Vignale Monferrato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vignale Monferrato
comune
Vignale Monferrato – Stemma Vignale Monferrato – Bandiera
Vignale Monferrato – Veduta
Panorama
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
ProvinciaProvincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
SindacoErnesta Corona (Grande Vignale sempre) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate45°00′44″N 8°23′50″E / 45.012222°N 8.397222°E45.012222; 8.397222 (Vignale Monferrato)
Altitudine308 m s.l.m.
Superficie18,73 km²
Abitanti958[1] (30-11-2019)
Densità51,15 ab./km²
FrazioniFons Salera, Molignano, San Lorenzo
Comuni confinantiAltavilla Monferrato, Camagna Monferrato, Casorzo Monferrato (AT), Frassinello Monferrato, Fubine Monferrato, Lu e Cuccaro Monferrato, Olivola
Altre informazioni
Cod. postale15049
Prefisso0142
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT006179
Cod. catastaleL881
TargaAL
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 741 GG[3]
Nome abitantivignalesi
Patronosan Bartolomeo
Giorno festivo24 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vignale Monferrato
Vignale Monferrato
Vignale Monferrato – Mappa
Mappa del comune di Vignale Monferrato all'interno della provincia di Alessandria
Sito istituzionale

Vignale Monferrato (Avgnà in piemontese) è un comune italiano di 958 abitanti della provincia di Alessandria in Piemonte, situato sulle colline del Monferrato sulla sinistra del torrente Grana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Citato in un diploma del Barbarossa del 1164, fu feudo degli Aleramici di Monferrato, che vi edificarono un castello. Passò quindi ai Paleologi, che ne ampliarono le fortificazioni e promossero la costruzione del complesso dei Servi di Maria (XV secolo). Fu infine feudo dei conti Callori, che ne mantennero il possesso fino all'Ottocento.

Oggetto di scontri e devastazioni durante le guerre di Successione del Monferrato, fu sconvolto anche da un'epidemia di peste nel 1691.

Nel 1703 entrò con tutto il Monferrato nei domini di casa Savoia.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Stemma

«D'argento, al tralcio di vite al naturale, sinuoso in palo, munito di cinque minori tralci, dello stesso, il tralcio maggiore fruttato di uno nel punto d'onore, i tre tralci minori posti a destra, il superiore pampinoso di due, il mediano fruttato di uno, l'inferiore fruttato e pampinoso di uno, i due tralci minori posti a sinistra, il superiore fruttato e pampinoso di uno, l'inferiore fruttato di uno, essi grappoli d'uva, di porpora, ed essi pampini, di verde. Ornamenti esteriori da Comune.[4]»

(D.P.R. del 2 febbraio 2001)
Gonfalone

«Drappo partito di bianco e di porpora…[4]»

(D.P.R. del 2 febbraio 2001)
Bandiera

«Drappo trinciato di porpora e di bianco, caricato dello stemma comunale.[5]»

(D.P.R. del 25 marzo 2009)

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Bartolomeo Apostolo è un imponente edificio costruito nel Settecento-Ottocento, ha una facciata monumentale con un imponente pronao classicheggiante. Il piazzale a occidente consente una magnifica veduta sulle colline del Monferrato. All'interno si conservano affreschi di Luigi Morgari e un crocifisso del XVI secolo.

Palazzo Callori, residenza dei signori di Vignale, fu costruito nel XV secolo e venne ampliato nel XVIII. Ha un'imponente scalinata che lo congiunge con il giardino sottostante. È sede dell'Enoteca Regionale del Monferrato e fa parte del circuito dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Il comune ha perso i due terzi della popolazione residente in cento anni, a partire dall'anno 1911. Attualmente i colombiani residenti a Vignale Monferrato sono 18, quasi tutti legati da vincoli di parentela e giunti dalla Colombia grazie a don Pier Luigi Acuto, parroco della chiesa di San Bartolomeo.

Abitanti censiti[6]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

A Vignale, si svolgeva ogni anno un significativo appuntamento culturale denominato "Vignale Danza": una manifestazione estiva nel corso della quale si esibiscono compagnie di ballo provenienti da tutto il mondo. Dall'estate 2015 viene organizzato il Vignale Monferrato Festival[7]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1888 e il 1935 la località era servita da una stazione posta lungo la tranvia Altavilla-Casale Monferrato.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
4 giugno 1985 22 maggio 1990 Luigi Quartero Democrazia Cristiana Sindaco [8]
22 maggio 1990 5 novembre 1991 Vittorio Spada Partito Comunista Italiano Sindaco [8]
13 novembre 1991 24 aprile 1995 Paolo Ruschena Partito Comunista Italiano Sindaco [8]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Paolo Ruschena sinistra Sindaco [8]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Paolo Ruschena lista civica Sindaco [8]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Ernesta Corona lista civica Grande Vignale Sindaco [8]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Ernesta Corona lista civica Grande Vignale Sindaco [8]
26 maggio 2014 26 maggio 2019 Franco Ferrari lista civica Progetto Vignale Sindaco [8]
26 maggio 2019 in carica Ernesta Corona lista civica Grande Vignale sempre Sindaco [8]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ a b Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) di concessione – 02/04/2001 (PDF), su araldicacivica.it. URL consultato il 3 novembre 2021.
  5. ^ Vignale Monferrato (Alessandria) D.P.R. 25.03.2009 concessione della bandiera, su presidenza.governo.it. URL consultato il 3 novembre 2021.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Copia archiviata, su piemontedalvivo.it. URL consultato il 15 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 26 aprile 2016).
  8. ^ a b c d e f g h i http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN263502165 · LCCN (ENn2011085981
  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte