Viviana Beccalossi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Viviana Beccalossi
Viviana Beccalossi daticamera.jpg

Vicepresidente della Regione Lombardia
Durata mandato 18 maggio 2000 –
8 luglio 2008
Presidente Roberto Formigoni
Predecessore Alberto Zorzoli
Successore Gianni Rossoni

Assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo della Regione Lombardia
Durata mandato 19 marzo 2013 –
26 marzo 2018
Presidente Roberto Maroni

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 30 maggio 2001 –
11 luglio 2001

Durata mandato 29 aprile 2008 –
14 marzo 2013
Legislature XIV, XVI
Gruppo
parlamentare
XIV: Alleanza Nazionale
XVI: Il Popolo della Libertà
Coalizione Casa delle Libertà
PdL, LN, MpA
Circoscrizione XIV: Lombardia 3
XVI: Lombardia 2
Incarichi parlamentari
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Indipendente (dal 2018)
In precedenza:
MSI (1989-1995)
AN (1995-2009)
PdL (2009-2012)
FdI (2012-2018)
Titolo di studio Diploma di liceo linguistico
Professione Funzionario di partito

Viviana Beccalossi (Desenzano del Garda, 10 settembre 1971) è una politica italiana.

È stata vicepresidente della Regione Lombardia dal 18 maggio 2000 al 8 luglio 2008, assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo della Regione Lombardia e infine deputata per due legislature: la XIV e la XVI, ricoprendo vari incarichi parlamentari.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomata al liceo linguistico, aderisce al Movimento Sociale Italiano per il quale è stata consigliere circoscrizionale di Brescia dal 1989 al 1991. Dal 1991 al 2001 viene eletta consigliere comunale a Brescia, dove ha fatto parte delle Commissioni Assistenza e Sanità, Commercio e Vigilanza, Urbanistica e Patrimonio.

Candidata della coalizione di centrodestra come sindaco di Brescia nel 1994 e nel 2003 (fu sconfitta in entrambe le occasioni), nel 1995 divenne consigliere regionale in Lombardia diventando fino al 2000 vicepresidente del Consiglio regionale lombardo e nel 1996 divenne membro dell'Assemblea nazionale di Alleanza Nazionale, nato dalle ceneri dell'MSI.

Il 16 aprile del 2000 venne rieletta consigliere regionale per la provincia di Brescia, mentre nel 2001 occupò un seggio alla Camera dei deputati, dove però si dimise l'11 luglio lasciando subentrare Daniela Santanchè: continuò a ricoprire l'incarico di vicepresidente e assessore all'agricoltura nella giunta guidata da Roberto Formigoni.

Dal 2008 al 2013 è deputata alla Camera per Il Popolo della Libertà.

Il 20 dicembre 2012 abbandona il PdL e aderisce a Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale. Candidata alla Camera alle politiche del febbraio 2013 nel collegio Lombardia 2, non è eletta.[1]

Ricopre dal 2013 al 2018 la carica di Assessore al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo della Lombardia.

Candidata nel 2018, sempre con Fratelli d'Italia, alle regionali in Lombardia, in provincia di Brescia, è rieletta con 3894 preferenze. È candidata anche alla Camera dei Deputati, ma non viene eletta.

Il 23 marzo 2018 lascia Fratelli d'Italia, in polemica con la loro linea politica[2], poiché il partito era fortemente contrario all'autonomia rafforzata di alcune regioni del Nord[3]. In aprile 2018 divente presidente del gruppo misto alla Regione Lombardia[4].

Nel 2020 lancia l'associazione di destra "Rifare l'Italia".[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vicepresidente della Regione Lombardia Successore Regione-Lombardia-Stemma.svg
Alberto Zorzoli 18 maggio 2000 - 8 luglio 2008 Gianni Rossoni