di un altare di fine '600, in marmi policromi intarsiati e contenente un gruppo ligneo ottocentesco raffigurante la Madonna attorniata da quattro angeli.

L'organo custodito nella collegiata fu realizzato nel 1834 dai maestri organari Serassi.

Oratorio dei Bianchi[modifica | modifica wikitesto]

L'oratorio dei Disciplinati dell'Assunta e della S. Croce, detto dei "Bianchi" per il colore delle vesti dei confratelli, è databile tra il XIII e il XIV secolo. Al suo interno conserva un gruppo ligneo raffigurante la Deposizione di Cristo, complesso composto da 8 figure dotate di forza espressiva nei volti e nei gesti. Il gonfalone dell'Assunta è opera di Nicolò Barabino.

Oratorio dei Rossi[modifica | modifica wikitesto]

La Confraternita di San Giovanni Battista e della Santissima Trinità fu fondata nel 1532 ed era dedita all'assistenza dei pellegrini e dei carcerati. L'oratorio risale invece al 1727, in sostituzione del più antico situato, forse, in prossimità del castello. Tipico esempio di barocchetto genovese, presenta un notevole portale di ingresso caratterizzato da due grandi colonne di ordine dorico, provenienti da Libarna.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
9 febbraio 1988 27 maggio 1989 Giorgio Gennaro Democrazia Cristiana Sindaco [3]
18 luglio 1989 16 aprile 1992 Giorgio Gennaro Democrazia Cristiana Sindaco [3]
25 maggio 1992 13 giugno 1994 Antonio Molinari Partito Democratico della Sinistra Sindaco [3]
14 giugno 1994 25 maggio 1998 Antonio Molinari Partito Democratico della Sinistra Sindaco [3]
25 maggio 1998 28 maggio 2002 Antonio Molinari lista civica Sindaco [3]
28 maggio 2002 29 maggio 2007 Emanuele Dazzi lista civica Sindaco [3]
29 maggio 2007 7 maggio 2012 Antonio Molinari lista civica Sindaco [3]
7 maggio 2012 in carica Alberto Carbone lista civica: Serravalle nuova Sindaco [3]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Etni e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Gli stranieri residenti nel comune sono 1.163, ovvero il 18,0% della popolazione. Di seguito sono riportati i gruppi più consistenti[5]:

  1. Marocco, 397
  2. Romania, 267
  3. Albania, 150
  4. Ecuador, 74
  5. Sri Lanka, 53
  6. India, 43
  7. Cina, 25
  8. Ucraina, 23

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

A due chilometri a sud dell'abitato, in direzione Genova, sorge l'area archeologica di Libarna, città romana collocata sulla antica via Postumia. In giugno vi si svolge il concerto del solstizio di mezza estate. All'interno dell'edificio sede dell'Amministrazione Comunale, è possibile visitare una piccola ma significativa esposizione di reperti archeologici provenienti degli scavi della città romana.

Persone legate a Serravalle Scrivia[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Storie del Novecento concorso letterario nazionale che coniuga il rapporto fra storia e letteratura (Prima edizione nel 2001)
  • Il comune è stato scelto come sede di partenza della 11ª tappa del Giro d'Italia 2007 (Serravalle Scrivia-Pinerolo, 198 km)
  • San Martino, 11 novembre - festa del Santo patrono, con bancarelle lungo le vie del paese e luna park.
  • Terza domenica di settembre - festa patronale della Madonna Addolorata con processione e bancarelle di artigianato nella via del centro storico
  • 15 agosto - alla sera, Processione dell'Assunta (Oratorio dei Bianchi)

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Il Serravalle Designer Outlet[modifica | modifica wikitesto]

Serravalle è da qualche anno conosciuta anche per la presenza dell'outlet più grande d'Europa[6], che conta 180 negozi di grandi firme. È collegato con appositi bus a Milano, Genova e Torino. Dal 27 luglio 2009, sempre accanto all'outlet, è stato inaugurato il Ferrari Store, grande costruzione in cristallo, dove si possono acquistare prodotti della nota casa di Maranello. Di fronte all'outlet, è operante il "Retail Park" con grandi negozi di merceologia varia, compreso l'ipermercato della catena "Iper" ed accanto si trova il "Palabingo", una moderna struttura per gli appassionati del gioco.

L'outlet di Serravalle Scrivia

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 settembre 2014.
  2. ^ (EN) The Camionale Genoa-Serravalle for Lorry Traffic nature, 136, 62-62, 1935
  3. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  5. ^ Bilancio Demografico e popolazione residente straniera al 31 dicembre 2010 per sesso e cittadinanza, ISTAT. URL consultato il 24 dicembre 2012.
  6. ^ Piemonte il più grande d'Europa

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242769485
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte