L'ultima parola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'ultima parola
Logo del programma L'ultima parola
Anno 2010 - 2013
Genere Approfondimento politico
Produttore Michele Ercelli
Presentatore Gianluigi Paragone
Regia Rinaldo Gaspari
Rete Rai 2
Sito web www.lultimaparola.rai.it

L'ultima parola è stato un programma televisivo condotto dal giornalista Gianluigi Paragone e trasmesso su Rai 2 in seconda serata il venerdì a partire dal 15 gennaio 2010 fino al 14 luglio 2013.

Il programma nasce da un'idea di Gianluigi Paragone e del produttore Michele Ercelli, come rubrica televisiva di approfondimento delle tematiche politiche, prendendo il posto della trasmissione L'era glaciale di Daria Bignardi. Il programma è a cura di Alberta Bargilli e gli autori sono Gianluigi Paragone, Sergio Bertolini, Francesco Borgonovo, Paola Bulbarelli e Andrea Ruggeri.

La prima edizione prende il via venerdì 15 gennaio 2010 segnando nella sua serata inaugurale uno share del 5,98%[1], migliorando via via in termini d'ascolto fino a raggiunge picchi superiori al 10% in più di una puntata.[senza fonte]

Il 2 marzo 2010 a seguito del provvedimento del Consiglio di amministrazione della RAI[2], che sospendeva tutti i talk-show della televisione pubblica lungo tutto il periodo elettorale, tra questi Annozero, Ballarò e Porta a Porta, il programma chiude temporaneamente le trasmissioni fino al 2 aprile. Nella puntata del 16 aprile 2010 ci fu una lite tra l'onorevole Italo Bocchino e Maurizio Lupi[3], entrambi esponenti di spicco del Popolo delle Libertà ma di diverse correnti.

La seconda edizione del programma prende il via venerdì 17 settembre 2010. Si amplia la squadra degli inviati divisi tra la redazione di Milano e quella di Roma: Giulia Cazzaniga, Stefania Cioce, Giuseppe Ciulla, Giorgia Fargion, Silvia Giacometti, Alessio Lasta, Monica Raucci, Vittorio Romano. Agli autori della prima stagione si aggrega Giommaria Monti. Alla trasmissione si aggiunge anche uno spazio di dialogo e di anteprima dei temi della puntata pensato per il web e trasmesso sul sito del programma ogni venerdì alle 16.15. Condotto da Giulia Cazzaniga, fornisce anticipazioni sulla puntata e apre spazi di discussione con gruppi di utenti internet che possono interagire in tempo reale.

Nella puntata del 3 dicembre 2010 la trasmissione ospita Aldo Busi dopo la censura nei suoi confronti da parte della Rai per aver espresso le proprie opinioni sul Papa all'Isola dei famosi[4]. La puntata del 16 settembre 2011 andrà in onda in prima serata come speciale. Nella puntata del 30 settembre 2011 Paragone suona con la chitarra e canta, insieme al pubblico, la canzone Dio è morto di Francesco Guccini. Nella puntata del 14 gennaio 2011 in occasione del referendum di Mirafiori la trasmissione va in onda in diretta facendo registrare il record di ascolti, con 1.053.000 telespettatori e uno share del 14,33%.[senza fonte] Il 28 gennaio 2011 la trasmissione segna un nuovo record di ascolti con 1.145.000 e uno share al 15.19%.[senza fonte]

Puntate[modifica | modifica wikitesto]

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

  1. Ingiustizie italiane - 15/01/2010 (Ascolti 556.000, share al 5,98%)
  2. Non è un paese per neri? - 22/01/2010 (share al 5,69%)
  3. Sinistra, come sei caduta in basso - 29/01/2010 (Ascolti 628.000, share al 7,45%)
  4. Il mistero Di Pietro - 05/02/2010 (Ascolti 646.000, share al 6,92%)
  5. Chiacchiere - 12/02/2010 (Ascolti 916.000, share al 10,81%)
  6. Ghetti d’Italia - 19/02/2010 (Ascolti 645.000, share al 7,69%)
  7. Italie - 02/04/2010 (Ascolti 987.000, share al 9,64%)
  8. Sud, chiagne e.... - 09/04/2010 (Ascolti 816.000, share al 7,67%)
  9. Fini se ne va? - 16/04/2010 (Ascolti 1.041.000, share al 10,46%)
  10. La spina nel fianco - 23/04/2010 (Ascolti 1.115.000, share al 10,54%)
  11. Tragedia Greca - 30/04/2010 (Ascolti 645.000, share al 7,69%)
  12. Casa dolce Casa - 07/05/2010 (Ascolti 528.000, share al 6,12%)
  13. Mattonate - 14/05/2010 (Ascolti 730.000, share all'8,36%)
  14. Parolai - 21/05/2010 (Ascolti 750.000, share all'8,43%)
  15. La dieta di Giulio - 28/05/2010 (Ascolti 627.000, share 8,70%)
  16. Italietta - 04/06/2010 (Ascolti 904.000, share al 10,58%)

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

  1. Infamie - 17/09/2010 (Ascolti 881.000, share al 10,28%)
  2. L'odio - 24/09/2010 (Ascolti 870.000, share al 9,53%)
  3. Parole di fuoco - 01/10/2010 (Ascolti 772.000, share all'8,63%)
  4. Massacrate - 08/10/2010 (Ascolti 863.000, share al 9,97%)
  5. DeGenerazione Italia - 15/10/2010 (Ascolti 1.250.000, share all'8,98%)
  6. Sarah l'ultimo strazio - 22/10/2010 (Ascolti 769.000, share al 10,64%)
  7. Spazzatura - 29/10/2010 (Ascolti 859.000, share al 12,03%)
  8. Silvio c'è? - 05/11/2010 (Ascolti 571.000, share all'8,68%)
  9. L'acqua alla gola - 12/11/2010 (Ascolti 723.000, share al 9,20%)
  10. La Lega nel mirino - 19/11/2010 (Ascolti 596.000, share al 7,40%)
  11. Guerriglia - 26/11/2010 (Ascolti 758.000, share al 10,40%)
  12. Tetti d'ascolto - 03/12/2010 (Ascolti 598.000, share all'8,21%)
  13. La mafia che non esiste - 10/12/2010 (Ascolti 665.000, share al 10,28%)
  14. Pirro sarà lei - 17/12/2010 (Ascolti 890.000, share al 5.88%)
  15. Fiat, il giorno della verità - 14/01/2011 (Ascolti 1.053.000, share 14,33%)
  16. Invito a scomparire - 21/01/2011 (Ascolti 1.036.000, share all'11,64%)
  17. Telefono casa - 28/01/2011 (Ascolti 1.145.000, share al 15,19%)
  18. 1X2 - 04/02/2011 (Ascolti 983.000, share al 12,86%)
  19. Moralisti all'attacco - 11/02/2011 (Ascolti 986.000, share al 12,59%)
  20. Fuga da casa - 18/02/2011 (Ascolti 584.000, share al 6,42%)
  21. Sabbie mobili - 25/02/2011 (Ascolti 782.000, share all'11,32%)
  22. Il colore della giustizia - 04/03/2011 (Ascolti 914.000, share all'11,99%)
  23. Pezzi d'Italia - 11/03/2011 (ascolti 466.000, share al 6,26%)
  24. L'ora di Gheddafi - 18/03/2011 (ascolti 603.000, share al 7,68%)
  25. Senza pace - 25/03/2011 (ascolti 681.000, share al 10,13%)
  26. Fora di ball - 01/04/2011 (ascolti 754.000, share al 9,61%)
  27. Alto mare - 08/04/2011 (ascolti 538.000, share al 7,68%)
  28. Berlusconi lascia o raddoppia? - 15/04/2011 (ascolti 581.000, share al 9,41%)
  29. Vite precarie - 22/04/2011 (ascolti 719.000, share all'11%)
  30. Le ultime bombe di Silvio - 29/04/2011 (ascolti 645.000, share al 7,95%)
  31. Voto politico - 13/05/2011 (ascolti 941.000, share al 5,73%)
  32. La sberla - 20/05/2011 (ascolti 472.000, share al 7,05%)
  33. L'ultima parola - 27/05/2011 (ascolti 1.021.000, share al 5,81%)

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

  1. L'Italia s'è rotta - 16/09/2011 (ascolti 1.578.000, share al 6,98%)*
  2. Tana liberi tutti - 23/09/2011 (ascolti 721.000, share del 10,49%).
  3. Se le cantano e se le suonano - 30/09/2011 (ascolti 756.000, share del 10,50%)
  4. Politici, ora basta! - 07/10/2011 (ascolti 677.000, share del 9,59%)
  5. Rivoluzione - 14/10/2011
  6. Buonanotte all'Italia - 21/10/2011 (ascolti 768.000, share del 10,23%)
  7. Frana tutto - 28/10/2011 (ascolti 846.000, share al 10,97%)
  8. "Il digestivo, poi il conto" - 04/11/2011 (ascolti 876.000, share al 9,46%)
  9. Il lungo addio - 11/11/2011 (ascolti 962.000, share al 12,28%)
  10. La Repubblica delle banche - 18/11/2011 (ascolti 748.000, share all'8,97)
  11. L'arroganza del potere - 25/11/2011 (ascolti 822.000, share al 9,39%)
  12. Si salvi chi può - 02/12/2011
  13. Far finta di essere sani - 09/12/2011 (ascolti 822.000, share al 10,60%)
  14. La partita truccata - 13/01/2012 (ascolti 815.000, share al 10,77%)
  15. L'Italia degli inchini - 20/01/2012 (ascolti 693.000, share all'8,06%)
  16. L'Italia avvelenata - 27/01/2012 (ascolti 850.000, share al 9,76%)
  17. La monotonia - 04/02/2012 (ascolti 655.000, share al 7,55%)
  18. Tu vuo' fa' l'americano - 10/02/2012 (ascolti 821.000, share al 9,17%)
  19. Mani pulite, venti anni dopo - 17/02/2012 (ascolti 492.000, share al 5,97%)
  20. Cento di questi Monti - 24/02/2012 (ascolti 723.000, share all'8,97%)
  21. Tremitalia - 02/03/2012 (ascolti 870.000, share al 10,98%)
  22. La rabbia - 09/03/2012 (ascolti 805.000, share al 10,83%)
  23. A muso duro - 16/03/2012 (ascolti 738.000, share al 10,79%)
  24. La sfida - 23/03/2012 (ascolti 800.000, share all'11,20%)
  25. Cazzotti - 30/03/2012 (share all'11,08%)
  26. Soldi facili - 06/04/2012 (ascolti 1.164.000, share al 15,13%)
  27. Figli di... - 13/04/2012 (ascolti 865.000, share al 10,59%)
  28. Tutti contro tutti - 20/04/2012
  29. La resistenza delle imprese - 27/04/2012 (share all'11,85%)
  30. La guerra dei disperati - 04/05/2012 (ascolti 996.000, share al 12,96%)
  31. Boom boom boom - 11/05/2012
  32. Svalutation - 18/05/2012 (share al 10,11%)
  33. Cose pazzesche - 25/05/2012 (ascolti 969.000, share al 13,51%)
  34. Tutto trema - 01/06/2012 (ascolti 939.000, share al 13,12%)

*NOTA: puntata speciale, andata in onda in prima serata

L'autunno che verrà[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di luglio Rai 2 manda in onda due puntate speciali vista la situazione economica e politica del paese. Le due puntate speciali saranno inserite all'interno del ciclo "L'autunno che verrà".

  1. L'anno che verrà - 13/07/2012 (ascolti 465.000, share al 6,31%)
  2. Poveri noi - 20/07/2012 (ascolti 673.000, share al 9,01%)

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

La quarta stagione sarà caratterizzata dal periodo politico che l'Italia si appresta ad affrontare, e il talk show collezionerà ottimi risultati in seconda serata, tanto da spingere la dirigenza di Rai 2 (Pasquale D'Alessandro prima, Angelo Teodoli poi) a voler portare il programma in prima serata anche se il direttore generale Luigi Gubitosi ha sempre bocciato la promozione. Con Teodoli il programma anticiperà la messa in onda alle 23.

Il 1º marzo vista la settimana post-elettorale il direttore di Rai 2 Angelo Teodoli manderà in prima serata la puntata de L'ultima parola totalizzando un risultato superiore ai due milioni di telespettatori, risultato superiore a quello dei telefilm.

  1. Lei non sa chi sono io - 14/09/2012 (ascolti 620.000, share all'8,52%)
  2. Bugiardi e spreconi - 22/09/2012 (ascolti 650.000, share al 10,06%)
  3. Forchette e forconi - 28/09/2012 (ascolti 783.000, share all'11,36%)
  4. Loro rubano... e Monti gode - 06/10/2012 (ascolti 928.000, share al 13,01)
  5. Moriremo montiani - 12/10/2012 (ascolti 1.008.000, share al 14,22%)
  6. Rottamatti - 19/10/2012 (ascolti 844.000, share all'11,33%)
  7. L'impero invisibile - 26/10/2012 (ascolti 1.049.000, share al 14,15%)
  8. Rappresaglie - 02/11/2012 (ascolti 628.000, share al 7,48%)
  9.  ??????? - 09/11/2012 (ascolti 676.000, share al 10,16%)
  10. NO! - 16/11/2012 (ascolti 700.000, share al 7,85%)
  11. Qualunquismo fiscale - 23/11/2012 (ascolti 750.000, share al 10,31%)
  12. Aria di rivoluzione - 30/11/2012 (ascolti 851.000, share al 9,52%)
  13. Smontato - 07/12/2012 (ascolti 895.000, share all'11,95%)
  14. Cavoletti di Bruxelles - 14/12/2012 (ascolti 1.084.000, share al 12,15%)
  15. Il ritorno del caimano - 11/01/2013 (ascolti 943.000, share all'11,49%)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ascolti Tv di venerdì 15 gennaio 2010.
  2. ^ Cda Rai: "Tutti i talk show sospesi fino al voto" Garimberti: "Contrariato". Conduttori in rivolta.
  3. ^ Berlusconi: "Fini? Il governo va avanti" In tv lite furibonda tra Bocchino e Lupi.
  4. ^ Busi torna in tv da Paragone

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione