Alessandra Ghisleri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandra Ghisleri al Festival dell'Economia di Trento nel 2013

Alessandra Paola Ghisleri (Varazze, 11 settembre 1966) è una sondaggista italiana, direttrice di Euromedia Research.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alessandra Paola Ghisleri è laureata in Oceanografia paleontologica[1]. Dopo la laurea, reindirizza i suoi studi intraprendendo un nuovo percorso personale nella ricerca sociale.

Come sondaggista-ricercatrice matura esperienze in diversi istituti di ricerca, e nel 2001 assume la carica di Direttore di Dipartimento Opinione e Sociale in DataMedia di Luigi Crespi.

Nel marzo del 2004 fonda con Alfonso Lupo la Euromedia Research. Questa esperienza si connota per una particolare attenzione per gli investimenti nelle nuove tecnologie e per l’affinamento di nuove metodologie di indagine. L’originalità di tale approccio la porta a vincere nel 2007 il premio Germoglio d'Oro della Fondazione Marisa Bellisario[2].

Da settembre 2014 è la sondaggista del programma Ballarò condotto da Massimo Giannini[3]. È inoltre, nello stesso periodo, considerata la sondaggista di fiducia di Silvio Berlusconi[4][5]. In qualità di ospite partecipa frequentemente ad alcune trasmissioni dei canali Rai, come Rai News 24, e ai programmi di approfondimento sull’attualità politica di LA7. Dal settembre 2016, dopo la chiusura di Ballarò a luglio, è una delle sondaggiste del programma Porta a Porta condotto da Bruno Vespa. Nel settembre 2019 viene nominata “Prima Donna 2019” dalla giuria del Premio Internazionale “Casato Prime Donne”[6]promosso dall’imprenditrice vinicola Donatella Cinelli Colombini.
Nel marzo 2020 pubblica il libro La Repubblica dei sondaggi. L'Italia raccontata attraverso i numeri[7], in cui ripercorre il passaggio dalla Prima alla Seconda Repubblica, fino al presente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pietro Senaldi, Islam, la profezia della Ghisleri: "La verità sul terrorismo in Italia, Libero Quotidiano, 25 gennaio 2016. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  2. ^ 2007, Fondazione Bellisario. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  3. ^ Ghisleri a Ballarò? Botta e risposta Vespa-Giannini, L'Huffington Post, 9 settembre 2014. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  4. ^ Paola Alagia, Ghisleri, l'oracolo del Cav, Lettera43, 15 ottobre 2012. URL consultato il 5-6-2014 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2014).
  5. ^ La drammatica vita dei sondaggisti: da Piepoli alla Ghisleri, quanto guadagnano, Libero Quotidiano, 16 novembre 2016. URL consultato il 24 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 gennaio 2018).
  6. ^ “Il Premio valorizza quanti scrivono fotografano e divulgano, in modo particolarmente efficace, il territorio e i vini di Montalcino. Valorizza inoltre i nuovi profili femminili e le donne che costituiscono un modello per tutte le altre. Ognuna di loro lascia una dedica che rimane esposta in modo permanente al Casato Prime Donne, la prima cantina italiana con uno staff di sole donne che finanzia il premio”. (Fonte: premiocasatoprimedonne.it -consultato il 19 gennaio 2021).
  7. ^ Edizioni Piemme.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN27160059969635600623 · LCCN (ENno2020107764