La gabbia (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La gabbia
Logo del programma
Anno 2013 - in corso
Genere Politica, attualità
Edizioni 4
Puntate 148 (al 22 marzo 2017)
Durata 180 minuti
Produttore LA7 S.r.l.
Presentatore Gianluigi Paragone
Regia Rinaldo Gaspari
Rete La7
Sito web www.lagabbia.la7.it

La gabbia è un programma televisivo condotto da Gianluigi Paragone e in onda su La7 in prima serata a partire dall'11 settembre 2013. Dal 21 settembre 2014 il programma era collocato nei palinsesti della domenica. Dalla seconda parte dell'edizione 2014-15, ritorna in onda nei palinsesti del mercoledì.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

Il programma segna l'approdo di Gianluigi Paragone a La7. Nato da un'idea dello stesso Paragone e di Sergio Bertolini, ogni puntata è caratterizzata da un contributo musicale della band del conduttore: Gli Skassakasta. Nel dibattito oltre all'intervento degli ospiti politici, interviene anche il pubblico presente in studio: ne La Gabbia partecipano anche Saverio Raimondo[1] e Paolo Hendel nelle vesti di Carcarlo Pravettoni. Notare che La Gabbia ha sconfitto nell'auditel prima il talk rivale di Rai 2 e poi il nuovo talk di Rete 4 costringendo il primo a cambiare il giorno di programmazione[2] e il secondo addirittura alla chiusura immediata.[3] Il capoprogetto de La Gabbia è Sergio Bertolini, mentre gli autori sono Alessandro Montanari, Giuseppe Ciulla, Stefania Cioce e Francesco Borgonovo.

Edizioni e ascolti[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Inizio Fine Conduzione Telespettatori Share Puntate
11 settembre 2013 2 luglio 2014 Gianluigi Paragone 821.000 3,81% 42
21 settembre 2014 24 giugno 2015 650.000 3,11% 37
9 settembre 2015 3 agosto 2016 719.000 3,31% 44
14 settembre 2016

      Massimo       Minimo

Prima edizione (2013-2014)[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione del programma, in onda ogni mercoledì e condotta in prima serata (fascia oraria 21.10/24.15) su La7 da Gianluigi Paragone, è iniziata l'11 settembre 2013 ed è andata in onda fino al 18 dicembre 2013 in cui si è fermata per la consueta pausa natalizia. Visto il successo auditel (superiore alla media degli ascolti di La7 in quel periodo), La Gabbia proseguirà anche dopo la consueta pausa natalizia: infatti il programma, condotto in prima serata (fascia oraria 21.10/24.15) da Gianluigi Paragone su La7 ogni mercoledì, è tornato in onda dall'8 gennaio 2014 fino al 2 luglio 2014. Dal 2 marzo 2014 La Gabbia viene trasmessa la domenica sera perché il prime time del mercoledì passa a Le invasioni barbariche di Daria Bignardi: dal 16 aprile 2014 La Gabbia ritorna nel prime time del mercoledì. Visto il successo auditel (superiore alla media degli ascolti di La7 in quel periodo), il programma viene riconfermato per una seconda edizione.

Seconda edizione (2014-2015)[modifica | modifica wikitesto]

La seconda edizione, in onda ogni domenica e condotta in prima serata (fascia oraria 21.10/24.15) su La7 da Gianluigi Paragone, è iniziata il 21 settembre 2014[4] andando in onda fino al 21 dicembre 2014 in cui si è fermata per la consueta pausa natalizia. Malgrado gli ascolti non siano stati superiori alla media di LA7, La Gabbia prosegue anche dopo la consueta pausa natalizia: il talk show, condotto in prima serata (fascia oraria 21.10/24.15) da Gianluigi Paragone su La7 di domenica dall'11 gennaio 2015 fino al 19 aprile e di mercoledì dal 29 aprile. Domenica 5 aprile 2015 il programma non va in onda perché La gabbia va in pausa a causa delle vacanze pasquali.

Terza edizione (2015-2016)[modifica | modifica wikitesto]

La terza edizione è andata in onda dal 9 settembre 2015 al 3 agosto 2016, ogni mercoledì in prima serata, sempre con la conduzione di Gianluigi Paragone.

Quarta edizione (2016-2017)[modifica | modifica wikitesto]

La quarta edizione è in onda dal 14 settembre 2016, ogni mercoledì in prima serata, sempre con la conduzione di Gianluigi Paragone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione