Vignale Monferrato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vignale Monferrato
comune
Vignale Monferrato – Stemma Vignale Monferrato – Bandiera
Vignale Monferrato – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Provincia Provincia di Alessandria-Stemma.png Alessandria
Amministrazione
Sindaco Franco Ferrari (lista civica) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 45°00′44″N 8°23′50″E / 45.012222°N 8.397222°E45.012222; 8.397222 (Vignale Monferrato)Coordinate: 45°00′44″N 8°23′50″E / 45.012222°N 8.397222°E45.012222; 8.397222 (Vignale Monferrato)
Altitudine 370 m s.l.m.
Superficie 18,73 km²
Abitanti 1 084[1] (31-12-2010)
Densità 57,88 ab./km²
Frazioni Fons Salera, Molignano, San Lorenzo
Comuni confinanti Altavilla Monferrato, Camagna Monferrato, Casorzo (AT), Cuccaro Monferrato, Frassinello Monferrato, Fubine, Olivola
Altre informazioni
Cod. postale 15049
Prefisso 0142
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 006179
Cod. catastale L881
Targa AL
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti vignalesi
Patrono san Bartolomeo
Giorno festivo 24 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vignale Monferrato
Vignale Monferrato
Sito istituzionale

Vignale Monferrato (Vignà in piemontese) è un comune italiano della provincia di Alessandria, in Piemonte, situato sulle colline del Monferrato sulla sinistra del torrente Grana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Citato in un diploma del Barbarossa del 1164, fu feudo degli Aleramici di Monferrato, che vi edificarono un castello. Passò quindi ai Paleologi, che ne ampliarono le fortificazioni e promossero la costruzione del complesso dei Servi di Maria (XV secolo). Fu infine feudo dei conti Callori, che ne mantennero il possesso fino all'Ottocento. Oggetto di scontri e devastazioni durante le guerre di Successione del Monferrato, fu sconvolto anche da un'epidemia di peste nel 1691.

Nel 1703 entrò con tutto il Monferrato nei domini di casa Savoia.

Persone legate a Vignale Monferrato[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
4 giugno 1985 22 maggio 1990 Luigi Quartero Democrazia Cristiana Sindaco [2]
22 maggio 1990 5 novembre 1991 Vittorio Spada Partito Comunista Italiano Sindaco [2]
13 novembre 1991 24 aprile 1995 Paolo Ruschena Partito Comunista Italiano Sindaco [2]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Paolo Ruschena sinistra Sindaco [2]
14 giugno 1999 14 giugno 2004 Paolo Ruschena lista civica Sindaco [2]
14 giugno 2004 8 giugno 2009 Ernesta Corona lista civica Sindaco [2]
8 giugno 2009 26 maggio 2014 Ernesta Corona lista civica: grande grande vignale Sindaco [2]
26 maggio 2014 in carica Franco Ferrari Sindaco [2]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Fra il 1888 e il 1935 la località era servita da una stazione posta lungo la tranvia Altavilla-Casale Monferrato.

Altro[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Bartolomeo è un imponente edificio costruito nel Settecento-Ottocento, ha una facciata monumentale con un imponente pronao classicheggiante. Il piazzale a occidente consente una magnifica veduta sulle colline del Monferrato. All'interno si conservano affreschi di Luigi Morgari e un crocifisso del XVI secolo.

Palazzo Callori, residenza dei signori di Vignale, fu costruito nel XV secolo e venne ampliato nel XVIII. Ha un'imponente scalinata che congiunge con il giardino sottostante. È sede dell'Enoteca Regionale del Monferrato e fa parte del circuito dei "Castelli Aperti" del Basso Piemonte.

A Vignale, si svolge ogni anno un significativo appuntamento culturale denominato "Vignale Danza": una manifestazione estiva nel corso della quale si esibiscono compagnie di ballo provenienti da tutto il mondo.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN220726554
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte