Luigi Morgari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Luigi Morgari

Luigi Morgari (Torino, 1º gennaio 1857Torino, 1º gennaio 1935) è stato un pittore italiano.

Era figlio del pittore torinese Paolo Emilio Morgari e della pittrice Clementina Lomazzi (Guastalla 1819 – Torino 1897).[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Morgari, Sacro Cuore di Gesù. Santa Maria del Carmine, Milano.

Fu allievo di Enrico Gamba e Andrea Gastaldi all'Accademia Albertina. Collaborò per lungo tempo con il padre Paolo Emilio e lo zio Rodolfo alle "arti decorative", attività caratteristica della famiglia Morgari. Si dedicò a composizioni di soggetto profano e religioso; fu anche accurato verista e buon colorista. Si affermò alle esposizioni di Torino, Milano, Firenze e Roma.[2]

Fu soprattutto un affrescatore ed ha lasciato numerosi dipinti nei santuari di Bussana e di Rho, nella cattedrale di Alessandria, nella chiesa di San Gioacchino[3] a Torino, nella chiesa di San Michele Arcangelo a Olevano di Lomellina (Pavia), nei palazzi della famiglia Quartana a Genova a San Luca d'Albaro e nella chiesa di San Siro a Lomazzo (CO), in seguito riprodotti anche a Tirano (SO). Nel 1919, affrescò la chiesa parrocchiale della SS. Trinità e San Bassiano a Gradella, frazione di Pandino, (diocesi di Lodi, provincia di Cremona) con un ciclo dedicato a San Bassiano, il primo vescovo della diocesi lodigiana. Ragguardevoli anche le formelle di santi ed evangelisti e le due cappelle laterali, una dedicata a Sant'Eurosia e l'altra alla Madonna del Rosario.
Nel periodo 1922-23 affrescò la parrocchiale di Cortazzone con un San Secondo a cavallo e sulla volta San Siro benedicente il paese. Tra tutti i suoi interventi spiccano gli affreschi della basilica romana minore di San Nicolò a Lecco realizzati tra il 1925 e il 1928. Tra le tele si ricorda il San Giuseppe Cottolengo in Sant'Andrea a Bra.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

In Lombardia[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Morgari, La Lotta di San Michele contro i demoni. Chiesa di San Michele Arcangelo, Olevano di Lomellina.
Nella Basilica romana minore prevositurale di San Nicolò:
  • Cupola: Gloria della Madonna del Rosario e battaglia di Lepanto
    • atrio: calotta centrale e pennacchi
    • 8 calotte delle navate laterali
    • Lezzeno. Santuario Madonna delle lacrime. Nella volta l'Assunta,in quella centrale l'adorazione dei Magi, la presentazione al tempio e la deposizione; alle pareti le nozze di Cana, la discesa dello Spirito Santo.
  • Meda
Nel Santuario del Santo Crocifisso:
    • volta della navata centrale: la natività di Maria, la redenzione dell'umanità,
    • ai lati del presbiterio: l'ultima cena e la crocifissione
    • volta del presbiterio: l'esaltazione della Croce
  • Milano
Nella chiesa di San Gregorio Magno, dipinti dei primi anni venti del Novecento:
    • Trittico con al centro la Crocefissione, a destra la resurrezione dei morti, a sinistra la redenzione delle anime del purgatorio (arco trionfale sopra l'Altare Maggiore)
    • Trittico dipinto su marmo con al centro la resurrezione di Cristo, a sinistra Santa Felicita Martire, a destra Santa Giovanna d'Arco in armatura (altare in cripta)
    • Decorazioni della cripta della chiesa
Nella chiesa di Santa Francesca Romana, dipinti dei primi anni venti del Novecento:
    • S. Francesca Romana distribuisce il pane ai poveri, del 1923 (testata sinistra del transetto)
    • la Comunione di Santa Rosalia
    • L'apparizione della Vergine a Santa Margherita (1920)
Nella chiesa di San Babila, affreschi:
    • La Moltiplicazione dei Pani e dei Pesci
    • La cena di Emmaus
    • Le nozze di Cana
  • Missaglia
    • Nella Basilica di San Vittore: ciclo di affreschi sulle volte.
  • Monza
    • Chiesa delle Sacramentine. La cena di Emmaus, Le nozze di Cana, La moltiplicazione dei pani.
    • Santa Maria al Carrobiolo. Decora la Cappella dell'Addolorata (trasformando la Cappella già risalente al 1649) dipingendovi La Gloria dei Barnabiti e la Gloria degli Angeli e decora le navatelle (1926).
  • Olevano di Lomellina
    • Chiesa di San Michele Arcangelo. Decora la volta della parrocchiale con un ampio affresco raffigurante la Lotta di San Michele contro le forze maligne (1897).
  • Olgiate Comasco
    • ciclo di affreschi nella chiesa parrocchiale dei Santi Ippolito e Cassiano (nella cupola ha collaborato Paolo Emilio Morgari) (1922)
    • affreschi nella Villa Peduzzi
    • affreschi nella cappellina e nel cortile del "Medio Evo" (1921)
  • Nova Milanese.
    • chiesa parrocchiale. via crucis su rame
  • Novedrate (Como)
  • Vighizzolo (Cantù).
    • Chiesa parrocchiale. Affreschi rappresentanti la via crucis
    • Tre affreschi firmati e datati nella chiesa parrocchiale: La Samaritana al pozzo, La parabola della pecora smarrita, Il battesimo di Gesù
  • Suisio
    • ciclo di affreschi nella chiesa di S. Andrea Apostolo, (1910-1913)
  • Morazzone
  • Tradate
    • Cimitero di Abbiate Guazzone. Cappella dei sacerdoti defunti. Affresco "Compianto sul Cristo morto" firmato e datato 1891. Commissionato da Teodolinda Galvalisi.
  • Luigi Morgari. Compianto Sul Cristo morto.

  • Vertova
    • Chiesa di santa Maria Assunta
  • Cassano Magnago
    • Chiesa parrocchiale S.Maria del Cerro. Ciclo di 21 affreschi, molti dei quali con firma autografa, eseguiti tra il 1895 e il 1905, lungo le pareti, le volte, la grande cupola e l'abside della chiesa.

In Piemonte[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Morgari, La Beata Panattieri. San Domenico, Trino.
  • Torino
    • Santuario-Basilica della Consolata (via Maria Adelaide), dipinge la Visione di Re Arduino, collocata in testa alla balconata sulla Cappella delle Grazie (1904)
  • Belgirate
    • Parrocchiale Purificazione di Maria Vergine e San Carlo: diversi dipinti sulla volta e sulle pareti delle cappelle.
  • Magognino
    • Chiesa parrocchiale di Sant'Albino.
  • Fontanile
    • Chiesa di San Giovanni Battista: ciclo di affreschi sulle volte e nel presbiterio.
  • Mondovì
    • Chiesa dei SS. Pietro e Paolo a Mondovì Breo: affresco eseguito sulla facciata barocca
  • San Damiano d'Asti
    • Parrocchiale dei SS. Cosma e Damiano (Piazza Santi Cosma e Damiano) chiesa barocca all'interno della quale Luigi Morgari esegue un ciclo di affreschi. Qui si trova anche una sua Via Crucis su rame.
  • Frabosa Soprana
    • Chiesa parrocchiale San Giovanni Battista: quattro affreschi su volta navata con ciclo vita del Santo (1911-1912), uno rifatto dal figlio Carlo su cartoni orig. per crollo soffitto (1941). Sul catino del presbiterio affresco con apoteosi del Battista invocante benedizione al paese. Altri due affreschi ai lati altare: Ultima Cena e morte San Giuseppe, e altre opere minori nei rosoni e cappelle laterali.
  • Gremiasco
    • Parrocchiale della Natività della Vergine: Morgari dipinge l'Annunciazione (1896)
  • Busca
    • Convento dei Cappuccini: decorazione (1926) di tipo particolare di affresco (encausto, sperimentazione-ricerca per recuperare l'antica tecnica dell'encausto)
  • Novi Ligure
    • Chiesa Parrocchiale di San Nicolò, lati del presbiterio, due affreschi: Gesù tra i fanciulli e La cena di Emmaus.[4]
  • Solcio di Lesa
    • Affresco della Crocefissione (1922) nella Chiesa di S.Rocco.
    • Affresco (1924) eseguito su di una parete interna della Villa Cavallini raffigurante fanciulle in uno scorcio del giardino e del paesaggio circostante.[5]
  • Sant'Ambrogio di Torino
  • Vinovo
    • Quadri delle Quattro stagioni, sala delle stagioni del castello dei signori "Della Rovere"
  • Sommariva del Bosco
    • Chiesa parrocchiale dei SS Giacomo e Filippo. Ciclo pittorico comprendente Re Davide, S. Giovani Battista, i santi titolari Giacomo e Filippo, i dodici apostoli, i quattro evangelisti, la gloria del cielo con la SS Trinità
  • Cortazzone
    • Chiesa parrocchiale di San Secondo, Affresco di San Secondo a Cavallo, Lunetta sulla volta ritraente San Siro benedicente il paese di Cortazzone. Fra gli angioletti, fa spicco uno senza ali, in realtà ritratto di Guglielmo Alessio all'età di due anni. Il fanciullo in seguito divenuto sacerdote diverrà 38 anni dopo titolare di quella parrocchia, dove resterà fino alla sua tragica morte trent'anni dopo.
  • Villa San Secondo
  • Chiesa parrocchiale. Affresco della " Cena di Emmaus" , della "Deposizione"
  • Castagnole Piemonte, 4 affreschi lati del presbiterio

In Liguria[modifica | modifica wikitesto]

In Turchia[modifica | modifica wikitesto]

  • Smirne
    • Chiesa del S. Rosario di Alsancak (Katolik Kilisesi): nell'abside notevole pittura su tela rappresentante la Madonna del Rosario. Il quadro fu portato in Turchia nel 1904.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clementina Morgari Lomazzi, su popflock.com. URL consultato il 30 aprile 2018.
  2. ^ Luigi Morgari, su parrocchiadibelgirate.it. URL consultato il 30 aprile 2018.
  3. ^ Studio d’Arte e Restauro Gabbantichità, Cesare Saccaggi (PDF), pp. 51.
  4. ^ Storia della chiesa parrocchiale del sito della Diocesi di Tortona
  5. ^ Fanciulle danzanti

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96329931 · ULAN (EN500089216